L’ex gay Greg Quinlan: «sono più discriminato ora di quando ero omosessuale»

L’America è ancora un po’ sconvolta dal “coming out” di Greg Quinlan, ex omosessuale che ha difeso pubblicamente Michele Bachmann (e suo marito), l’astro nascente dei Repubblicani, psicologa e proprietaria di un centro di ascolto, dichiaratamente cristiano, dove gli omosessuali vengono scandalosamente trattati da persone e persino invitati a confrontarsi con la natura, le sue leggi e la morale. Gli omosessuali che si rivolgono a loro vengono curati nel significato che ha la parola “to care”, cioè “avere cura”, “prendersi cura”, “attendere”, “rivolgere attenzione”, “trattare con delicatezza”, “agire con serietà”, “prendersi a cuore”, e non “curati” come se avessero una malattia. Avendo libertà di parola e di pensiero, ritengono l’omosessualità un disordine e per loro “curare” significa riportare una persona omosessuale ad amare l’ordine di sé, delle cose, della natura.

Quinlan è presidente dell’organizzazione Parents and Friends of Ex-Gays & Gays, nonché direttore esecutivo del think tank “Equality and Justice for All” e ritiene che «più diritti civili gli omosessuali ottengono, più ne perdono gli eterosessuali». Io stesso, aggiunge, «patisco più vessazioni da ex omosessuale di quante ne abbia patite quando ero gay dichiarato e orgoglioso».

La comunità degli ex gay – sottolinea – «comprende migliaia di persone che come me erano un tempo omosessuali e che dal counseling hanno tratto beneficio». Ma, «dato che anche un solo ex dimostra che il comportamento omosessuale non è innato o immutabile, la paura che la lobby gay prova verso i suoi ex aderenti finisce in affermazioni false e in attacchi tesi a negare agli omosessuali il diritto all’autodeterminazione». Egli punta direttamente a queste lobby, che definisce “ricche e politicamente potenti”. Negli Stati Uniti, rivela, hanno aiutato molto Barack Obama ad arrivare alla Casa Bianca e lo stesso stanno facendo adesso per cercare di garantirgli un secondo mandato. Per questo Obama, secondo lui, è lo sponsor maggiore «delle politiche gay, bisessuali e transgender in ogni livello del governo federale».

Poi c’è la “Human Rights Campaign” – la più grande associazione LGBT degli Stati Uniti – che «pretende i “matrimoni” omosessuali mentre al contempo discrimina gli ex gay. Una delle sue vittorie più recenti è stato portare la Banca Mondiale a negare fondi alle charity di ex omosessuali consentendoli invece alle organizzazioni gay». Quinlan conclude domandandosi: «se un uomo gay decide di volere vivere da salubre eterosessuale, come ho fatto io, gli omosessuali hanno il diritto di bocciarne la decisione? […] Quanto a me, desidero con tutto il cuore vivere in un Paese dove gli attivisti gay non perseguitino i miei amici e me per il fatto che il sottoscritto è passato da gay a straight, ordinato».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

77 commenti a L’ex gay Greg Quinlan: «sono più discriminato ora di quando ero omosessuale»

« nascondi i commenti

  1. gabriele ha detto

    il mondo non è più in mano ai suoi abitanti, ma alle lobby
    quella gay è uyna delle più potenti

    0
  2. Leptis Magna ha detto

    ma perché gli ex-omosessuali che “diventano” etero fanno sempre tutta sta cagnara sul loro cambiamento…

    mentre gli ex-eterosessuali che “diventano” omo pensano solo a vivere la loro vita?

    bah.

    0
    • DSaeba ha detto in risposta a Leptis Magna

      Gay Pride e coming out sarebbero solo “pensare solo a vivere la propria vita”?

      0
      • Leptis Magna ha detto in risposta a DSaeba

        I Gay Pride nascono come manifestazioni per rivendicare dei diritti individuali e di coppia.

        Non certo per dire “ah quanto sono figo perché prima ero finocchio ed ora sono tornato normale, Deo gratias”.

