Lo psicologo Guido Crocetti: «i bambini esigono padre e madre»

I bambini vogliono la coppia«Da trent’anni lavoro sui disagi psichici dei bambini e do voce ai loro bisogni». A parlare è un celebre psicologo italiano, il dott. Guido Crocetti, professore di Psicologia clinica presso “La Sapienza” di Roma e direttore del Centro italiano di Psicoterapia psicoanalitica per l’Infanzia e l’Adolescenza.

«I bambini vogliono la coppia», ha affermato il dott. Crocetti, «la esigono imprescindibilmente, e la vogliono insieme, unita. Imperativo categorico è che sia formata da un padre e una madre: è questa la garanzia di cui hanno bisogno per esistere. Poi i bambini sopravvivono sempre, anche alle guerre, alle carestie, agli abusi e alle violenze, ma questo – appunto – è sopravvivere, non vivere nel pieno dei loro diritti. Posso citare almeno un secolo di studi internazionali che lo dimostrano». Le parole sono tratte da un’intervista del 2013 rilasciata ad “Avvenire” che ci è stata recentemente segnalata e, nonostante sia passato diverso tempo, abbiamo deciso comunque di parlarne.

«Oggi viviamo in una cultura che tende ad azzerare sempre più le diversità, persino quelle biologiche, fisiche, incontestabili. L’essere maschio e femmina non è un’invenzione, parte da un dato biologico, e come tale va anzi valorizzato», ha affermato il docente, autore anche del libro “I bambini vogliono la coppia. Per una genitorialità responsabile” (Elledici 2012).

La nostra identità non è un’invenzione, lo sa bene oggi Matthew Attonley, un uomo che , dopo aver cambiato chirurgicamente sesso per tentare di diventare donna, ha chiesto al servizio sanitario di riportarlo indietro.  «Mi sento come se stessi vivendo una bugia», ha affermato. «Ho sempre desiderato essere una donna, ma nessuna operazione chirurgia mi può dare un vero corpo femminile. Mi sono reso conto che sarebbe stato più facile smettere di combattere il mio modo di guardarmi e accettare che sono nato naturalmente e fisicamente come uomo». 

Il dott. Crocetti ha proseguito: «La nostra cultura da ambivalente – basata sul binomio maschile/femminile – sta diventando ambigua, a tutti i livelli: nelle relazioni uomo/donna, ma anche padre/madre e figli. Questa continua ambiguità confonde i ruoli, le funzioni, i codici comportamentali, gettando nel caos soprattutto i più fragili, quei bambini che invece chiedono, vogliono, esigono un papà e una mamma, ognuno dei due con un suo ruolo e le sue proprie funzioni».

Eppure tanti fingono che l’ovvio non esista, ma «tutte le combinazioni sono a misura delle esigenze più o meno sane, più o meno perverse, degli adulti, che accomodano la realtà del minore alle proprie aspettative narcisistiche. O recuperiamo regole e limiti strettamente correlati ai valori, o la psicopatologia infantile avrà sempre più piccoli pazienti da curare».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

13 commenti a Lo psicologo Guido Crocetti: «i bambini esigono padre e madre»