Piergiorgio Odifreddi “sconfitto” a Nichelino: invecchiato e appannato

La notizia è riportata su “Nichelino online”, il quotidiano web del comune piemontese in provincia di Torino. Si informa che al Liceo Copernico di Torino, a pochi passi dalla casa del noto “matematico incontinente” Piergiorgio Odifreddi, come è stato simpaticamente soprannominato,  si è tenuta pochi giorni fa una serata di dibattito sul tema “Scienza e Fede” con la partecipazione di studenti, genitori ed insegnanti.

Ricordiamo che Odifreddi -nonostante sia in pensione da parecchio- persiste a farsi chiamare “scienziato” anche se non ha mai realizzato una pubblicazione sottoposta a peer review in vita sua. In realtà è un divulgatore scientifico, per altro tra i peggiori in Italia dato che è l’unico ad aver vinto per due volte (2007 e 2009) il premio “Asino d’Oro”, assegnato da alcuni docenti universitari, per i peggiori articoli scientifici pubblicati (finalmente si è riusciti a inserire la questione anche su Wikipedia nella biografia di Odifreddi, nonostante la pagina sia stata creata da Odifreddi stesso, come ha ammesso nel controverso libro “Perché Dio non esiste”). Tuttavia gli organizzatori, ancora una volta -come accade in tutte le trasmissioni televisive- non hanno chiamato a controbattere a Odifreddi un altro divulgatore scientifico, ma un sacerdote. Questa scelta è una mossa poco corretta nel dialogo “scienza e fede”, sia perché tutti gli uomini di scienza sono in grado di parlare di “fede” (esperienza personale),  ma non tutti i sacerdoti sono in grado di parlare di “scienza” (strumento di conoscenza umano), sia perché si persiste nel portare avanti le due leggendarie equazioni: “scienza=ateismo” e “fede=sacerdote o, comunque, non scienziato”.

Don Riccardo Robella, parroco a Nichelino, si è quindi confrontato con Odifreddi e il quotidiano locale, scrive che «nel confronto con gli studenti la brillante dialettica, per la quale il professore è celebre, è parsa a tratti un po’ appannata. Il parroco invece, per usare una metafora calcistica, ha giocato a tutto a campo e alla fine è andato a rete…». Sul fatto che Odifreddi stia anno dopo anno perdendo i colpi ne abbiamo parlato più volte sul nostro sito web, identificando l’inizio del triste epilogo del professore quando venne malamente cacciato dal Festival della Matematica nel 2009. Interessante l’ironia finale riportata a conclusione dell’articolo sul quotidiano locale: «Sarà che don Riccardo giocava praticamente in casa, dato che al Liceo Scientifico Copernico ci sono molti studenti di Nichelino. Parecchi frequentano pure la sua parrocchia: studenti più che vispi, cristiani ma tutt’altro che cretini…E’ vero professor Odifreddi?».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

68 commenti a Piergiorgio Odifreddi “sconfitto” a Nichelino: invecchiato e appannato