        0
        • Mattia Palmieri ha detto in risposta a Leptis Magna

          Secondo gli omosessualisti dunque non solo gli ex gay devono essere discriminati ma devono anche stare zitti e non lamentarsi. Che bella cultura che è la vostra! Complimenti.

          0
          • Leptis Magna ha detto in risposta a Mattia Palmieri

            secondo gli eterosessualisti dunque i gay devono essere discriminati, e devono anche stare zitti, non lamentarsi e non abbracciarsi o baciarsi in pubblico perché qualcuno potrebbe scandalizzarsi. Che bella cultura che è la vostra! Complimenti.

            0
            • Mattia Palmieri ha detto in risposta a Leptis Magna

              Da cosa l’hai dedotto questo? Io l’ho dedotto dal tuo commento iniziale, e tu? Rimani sobria il più a lungo possibile, ok?

              0
            • Tano ha detto in risposta a Leptis Magna

              Nessuno ha mai detto nulla del genere, al contrario tu hai scritto sopra che questo poveretto che si sta lamentando di essere discriminato dalla lobby omosessuale dovrebbe fare meno baccano.

              0
        • Tano ha detto in risposta a Leptis Magna

          Cara eterofobica questo signore sta infatti rivendicando il suo diritto a non essere discriminato dagli omosessuali per le sue scelte. E lo fa senza mettersi le mutandine rosa e girare per Roma simulando sesso anale davanti ai figli delle famiglie arcobaleno.

          0
        • Laura ha detto in risposta a Leptis Magna

          @Leptis… quando smetterete di discriminare le persone per le loro scelte sessuali allora la civiltà tornerà ad essere un pò più cristiana.

          0
        • DSaeba ha detto in risposta a Leptis Magna

          E i coming out? In fondo, se fosse come dici tu, chi se ne importa se tal dei tali è gay? C’è una sensazione di orgoglio mista ad autocommiserazione.

          0
        • Nofex ha detto in risposta a Leptis Magna

          Anche il comunismo nasceva per nobili principi…

          0
    • Karma ha detto in risposta a Leptis Magna

      Se esistono ex eterosessuali significa che l’omosessualità è una scelta come lo è tornare sui propri passi. Grazie per averlo affermato anche tu. È proprio l’obiettivo di questi articoli.

      0
    • simone ha detto in risposta a Leptis Magna

      Forse perché è un loro diritto e voi glielo impedite?

      0
  3. lorenz ha detto

    Dai Leptis, che ha ragione! Ricordi quando Povia ha presentato il suo brano a Sanremo sull’ex gay? Al di là del valore musicale, ricordo che in platea c’era il carnevale di Rio a lamentarsi perchè uno in una canzone non si poteva raccontare una roba del genere.. Adesso poi si sta lanciando l’ultima moda, quella dell’omofobia, come se un’opinione fosse una malattia. Che mondo triste che ci vogliono imporre!

    0
  4. Fedele Razio ha detto

    Caro Leptis, che l’ideologia gay sia solo una componente di una più vasta ideologia totalitarista che va sotto il nome di umanitarismo è ormai un fatto conclamato. Che questa ideologia totalitarista sia ben supportata da lobby finanziate da noti speculatori (vedi Fondazione Open Society di George Soros) e ben propagandata da media la cui proprietà è sempre più concentrata nelle mani di pochi finanzieri fa anche molto preoccupare sulla sorte delle democrazie occidentali, dove ormai si può addirittura fare la guerra ad un paese straniero senza nemmeno farla dichiarare ai Parlamenti. In sostanza, le democrazie occidentali sono già oggi delle pseudo-democrazie in cui la libertà sta diventando sempre più una finzione, e l’esperienza degli ex-omosessuali e dei credenti discriminati chi per le loro scelte di vita chi per la loro fede ne è la prova più concreta.

    0
    • Nofex ha detto in risposta a Fedele Razio

      Quoto in pieno. Clicc su “rispondi” però altrimenti il commento appare in fondo alla pagina e rischia di essere meno incisivo.

