Texas: l’ente abortista Planned Parenthood costretto a chiudere quattro cliniche

La sede texana di Planned Parenthood, l’ente abortista più grande del mondo, ha dichiarato che chiuderà quattro centri abortisti a causa della revoca dei finanziamenti statali stabilita dal governatore Rick Perry.

Esulta dunque il mondo pro-life americano che si sta organizzando per favorire l’approvazione di identiche leggi anti-finanziamento in tutti gli Stati americani. Si tenga conto infatti che il 70% del reddito di Planned Parenthood proviene da fonti governative.

Continuano anche le conversioni di ex-abortisti non credenti e manager di Planned Parenhtood. L’ultima in ordine di tempo è Ramona Trevino, dimessasi recentemente da direttrice di una sede texana dell’ente abortista e diventata testimonial della campagna pro life “40 giorni per la vita“. In questo video è possibile ascoltare la sua testimonianza pubblica.

Infine, in Alabama la Corte Suprema ha stabilito con una decisione unanime la protezione legale per il bambino non ancora nato in qualunque stadio di sviluppo. Ciò significa che un delinquente può essere accusato civilmente anche per la morte di un nascituro, oltre che della madre.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

137 commenti a Texas: l’ente abortista Planned Parenthood costretto a chiudere quattro cliniche