Il governo inglese con il Papa: «matrimonio è il luogo migliore per i figli»

I soliti perditempo anticlericali hanno sollevato il solito polverone quando nel febbraio scorso Benedetto XVI, durante il discorso rivolto ai partecipanti all’assemblea plenaria della Pontificia Accademia per la Vita, ha ricordato che «l’unione dell’uomo e della donna in quella comunità di amore e di vita che è il matrimonio, costituisce l’unico ‘luogo’ degno per la chiamata all’esistenza di un nuovo essere umano, che è sempre un dono».

Cercando di mistificare la realtà, la setta razionalista dell’UAAR ha riportato la notizia dicendo che «usando un linguaggio arcaico, oggi Benedetto XVI ha definito quei quindici bambini indegni». La solita dose di falsità, che rende completamente inattendibile il sito dei sedicenti razionalisti.

Passano pochi mesi, e anche il governo inglese, attraverso il Segretario di Stato per il lavoro e le pensioni Iain Duncan Smith, afferma più o meno la stessa cosa, ovvero che il matrimonio è il luogo migliore per fare figli, e che occorre un cambiamento nell’approccio ad esso. I governi successivi, ha detto infatti, hanno fatto troppo poco per promuovere famiglie stabili. Ovviamente non si riferisce solo al matrimonio religioso, ma la sua affermazione parte dai risultati della ricerca scientifica, la quale, ha detto Duncan Smith, dimostra che «i bambini tendono a godere di migliori risultati di vita, quando gli stessi due genitori danno loro sostegno e protezione». I bambini che hanno sperimentato la rottura del rapporto dei genitori, hanno «maggiori probabilità di avere scarso sviluppo cognitivo e d’istruzione rispetto ai buoni esiti occupazionali di coloro che hanno vissuto con entrambi i genitori nascita».

La ricerca, ha continuato, mostra che circa un terzo delle coppie conviventi si divide prima del quinto compleanno di un bambino, rispetto a una su 10 coppie sposate. Dunque, «questo governo crede che il matrimonio fornisce un ottimo ambiente in cui allevare i figli. Il governo ha chiaro che il matrimonio dovrebbe essere sostenuto». Nessun solone laicista ha osato aprire bocca.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

21 commenti a Il governo inglese con il Papa: «matrimonio è il luogo migliore per i figli»

« nascondi i commenti

  1. Andrea ha detto

    Cerchiamo di essere un pelino ottimisti: se arrivano a dirlo in Inghilterra, ed addirittura a livelli governativi, allora vuol dire che qualcosa si sta muovendo.

    0
  2. Certo, il matrimonio è la cosa migliore, per questo presto in Inghilterra ci sarà il matrimonio per tutti. Fidatevi, presto oltremanica la situazione sarà questa: http://www.foxlife.it/video/1030542-i-simpson-16×10-gayo-e-bello

    0
    • Carmine ha detto in risposta a Francesco Santoni

      C’è anche questo aspetto ovvio, ma se è meno vantaggioso crescere con una madre sola, tanto vale per il raddoppio, cioè con due madri. Quel che è dannoso è proprio la mancanza dell’altra figura di riferimento.

      0
      • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Carmine

        Da sempre capita che siano solo le madri ad educare i figli causa vedovanza guerra emigrazione ma ciò non è un problema, due madri sono un abberrazione manca la comlementarietà.

        0
  3. Woody85 ha detto

    Ottimo Ratzinger, non sbaglia un colpo!

    0
  4. Agnostico ha detto

    “Il governo inglese con il Papa”: ma il governo inglese (conservatore) di Cameron è con il Papa anche quando vuole introdurre il matrimonio omosessuale entro il 2015?

    0
    • Alessandro M. ha detto in risposta a Agnostico

      Mi sembra il tuo solito commento inutile. Sicuramente avranno tantissime altre divergenze, ma tuttavia ribadiscono l’importanza del matrimonio come luogo in cui crescere il figlio. Non essendo legalizzato il matrimonio gay, ovviamente Cameron si riferisce solo ed esclusivamente al matrimonio eterosessuale.

      0
      • Mo ha detto in risposta a Alessandro M.