      0
    • inkikko ha detto in risposta a Fedele Razio

      Fedele Razio sono daccordo con te solo in parte, ma confondi il NWO con la popolazione gay in modo sbagliato e tendi ad apparire un qualunquista. Innanzitutto devo dire che non esiste un’ideologia nè lobby gay, le varie associazioni sono nate spontaneamente per difendere gli interessi di una fascia di popolazione umana che VOGLIATE OPPURE NO, esiste fin dall’età della pietra e SEMPRE ESISTERA’, non tieni conto del fatto che la maggior parte degli omosessuali in campione con la maggior parte dei cittadini del mondo, sono credenti seppur sono costantemente perseguitati dai religiosi (ma non dalle religioni nè da alcun testo sacro)
      Ovviamente come tutte le associazioni di questo mondo da quando è nato, di ogni genere che siano (comprese le istituzioni religiose) prima o poi entra il potere e quindi entra Satana ed il male… difatti come dicono i religiosi stessi, prima o poi Satana salirà sul trono del Vaticano. Ma ritornando ai Gay ed ex-Gay, semplicemente credo che gli ex-gay non siano mai stati gay, ma semplicemente bisessuali confusi. In quanto chi cerca di “guarire” è perchè si sente a disagio nella sua condizione attuale, sente l’esigenza di cambiare, quindi non è gay. (vedasi i video degli ex-ex-gay) Sto ancora aspettando che nasca l’associazione degli ex-ex-ex-ex-ex-ex-ex-ex-[…all’infinito…]-gay.
      P.s.: il mio parroco mi ha detto che essendo gay sono perseguitato e Dio è vicino ad ogni perseguitato di questo pianeta dall’ignoranza dell’uomo stupido, poi aggiungerei, ma ve lo immaginate il mondo senza gay come sarebbe triste? Il mondo è bello perchè è vario, e Dio l’ha voluto così. La lussuria è peccato, non l’omosessualità… bisognerebbe dirlo a quegli uomini sposati che la notte vanno a puttane. Saluti a tutti

      0
  5. davide ha detto

    lgbt è la nuova lobby di satana,una delle tante create per eliminare la santa romana chiesa.

    0
    • inkikko ha detto in risposta a davide

      anche la Santa Sede Romana presto sarà una lobby di Satana, e questo non lo dico io: l’apocalisse di Giovanni ed i religiosi stessi, in ogni associazione di qualsiasi tipo, dove entra potere entra satana, compresa l’associazione gay, comprese tutte le associazioni del mondo tra cui le cooperative sociali, le onlus, le parrocchie, ed il Vaticano laddove il potere (Satana) è già entrato da tempo (vedasi filmato delle Iene, dove i frati maroniti sfrattano donna disabile). Oppure senza andare lontano, una chiesa vicino casa mia aveva esposto all’entrata un cartello con scritto di non fare l’elemosina ai barboni fuori dalla chiesa…

      0
      • DSaeba ha detto in risposta a inkikko

        Fare l’elemosima ai barboni fuori dalla Chiesa è sbagliato. I soldi vanno a finire alla malavita organizzata. Se si vuole fare carità la si faccia personalmente, non sganciando un euro per il rimorso di coscienza.

        0
        • inkikko ha detto in risposta a DSaeba

          che cazzata, la malavita non ha bisogno dei barboni.
          I barboni si comprano da mangiare.
          Al contrario, se tutti facessimo l’elemosina agli zingari loro non andrebbero a rubare.
          I nomadi, esistono, è uno stile di vita diverso dal nostro, ma esiste dalla nascita del mondo purtroppo è difficile integrarli nella nostra società standard.
          Se hanno la fortuna aprono un circo o uno zoo mobile o un luna park,
          altrimenti vanno a rubare,
          in ultimo chiedono l’elemosina, è giusto dargliele e permettere a questo popolo di vivere, visto che la società non è in grado di dare lavoro a questa gente.
          Allora da bravo cattolico teorico e non pratico hai trovato la giustificazione per questo egoismo umano, come la mettiamo con la disabile sfrattata? Sei sicuro di aver letto bene i vangeli? Io li ho letti ed indicano un altro comportamento.
          Sei un cattolico teorico?

