Nuovo studio: il feto umano partecipa attivamente al suo sviluppo

Mentre il feto umano cresce e si sviluppa, è costantemente in comunicazione con la madre. Non solo ascolta il battito cardiaco e qualunque musica che arrivi al ventre, ma percepisce anche segnali chimici attraverso la placenta. Lo dimostra un nuovo studio dell’Università californiana, che sarà pubblicato su Psychological Science, una rivista della Association for Psychological Science.

Negli ultimi decenni, i ricercatori hanno rilevato che l‘ambiente fetale è molto importante, al contrario di quanto sostengono abortisti e riduzionisti. Alcuni effetti sono evidenti: fumare e bere in gravidanza, per esempio, può essere devastante per il bimbo, altri sono più sottili. «Dobbiamo ammetterlo, la forza di questo risultato ci ha sorpreso», ha dichiarato la psicologa responsabile, dr Sandman.

Quello che è importante per il feto, come è emerso dallo studio americano, è che l’ambiente “prima” e “dopo” la nascita sia coerente, ovvero, è paradossalmente bene che una persona depressa in gravidanza lo sia anche dopo, anche se ovviamente è molto meglio (per entrambi) curare questa patologia prima della gravidanza. Un aborto comunque sradica alla radice questa intensa e continua relazione (anche inconsapevole) tra madre e figlio, sopprimendo uno dei due soggetti.

«Crediamo che il feto umano partecipi attivamente al suo sviluppo e raccolga informazioni per la vita dopo la nascita», hanno dichiarato i ricercatori. «Si prepara alla vita in base ai messaggi che la mamma sta fornendo».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

43 commenti a Nuovo studio: il feto umano partecipa attivamente al suo sviluppo