Il Papa non dovrà pagare una multa per la cintura di sicurezza

L’indaffaratissima (sic!) lobby anticlericale tedesca ha trovato il modo di fare parlare di sé mandando un suo membro, difeso da un avvocato del partito di sinistra “Die Linken”, a denunciare Benedetto XVI perché nel recente viaggio pastorale il Pontefice non indossava la cintura di sicurezza sulla Papamobile.

Non che nel resto del mondo ci siano iniziative migliori: in America le associazioni atee organizzano orge e gruppi di autoerotismo e contemporaneamente si lamentano perché nei loro raduni pullulano militanti fanatici, gli ateo-comunisti russi promuovono invece campagne pubblicitarie pro-Stalin mentre la setta ateo-razionalsita italiana chiede che le particole consacrate siano esaminate scientificamente per dimostrare che non c’è Dio. La lobby laicista inglese -capitanata da Richard Dawkins- usa invece  l’immagine di un gruppo di bambini sorridenti per sostenere che essere “atei significa essere felici”, anche se poi si scopre che questi bambini fanno parte di una devotissima famiglia cristiana di Londra.

Tuttavia un’iniziativa del genere come quella tedesca ancora non si era ancora vista. In Vaticano ha suscitato molta ironia e padre Federico Lombardi ha raccontato della reazione curiosa e divertita del Papa, anche se -ha detto- «qualcuno dei suoi connazionali non brilla per elasticità nell’interpretazione del senso delle norme». Un portavoce per l’amministrazione della città di Friburgo ha comunque confermato che la denuncia è nulla dato che «se una strada è chiusa al traffico pubblico, allora anche le regole del codice della strada non valgono più».

Qualcuno trovi qualcosa da fare agli annoiati razionalisti moderni!

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

31 commenti a Il Papa non dovrà pagare una multa per la cintura di sicurezza

« nascondi i commenti

  1. Matteo ha detto

    “Qualcuno trovi qualcosa da fare agli annoiati razionalisti moderni!”

    Adesso sono occupati nei salotti televisivi a spalare merda contro la Chiesa.
    E’ ripartita di nuovo la campagna denigratoria: “La chiesa deve pagare l’ici”.

    0
    • Gunners ha detto in risposta a Matteo

      Ieri sera guardando piazza pulita (che considero un ottimo programma condotto da un “discepolo” di Santoro che però ha superato in equità e bravura il suo ex-“maestro”) ho assistito a una distorsione assurda della realtà. In studio c’era uno scrittore/ giornalista (???) che presentava un libro stile Vaticano S.p.a. e con mio massimo disappunto ha affermato che la chiesa fa la “cresta” sull’8×1000, lasciando intendere che la chiesa si intasca 700 milioni di euro. Peccato che lo sciuro si sia dimenticato di dire che quei soldi non sono “cresta” ma sono i soldi che la chiesa spende per le opere caritatevoli in Italia e all’estero (25% circa del totale dell’8X1000; per inciso: l’UNICEF spende il 20% per le opere di bene e il resto . . . boh . . . ) e per la ristrutturazione dei luoghi di culto e le esigenze di culto.
      Nessuno ha fatto notare la cosa e un applauso scrosciante ha sommerso lo studio con mio massimo disappunto, sono io a pensare che sia un errore grave e “diffamatorio” ? . . . SCUSATE l’OT

      0
      • Matteo ha detto in risposta a Gunners

        Non sei l’unico. Ne ho già parlato in un altro post, è davvero scoraggiante vedere come la menzogna venga così spudoratamente incentivata. Rispetto ad una ampia disinformazione, seppur con rammarico, è evidente che nell’immaginario collettivo continui a prevalere una percezione distorta. Ma secondo me è principalmente a causa di una carente capacità di penetrazione dell’informazione e non senza il tacito consenso dei “beneficiati”, che per senso di responsabilità dovrebbero essere tra i primi a dare un contributo di verità.

        0
        • Gunners ha detto in risposta a Matteo

          Ma la stessa distorsione della verità accadde qualche tempo fa con il discorso che il Pontefice fece in africa sull’uso del condom. I giornali occidentali titolarono: “Non usate il condom”, ma il discorso era molto più complesso e dava responsabilità all’occidente e ad alcuni problemi culturali . . . ma andiamo OT 🙂

          0
      • Kosmo ha detto in risposta a Gunners

        Noto una certa contraddizione nelle parole “equità” e “distorsione assurda della realtà”.