          0
      • a-ateo ha detto in risposta a inkikko

        @ inkikko, facciamo in modo da lasciare a Satana meno spazio possibile, dovunque, e a partire dalle nostre anime.
        Quando si affronta un problema grave bisogna inquadrarlo nel tempo e nello spazio, ricostruendo l’evoluzione del problema.
        Faccio un esempio laterale: Se un governo o una forza politica non aiuta per decenni la famiglia italiana che si dibatte davanti a insormontabili difficoltà di ogni tipo e genere, lasciandola indifesa davanti all’attacco concentrico delle forze nemiche (droga, media, populisti radicaleggianti, ecc.) e la prima cosa che fa, insediandosi, è venire a dire al popolo che farà i pacs, di infausta memoria…senza nulla proporre a favore delle famiglie tradizionali sotto attacco, allora gli italiani medi, per esempio io, c incavoliamo. Individuiamo il partito e il personaggio colpevole della cosa e iniziamoo a dirne peste e corna. Poi alle prossime votazioni scompaiono partiti e personaggi come Pecoraro Scanio e Bertinotti. Se il governo avesse varato un robusto programma di aiuto alle famiglie e, in quel quadro, inserito una norma sui pacs allora il significato sarebbe stato. vogliamo aiutare i nuclei familiari, tutti. Aiutare solo i pacs significa invece: vogliamo proporre una morale alternativa, una famiglia alternativa a quella tradizionale.
        Gli italiani hanno detto chiaramente alle elezioni di saper riconoscere i finti tonti e di non volerli fra i piedi.

        0
        • inkikko ha detto in risposta a a-ateo

          io sono daccordo con i matrimoni gay, nulla tolgono ai matrimoni etero, cari sedicenti cattolici (di solito tanto in teoria e poco in pratica)

          Io personalmente ho conosciuto due preti, uno tradizionalista che mi ha aiutato molto nel mio conflitto omosesssualità-fede.
          Mi ha detto esplicitamente: i gay sono perseguitati ed in quanto tali, Dio è più vicino a loro.

          Con la chiusura della chiesa gli omosessuali, di sicuro non tendono al bene ma al male, e poi giustamente di questo abbandono Satana se ne approfitta.

          Io ribadisco con forza che il male non è l’omosessualità ma la promiscuità sessuale, la lussuria.
          La chiesa ha aiutato il gay a diventare lussurioso, perchè gli vieta d’avere una storia d’amore tradizionale, gli vieta la coppia.

          Se noti tutte le massonerie anche con i media, cercano in tutti i modi di dividere le coppie. In Tv non si parla d’altro che di divorzi, tradimenti, il messaggio della promiscuità è ampliamente publicizzato.

          Voi ci rifiutate il diritto d’amare e pretendete di difendere la famiglia tradizionale? Attenti al maligno che è molto furbo… e mi sa che vi ha fatto fessi…

          anche le coppie etero vivono nella promiscuità di certo non sono i gay che vogliono abolire il matrimonio,e non c’è bisogno di loro, per questo basta accendere la TV.

          L’altro prete invece non era tradizionalista ma new age, mi sono confidato anche con lui, ho un parente disabile che andava in comunità presso questo sedicente buon prete. Ebbene indovinate un pò: hanno cacciato il parente disabile da quel centro perchè io sono frocio.

          Oltre a non mantenere il segreto confessionale questo prete sedicente newage e quindi in teoria più di vedute aperte, come io speravo, mi ha in parte rovinato l’esistenza… chi fa valere i miei diritti? E se era vostro parente? Restavate a guardare? Io purtroppo non ho potuto farci nulla… certe cose per comprenderle bisogna viverle sulla propria pelle, è facile parlare, a far quello sono bravi tutti.

          Ma guarda un pò, il prete tradizionalista mi aiuta nella fede che come per tutti, anche per me è un diritto e me ne fotto del levitico… Invece il prete newage figlio dei fiori filocomunista mi tratta come un appestato e nega l’aiuto ad un mio parente disabile eterosessuale. Come la mettiamo?

