Odifreddi si incastra: prima pubblicizza il libro e poi lo rifiuta

Dopo aver pubblicato su questo sito la recensione del libro “Perché Dio non esiste” (Aliberti 2010), in cui Piergiorgio Odifreddi, intervistato da Claudio Sabelli Fioretti, insulta pesantemente tutta una schiera di intellettuali e personaggi politici (cfr. Ultimissima 10/8/11), uno di essi -si tratta del matematico Giorgio Israel– ha voluto rispondere per le rime sul suo blog al noto anticlericale (cfr. Senti chi parla, dal blog di Giorgio Israel).

Sarebbe potuta finire lì, ma Odifreddi ha pensato di intervenire sul blog di Israel sostenendo che sia l’intervistatore, Sabelli Fioretti, sia l’editore, Aliberti, avessero complottato contro di lui riportando parole non sue. Ha vaneggiato dicendo di aver cercato di impedire la pubblicazione, disconosce il libro e non si ritiene responsabile «delle cose che Sabelli mi fa dire» (cfr. Commento di Odifreddi, dal blog di Giorgio Israel).

Sarebbe potuta finire lì, ma un nostro collaboratore ha contattato l’intervistatore, Claudio Sabelli Fioretti, chiedendo riscontro delle accuse di Odifreddi. Egli ha gentilmente risposto: «Odifreddi è persona credibile, più di me. Ma non più dei miei due registratori. Resta da chiedersi perché alcune persone si comportino in questa maniera» (cfr. Ultimissima 13/8/11). Il giornalista è intervenuto ieri sul blog di Giorgio Israel, ribadendo il concetto: « Quanto a buon senso il professor Odifreddi è messo male. Insultare me usando categorie piuttosto pesanti come l’indegnità, la mancanza di professionalità, la cretinaggine, sostenendo che ho travisato le sue parole non è molto sensato essendo stata registrata su due registratori la lunga conversazione (avvenuta a casa sua e non solo sul Camino di Santiago) ed essendogli state sottoposte più di una volta le bozze della versione definitiva del libro, bozze che ha corretto dando la sua definitiva approvazione, scritta, alla stampa […]. L’incontro sul Camino di Santiago era servito ad un’altra intervista, uscita sulla Stampa di Torino. Quella volta Odifreddi era rimasto contento, tanto che ha accettato di buon grado di fare la seconda intervista con me e che eravamo rimasti in buoni rapporti prima del suo improvviso impazzimento» (cfr. “Commento di Sabelli Fioretti, dal blog di Giorgio Israel).

Sarebbe potuta finire lì, ma abbiamo anche contattato l’editore del libro, Francesco Aliberti, informandolo delle accuse di Odifreddi. Egli ha risposto direttamente sul blog di Giorgio Israel: «i file di revisione al testo e l’approvazione di Odifreddi alla stampa del libro intervista con Sabelli Fioretti sono a sua disposizione, se le interessasse approfondire la questione. Nel caso mi faccia sapere e le invio una mail diretta a cui può contattarmi. Quanto al resto dichiarato da Odifreddi nel suo post risponderemo in altre sedi» (cfr. Commento di Aliberti, dal blog di Giorgio Israel e anche in Ultimissima 13/8/11).

Sarebbe potuta finire lì, ma Odifreddi sentendosi braccato, ha voluto abusare di uno spazio pubblico riservatogli dal quotidiano “Repubblica” per commentare la cronaca -intitolato “Il non-senso della vita di Piergiorgio Odifreddi” (ovviamente senza virgole, riferendosi alla sua di vita)- e ha reso la vicenda ancora più pubblica (pubblicizzando ulteriormente il libro). Nell’articolo ingigantisce il complotto contro di lui e rincara la dose di insulti per Sabelli Fioretti e Aliberti (riserva anche un piccolo apprezzamento per l’UCCR, che definisce “sito fondamentalista” e “carnevalata”, così come mons. Ravasi aveva definito “folklorista” l’associazione UAAR di cui lui è presidente onorario. Nella foga ha pensato di intervenire direttamente qui accusandoci di “non avere stile”). Rispondendo alle accuse e alle ironie dei suoi stessi fans, Odifreddi si è purtroppo sfogato ancora contro Giorgio Israel, definendolo questa volta un “fondamentalista” (cfr. http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2011/).

Sarebbe potuta finire lì, ma quel furbone di Piepippo con le sue dichiarazioni si è scavato la fossa da solo. Già nel 2008 infatti, come ricordava Sabelli Fioretti, sul quotidiano La Stampa, è uscita un’intervista al “matematico impertinente” (curata dallo stesso Sabelli Fioretti) in cui sono riportate praticamente tantissime delle frasi e delle accuse contenute nel libro in questione, che ora Odifreddi sostiene però di rifiutare. Anche lo stile di risposta è proprio lo stesso che compare nel volume. Come la mettiamo dunque? Anche allora è stata una forzatura di Sabelli Fioretti? E come mai in quattro anni Odifreddi non ha mai protestato o rettificato? Lo spazio mediatico non gli manca affatto. Possono certe dichiarazioni essere accettabili se contenute in un articolo di giornale e divenire creazioni del giornalista se vengono pubblicate in un libro? Odifreddi non ha mai detto nulla nemmeno a Raffaele Carcano, il segretario dell’UAAR (di cui lui, come dicevamo, è presidente onorario) quando ha riportato sul sito dell’associazione l’articolo pubblicato su La Stampa. Odifreddi dunque permette che vengano divulgate frasi e dichiarazioni non sue? Eppure bastava un piccolo commento chiarificatore. Nell’ottobre 2010 Carcano pubblica invece una recensione ufficiale del libro, con tanto di acquisto diretto. Odifreddi non si è opposto nemmeno questa volta. Occorre poi far notare che sia nella biografia presente sia sul suo sito ufficiale (che però ha dichiarato di non seguire lui direttamente) sia nella pagina Wikipedia a lui dedicata (che però ha dichiarato di averla modificata lui direttamente) compare il titolo del libro che Odifreddi non avrebbe mai voluto far pubblicare. Addirittura sul suo sito web, come informa correttamente Sabelli Fioretti, fino a poche ore fa si poteva anche acquistare il volume. Quanti credono realmente che Odifreddi non si sia mai accorto di nulla? Da poche ore la pagina è stata frettolosamente cancellata, anche se ne rimane traccia nell’url, rimane la cache di Google e rimangono le testimonianze dei suoi ammiratori.