        0
    • Carmine ha detto in risposta a Matteo

      Si ma anche questa è una moda…passa una settimana e buonanotte.

      0
  2. Francesco B. ha detto

    Ma quando uno non sa cosa dire può anche stare zitto, ma forse i “razionalisti” non lo sanno 🙂

    0
  3. lorenzo ha detto

    Chissà la rabbia degli uarini per non aver avuto loro la pensata dei fratelli teutonici.

    0
    • Diletta ha detto in risposta a lorenzo

      Ahah, di sicuro! Si staranno mangiando le mani! “La cintura di sicurezza, come abbiamo fatto a non accorgercene?!” 😀

      0
  4. Xlove ha detto

    Certo che non sanno davvero cosa inventarsi…sono troppo forti!

    0
  5. Fabrizio ha detto

    Certo però che pessima figura fanno questi antiteisti.

    0
    • Antonio ha detto in risposta a Fabrizio

      Macchè, è scientificamente provato che gli atei appena si rendono conto che queste iniziative sono idiote perdono magicamente la memoria a breve termine. In compenso gli resta intatta quella a lungo termine, dove hanno registrato che loro sono dei veri razionalisti e i loro capi persone serie.

      0
      • Gunners ha detto in risposta a Antonio

        la memoria a lungo termine mi sa che è la stessa che si ricorda delle crociate e dell’inquisizione 😀

        0
        • Antonio ha detto in risposta a Gunners

          Esatto, infatti quando parli con un ateo e gli dici: “hai sentito che l’evoluzione dei batteri è stata smentita?”, se ci fai caso lui resetta tutto e mette in funzione “memoria a lungo termine on” rispondendo…”l’evoluzione dei batteri? I preti pedofili! L’inquisizione! Le crociate! L’ICI! La foto del Papa che fa il saluto nazista!…”

          0
  6. Klaus ha detto

    “Qualcuno dei suoi connazionali non brilla per elasticità nell’interpretazione del senso delle norme”. Ma la battuta (assai carina trattandosi di tedeschi) è di padre Lombardi o dello stesso Benedetto XVI? Non escluderei quest’ultima possibilità, dato che i bavaresi sono noti per non essere tedeschi fino in fondo…

    0
  7. Enrico da Bergamo ha detto

    Hanno da fare:

    Discutere se Zagaria è cedente, chiedersi se Bagnasco ha incontrato Don Seppia in carcere. Ricorod poi la sfida di Carcano a Monti.

    Mi aspetto per il futuro discussioni sulle immagine religiose nel covo di Zagaria.

    0
  8. Andrea ha detto

    ahah veramente dei bontemponi questi che volevano multare il Papa,

    0
    • Hugo ha detto in risposta a Andrea

      e quelli del dna sulle ostie consacrate??

      0
      • Andrea ha detto in risposta a Hugo

        Vabbè io non sono credente ma questo è troppo pure per me..

        0
        • Hugo ha detto in risposta a Andrea

          e quelli che fanno proselitismo sugli autobus?

          0
          • Andrea ha detto in risposta a Hugo

            Ok Hugo il messaggio è chiaro, se inizio a postare io eccessi nell’altro senso però facciamo lo scontro a chi conosce più coglioni.. che non è comunque produttivo 😉

            0
            • Daphnos ha detto in risposta a Andrea

              Infatti. Sennò vengono fuori le iniziative dei predicatori americani (ai quali auguro comunque il meglio) e di altri gruppi religiosi in Sudamerica e Medio Oriente.

              Resta comunque il fatto che riconoscere di essere arrivati all’ossessione è positivo. A meno che non si interpreti il fatto come una goliardata (in tal caso sarebbero sì dei buontemponi).

              0
  9. Vincenzo! ha detto

    io proporrei di mettere una tassa per le str.. ehm… cavolate…
    questa addirittura meriterebbe un extra tassa addizionale

    0
  10. Paolo Cattani ha detto

    “Die linken”: giustamente preoccupati di evitare o attenuare i “sinistri”…

    0
« nascondi i commenti