          0
          • a-ateo ha detto in risposta a inkikko

            @inkikko,
            Capisco il dramma di una persona che vive un problema come il tuo.
            Hai tutta la mia simpatia e solidarietà umana.
            Sono contento che ci sono dei preti che cercano nei loro poveri modi umani di aiutarti.
            Ti prego di non restringere il tuo campo di visione ai tuoi interessi, però, riflettendo anche sulle conseguenze che un matrimonio ateo ha sulle future famiglie con genitori dello stesso sesso (con figli adottati, oppure procreati dal padre o dalla madre con seme approvvigionato al libero mercato).
            Gli scienziati dicono che l’apporto del padre maschio e della madre femmina è fondamentale per lo sviluppo dei figli, e spero che tu non voglia contestare ciò.
            Dove hai una ragione di totale evidenza è nel problema del parente disabile che gente religiosa discrimina a causa tua. Io non ho problemi a schierarmi al tuo fianco attivamente contro questi miei confratelli nella fede. Dimmi tu come.

            0
          • Nofex ha detto in risposta a inkikko

            Prima di guardare la coerenza degli altri è sempre utile fare attenzione al proprio piatto…

            La Chiesa non chiude le porte a nessuno, gli omosessuali sono nostri fratelli in Cristo e come tali vanno trattati. La Chiesa condanna l’omosessualità e non gli omosessuali, è come se -concedimi il paragone- condannasse la violenza e le rapine e non i singoli rapinatori.

            Criticare il matrimonio omosessuale non vi impedisce affatto di “amarvi” (come dici tu) o meglio, di avere relazioni sessuali. Non cadere su questo punto.

            0
  6. a-ateo ha detto

    @fedele razio,
    anch’io condivido pienamente.
    Esiste una azione coordinata e niente affatto casuale di lobbies da parte di potenti mafie massoniche per sfasciare il mondo occidentale a fini di potere ancora non del tutto chiari.
    Finanzieri come Soros con i loro soldi che finanziano politici come la Bonina e progetti di eutanasia e dolce morte , politici transnazionali come la Bonino con le loro abilità politiche che mirano a cancellare il reato di pedofilia introducendo il diritto ad amare i bambini, Massoni capi di Chiese Nazionali che fanno folgoranti carriere all’Onu o nelle università, scrittori, attori, registi magnificatori della pedofilia, della violenza, della trasgressione, della morte, servi e vermi di ogni genere e dimensione che gestiscono socialmente poveri ragazzi che si fanno tagliare da loro una morale a misura dei loro ormoni.
    Un lavorio di vermi che si agitano nell’ombra fetida di ogni centro di potere….La P1 del padre occulto dell’Italia Massonica Lemmi, che come un cancro si trasforma in P2, che poi evolve in P3, per mutarsi in P4….
    a un certo punto ci svegliamo senza radici culturali, con la Turchia in una Europa dove secondo logica geografica non potrebbe mai stare, con la famiglia e i suoi valori fondanti attaccati da ogni parte, la chiesa cattolica sempre più nel mirino dei media appartenenti alle lobbies massoniche. Da ultima la persecuzione mediatica contro Benedetto 16 sulla pedofilia cattolica da parte degli stessi che, con incredibile faccia tosta, la promuovono e sostengono in modo coordinato in tutto il mondo.
    Alle associazioni atee è giunto forse il momento che i cattolici guardino loro le carte.

    0
    • Leptis Magna ha detto in risposta a a-ateo

      sì certo… io aggiungerei anche gli alieni, i templari, i Maya e Rennes-le-Chateau… così, per completare il cerchio.

      tra l’altro la teoria “cospirazionista” è talmente tanto credibile che, dati alla mano, in quello che dovrebbe essere il cuore del gombloddo – gli Stati Uniti – il matrimonio omosessuale è ancora vietato in 44 stati su 51.

      0
      • Mattia Palmieri ha detto in risposta a Leptis Magna

        Con quale autorità pensi di contraddire il soggetto citato nell’articolo che ti ha creato una scarica ormonale così forte?

        Hai forse qualche ruolo istituzionale che ti rende credibile?