        Ma se è proprio Cameron quel che più si sta battendo per l’introduzione del matrimonio anche per coppie dello stesso sesso… Tra l’altro questo non può che portare benefici ai figli di coppie dello stesso sesso unite sotto civil partnership (che, vorrei ricordare, possono già adottare).

        0
  5. Max ha detto

    Abbiamo scoperto l’acqua calda eh.

    Per il resto, nonostante tutte le discussioni (e le nostre grosse preoccupazioni) e’ difficile che Cameron introduca il “matrimonio” tra gay. Se cosi’ facesse, perderebbe il supporto di una parte troppo importante del proprio partito. Non lo dico io, ma Italians nel Regno Unito da una vita. Spero che non si sbaglino.

    0
  6. alessandro pendesini ha detto

    La vita puo’ essere gradevole sia in coppia che sposati (ma anche da scapoli), con o senza figli. Il benessere umano non dipende dallo stato civile dell’uomo, ma della sua cultura/educazione e, sia pur relativo, equilibrio e maturità mentale ! Inoltre dovremmo trovare un sistema che possa impedire la procreazione a persone con tare genetiche gravissime o trasmissibili tipo AIDS.

    0
    • Piero ha detto in risposta a alessandro pendesini

      Inoltre dovremmo trovare un sistema che possa impedire la procreazione a persone con tare genetiche gravissime o trasmissibili tipo AIDS

      O anche sparare idiozie come te.

      0
    • Sophie ha detto in risposta a alessandro pendesini

      O.o

      0
    • Gab ha detto in risposta a alessandro pendesini

      Alla tua di tara purtroppo non ci hanno pensato.

      0
    • Bichara ha detto in risposta a alessandro pendesini

      Non solo cultura educazione e maturita ed equilibrio che sono certamente fattori rilievanti , ma anche la possibilità di soddisfare il banale bisogno concreto e tangibile è indispensabile per una vita gradevole senza dimenticare la salute….
      NO alla programmazione eugenetica…insulto alla dignita umana , con rispetto e pacatamente lo dico.

      0
      • alessandro pendesini ha detto in risposta a Bichara

        Per vostra informazione il mio articolo postato sul blog UAAR il 28/03/2012 :
        Le cellule staminali umane sono l’oggetto di molte ricerche in corso, compresa la medicina per rigenerare i tessuti o creare qualsiasi pezzo di tessuto e organi: è l’obiettivo della terapia cellulare. L’origine delle cellule staminali utilizzate nella ricerca solleva anche questioni etiche: infatti, provengono principalmente da embrioni, anche se esistono le possibilità di utilizzare altre fonti, come ad esempio le cellule del sangue, cellule staminali da cordone ombelicale o del tessuto adiposo. Quando si consente la ricerca sulle cellule staminali, il quadro giuridico limita a cellule provenienti da embrioni soprannumerari derivati da tecniche di riproduzione assistita (PMA), ma vieta in particolare la creazione di embrioni ai soli fini di ricerca. Inoltre, dati i potenziali benefici che sembravano presentare, degli esperimenti di clonazione terapeutica sono stati sviluppati per controllare la produzione in grandi numeri. Personalmente ritengo che una severa regolamentazione etica sia necessaria onde evitare qualsiasi tipo di abuso o speculazione; ma la ricerca in questo settore (e non solo) deve imperativamente continuare per il benessere attuale e futuro umano !
        A titolo d’esempio, le cellule staminali vengono utilizzate quotidianamente negli ospedali universitari francesi per il trattamento di pazienti affetti da tumori del sangue come parte di trapianti o autoinnesti.

        0
    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a alessandro pendesini

      Pendesini, ti invito a smetterla di trascrivere le stesse frasi che usi per ogni occasione (in questo caso hai copiato un commento apparso sul sito degli invasatei sotto il titolo “Il papa: “Convivenza peccaminosa, sì a castità e difesa matrimonio contro problemi sociali””).

      Cerca di mettere un freno al tuo narcisismo e sopratutto attieniti ai risultati della scienza, dato che vuoi mettere becco su questa tematica (seppur riciclando i tuoi commenti adattandoli per ogni occasione).

      0
« nascondi i commenti