Sarebbe potuta finire lì ma lui non ha voluto. Per ora due possibili conclusioni: o è un tonto o è un bugiardo. Qualcuno salvi Odifreddi da se stesso!!

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

32 commenti a Odifreddi si incastra: prima pubblicizza il libro e poi lo rifiuta

« nascondi i commenti

  1. Vauro ha detto

    Bravissimi! Quel pollo di fantamatematico lo stiamo arrostendo per bene!

    0
  2. Pedro ha detto

    Qualcuno sa se queste vicende sono state riprese da qualche quotidiano? Il giornale, libero, il foglio?? Vado a dare un’occhiata

    0
  3. Lightswarrior ha detto

    Sarebbe potuta finire lì…

    …invece iniziarono tutti a ridere del povero .

    0

    • Lightswarrior ha detto in risposta a Lightswarrior

      Chiedo scusa, non deve aver preso il link nel commento precedente, la frase completa era questa:

      Sarebbe potuta finire lì…

      …invece iniziarono tutti a ridere del povero Napo Orso Capo

      0
  4. Larry SFX ha detto

    Ma ritirati, buffone!

    0
  5. Diavolaccio ha detto

    Sarebbe potuta finire lì ma Odifreddi essendo ateo è masochista.

    0
  6. a-ateo ha detto

    desidero ringraziare la redazione per aver notato il lapsus freudiano di Pierpippa che scrive su Repubblica quando scrive senza virgole, confessandosi: “Il non-senso della vita di Piergiorgio Odifreddi” (ovviamente senza virgole, riferendosi alla sua di vita).
    Vedremo se avrà la faccia tosta di lasciare il tutto senza correzione….
    Mi sono ricordato di un’altra pesante sua “toppata” quando Pierpippa si è sentito dire dal prete in piena trasmissione che quest’ultimo confondeva i “dèmoni” con i “demoni” (accento sulla “o”)…senza poter controbattere una sola sillaba!
    Grattando la supponenza si trova l’ignoranza….

    0
  7. Mikhail Tal ha detto

    Ma vi rendete conto che Pierpippa Odifreddi ha detto che questo sito è fondamentalista?? LOL detto da lui fa ridere.

    0
    • Mikhail Tal ha detto in risposta a Mikhail Tal

      Secondo me non è mai andato sul sito uaar e non ha mai letto uno dei suoi libri, dovremmo cominciare a chiamare il caro Oddy cretino e rincoglionito così potremo raggiungere il suo livello di “stile”.
      E poi non capisco……ma al caro matematico impotente non piace la sua stessa medicina e si deve mettere a frignare su repubblica??
      Me lo immagino, va da quel capo loggia massone a torino di Ezio Mauro e viene confortato da lui e Augias che lo abbracciano e gli dicono “stai tranquillo tu sei un bravo matema…..ehm una brava perso…..volevo dire che hai delle belle scarpe!!!”

      0
      • Mazzzinga ha detto in risposta a Mikhail Tal

        LOL

        Ma dai, non siate cattivi, ovvio che il professorone disconosca il libro, quello non era lui, ora Pierfreddie è cambiato!
        ma non l’avete letto il suo ultimo best-seller, è davvero cambiato, adesso ha più stile..
        chi non ha proprio nulla da fare, può leggerlo qui (ovviamente a scrocco)

        0
  8. Alcor vega ha detto

    Grandiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii siete magiciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    0
  9. nicola ha detto

    Ma perchè tanto accanimento contro Odifreddi?
    E’ evidente che si tratta di un falso ateo.
    E’ troppo briccone? Ma capita che persone tanto intelligenti abbiano qualche vezzo discutibile.

    0
  10. Draven ha detto

    Intervengo per ricordare la morte di un vero genio (al contrario di PG Odifreddi), il sacerdote e gesuita Padre Roberto Busa, a cui l’umanità (anche quella Atea) deve molto in fatto di informatica. http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-addio-a-padre-busa-pioniere-dellinformatica-2707.htm

    0
  11. Faro ha detto

    Mi sono schiantato dal ridere a leggere di queste cose! Grazie ai nostri che scrivono, e grazie anche a Oddifreddi che “ci fa sempre divertire!”

    0
  12. Draven ha detto

    Enzo ti sei dato la zappa sui piedi da solo con un intervento decisamente fuori luogo. Cosa c’entra Turing (un genio nel suo campo), morto nel 54 con il ricordo di don Buso morto la scorsa settimana e di cui non c’è riferimento in questo sito? Se avessi ricordato la morte di un grande scrittore credente, morto (per dire) la settimana scorsa tu che avresti tirato fuori? Diderot morto nel 1784? O ti sei offeso che ho scritto che don Buso è un genio e Odifreddi no?

    0
« nascondi i commenti