        0
        • Leptis Magna ha detto in risposta a Mattia Palmieri

          e tu, hai forse qualche ruolo istituzionale o qualche laurea ad-hoc per confermare le teorie del soggetto citato nell’articolo?

          0
          • Massimo August ha detto in risposta a Leptis Magna

            Quindi non ci si può fidare dei soggetti che studiano determinati fenomeni, a meno che non affermino la sovrappopolazione, i privilegi della Chiesa, la superiorità dei gay?
            Un attimino “paraocchi ideologici” i tuoi… ma, in base a quanto ho letto di quello che dicono su di te, non c’è affatto da meravigliarsi.

            0
          • Mattia Palmieri ha detto in risposta a Leptis Magna

            Non mi servono, c’è già lui. Sei tu che ti stai opponendo senza nemmeno avere il coraggio di rivelare il tuo vero nome. Pensa te come sei messa!

            0
          • Vauro ha detto in risposta a Leptis Magna

            Dai Leptis ritirati…non hai mai detto nulla di sensato da quando hai iniziato a commentare…non ti accorgi che la militanza ti rende sempre più ridicola?? Forza, ammetti di aver fallito come il tuo amico Dawkins e vai in pensione anche tu, su! Magari fra qualche decina d’anni arriveranno i veri “New Atheist” a sostituirvi, vedrai.

            0
            • gabriele ha detto in risposta a Vauro

              se tu ci pensi è vero: i paesi protestanti non hanno mai avuto rivoluzioni comuniste, nè ribellioni
              la massoneria appoggia l’omosessualità perchè essa è una forma di androginità; idem per transessualità e bisessualità
              Baphomet, divinità degli alti circoli massonici, è androgino http://en.wikipedia.org/wiki/File:Baphomet.png
              CI SONO PROVE CHE IL PIANO MASSONICO PER LA CONQUISTA DEL MONDO è ORMAI GIUNTO AL TERMINE: IL LORO SUPERIORE INCOGNITI STA PER ARRIVARE
              http://api.ning.com/files/-xZoXiVtj4rqSFhhbws1tzFBSzdUkegioGrjwJbrUPm1OTuyIxs8JELRJbCNf7dU19WGoB4HRHz1znMrTRMoF1ofhQwGRMz-/timetowakeupppl.jpg

              0
              • inkikko ha detto in risposta a gabriele

                ma quante fesserie, prima di tutto Baphomet non è una divinità legata al cristianesimo e quindi non corrisponde con lucifero nè satana ma è una figura comparsa nel cristianesimo soltanto successivamente, difatti non ne esistono tracce nè nel nuovo testamento nè nell’antico testamento.
                Bafometto o Baphomet è il nome, ricorrente nella letteratura occultista del XIX secolo, di un idolo pagano della cui venerazione furono accusati i Cavalieri templari.
                Tra l’altro invece, leggendo la Torah, ed altri testi sacri di origine ebreo-cristiana l’entità androgina è Dio stesso.
                DIO HA UN SESSO? Di che sesso è?
                L’ateismo è un’altra religione è un altro modo di credere in Dio, gli atei credono nel Nondio, l’uomo ha sempre avuto questo pendolo, da integralista fanatico religioso diventa integralista fanatico ateo e viceversa… è normale e fa parte della natura umana.
                Lo stesso Karl Marx, massone NON ERA ATEO, sciogliamo questo mito. Le massonerie come ogni associazione sono nate a fin di bene, ed ora sono governate dal maligno, ma il maligno riguarda TUTTA L’UMANITA’, non solo una parte di essa, ALTRIMENTI VIVREMMO IN UN PARADISO TERRESTRE.
                Lo scopo principale delle massonerie è di dividere,è di addormentarci, è l’eugenetica hitleriana, la ricerca nella perfezione materiale, antitesi della ricerca angelica e spirituale. Tutti i massoni si arricchiscono con i simboli ed i testi religiosi. Ma preghiamo tutti lo stesso Dio e tutti lo stesso satana… tutto dipende solamente dalle nostre azioni.

                0
                • inkikko ha detto in risposta a inkikko

                  P.s.: @gabriele dimenticavo di dirti che c’è una bella differenza tra bisessualità, transessualità, ed omosessualità.
                  Un omosessuale non è androgino, perchè il sesso opposto gli fa ribrezzo.
                  Tutti fino all’età dell’adolescenza siamo bisessuali, e non per questo siamo condannati da Dio, è lui che ci crea con queste regole.
                  Un transessuale è storia diversa e fa parte della complessità umana, con esami scientifici si è visto che ci sono uomini con ormoni femminili e viceversa, una volta non c’era rimedio ma ora grazie a Dio che ha illuminato i chirurghi c’è. E cosa dire per esempio degli ermafroditi? Nascono così per volere di chi? Del demonio? A me risulta che nelle religioni è sempre Dio il creatore..
                  .
                  Le massonerie agiscono in tutti i campi dell’essere umano, sono presenti dappertutto, ovvio che si nascondono anche nelle associazioni gay come in tutte le altre. Ma non per le assurde motivazioni che dici te.

                  0
                  • Johnny ha detto in risposta a inkikko

                    Tutti fino all’età dell’adolescenza siamo bisessuali,

                    Ma cosa ti sei fumato fratello?

                    è lui che ci crea con queste regole.
                    Ma stai facendo il troll ateo vero? Non dirmi che pensi veramente queste cose.

                    Un transessuale è storia diversa e fa parte della complessità umana, con esami scientifici si è visto che ci sono uomini con ormoni femminili e viceversa, una volta non c’era rimedio ma ora grazie a Dio che ha illuminato i chirurghi c’è

                    Mi domando se fate dei corsi appositi istituiti dall’Arcigay per dire queste scemenze, e pure pagati con i soldi del contribuente.
                    Mamma mia, come siede ridotti, mi fate proprio pena.

                    0
                    • inkikko ha detto in risposta a Johnny

                      Corsi appositi dell’Arcigay? A me sembra invece d’aver passato un’informazione che chiunque non sia ignorante può studiare in PSICOLOGIA ed in MEDICINA.
                      Ha forse inventato l’arcigay la psicoanalisi?
                      E l’esame ormonale? L’ha inventato l’arcigay?
                      E gli ermafroditi? E’ eugenetica ad opera delle lobby gay? hanno creato un virus che inoculano di nascosto per il contagio? Muahahah sei ignorante Johnny ti consiglio di prendere ogni tanto qualche libro di scienza e leggertelo.

                      Poi sta storia, quindi nel tuo cervello d’asino essere gay è un’equazione con l’arcigay?

                      Ma non lo sai che la maggior parte dei gay non frequentano questo circolo?
                      Purtroppo qua in Italia esiste solo quella che ha il monopolio dei locali, tra l’altro quest’associazione di sinistra, ha trasformato i gay in maschere da carnevale nei gaypride, e questo è un fatto risentito nella comunità gay intesa come esseri umani…
                      E’ un pò come dire: quindi se nasci in Russia devi essere x forza comunista? Muahahah
                      Rinnovo il consiglio: studia asino. Tu avresti bisogno di un corso, di andare a scuola… a studiare un pò di libri..

                      0
                    • Raffa ha detto in risposta a inkikko

                      Preferirei che non si insultassero i commentatori… Anche perché solitamente insulta chi è consapevole di non avere abbastanza argomenti “forti”….d’accordo inkikko?

                      0
                    • Leptis Magna ha detto in risposta a Johnny

                      @Johnny: uau, che argomentazioni 😀

                      0
                    • Johnny ha detto in risposta a Johnny

                      @inkikko: semmai l’asino sarai tu e tua sorella, se permetti.
                      Mi dici, dall’altezza dei tuoi infiniti studi, dove hai trovato una bestialità simile a quella che hai appena detto?
                      Tutti fino all’età dell’adolescenza siamo bisessuali,

                      0
                    • Johnny ha detto in risposta a Johnny

                      @leptis:
                      fanno il paio con le tue e quelle di inkikko…

                      0
                  • gabriele ha detto in risposta a inkikko

                    @inkikko,
                    forse non lo sai, ma gli alti gradi massonici adorano satana

                    0
      • a-ateo ha detto in risposta a Leptis Magna

        io ho detto “A”, tu hai supposto che io abbia voluto anche dire “B”, e dimostrato che “B” contiene un errore…
        Brava Leptis, che ti poni il problema di legalizzare il matrimonio omosessuale, cioè di due donne o di due uomini…
        Guarda che i figli, dicono gli scienziati, hanno bisogno di due genitori: un uomo e una donna.
        Il tuo matrimonio omosessuale non è fatto per crescere figli adottati o figli fatti con seme imprestato o comprato. Fate venire il vomito.
        La sofferenza dei figli di queste unioni è morte, quella morte in tutte le salse che è il programma di ogni ateismo.

        0
      • a-ateo ha detto in risposta a Leptis Magna

        io ho detto “A”, tu hai supposto che io abbia voluto anche dire “B”, e dimostrato che “B” contiene un errore…
        Brava Leptis, che ti poni il problema di legalizzare il matrimonio omosessuale, cioè di due donne o di due uomini…
        Guarda che i figli, dicono gli scienziati, hanno bisogno di due genitori: un uomo e una donna.
        Il tuo matrimonio omosessuale non è fatto per crescere figli adottati o figli fatti con seme imprestato o comprato. Fate venire il vomito.
        La sofferenza dei figli di queste unioni è morte, quella morte in tutte le salse che è il programma di ogni ateismo.

        0
  7. Lil' Chico ha detto

    Guardando l’immagine di cui hai messo il collegamento direi che la regina Elisabetta 2 avrebbe bisogno di un po’ di collirio.

    0
  8. Larry SFX ha detto

    vi da forse fastidio la parola
    EX-OMOSESSUALE?

    0
    • Leptis Magna ha detto in risposta a Larry SFX

      no, fa solo ridere.

      così come farebbe ridere la parola “ex-eterosessuale” per una persona “diventata” omosessuale.

      0
      • Vauro ha detto in risposta a Leptis Magna

        Si Larry, gli da proprio fastidio….tra l’altro continua a confermare che l’omosessualità è una scelta…!! 🙂

        0
        • Mr. Crowley ha detto in risposta a Vauro

          Siamo al 23 agosto.
          Ha i soliti sbalzi di umore dati dal ciclo.
          E’ sempre cosi’ a fine mese.
          E’ per quello che a noi piace Leptis.

          0
        • DSaeba ha detto in risposta a Vauro

          O è una scelta o è una malattia.

          Se è una malattia (genetica? psicologica? mitologica?) è curabile
          Se è una scelta o un comportamento si può cambiare

          0
      • stefano ha detto in risposta a Leptis Magna

        Per carità, ognuno si diverte come desidera e sceglie ciò che vuole per avere un motivo per ridere ma non trovo nulla di divertente nella definizione ex-omosessuale. Anche se di fatto un ex-omosessuale è più semplicemente un eterosessuale, quelle due letterine, “ex”, stanno ad indicare un percorso di vita ed una trasformazione da una condizione ad un’altra.

        Fa ridere un ex-fidanzato? Suscitano ilarità un ex-allievo o un ex-professore?

        Trovo piuttosto poco carino e poco rispettoso trovare risibile una persona che ha fatto un probabilmente molto sofferto percorso di vita attraverso il quale è passato da una condizione in cui è venuto a trovarsi a disagio ad un’altra che lo rende più sereno.

        0
  9. Stefano ha detto

    C’è qualcuno in grado di spiegarmi perchè se una persona omosessuale rivendica dei diritti e lo fa magari anche in modo plateale è giusto, sacrosanto e normale mentre se a rivendicare dei diritti è una persona ex-omosessuale questo non va più bene e tutti si scandalizzano? E’ forse il diritto del primo superiore a quello del secondo? E perché il primo cerca di negare il diritto dell’altro?

    Perchè una persona eterosessuale è per definizione un razzista discriminante anche quando chiede semplicemente che i diritti delle persone omosessuali non limitino i propri o che non siano considerati superiori, prioritari o alternativi ai propri mentre una persona omosessuale per definizione è sempre la vittima discriminata i cui diritti non sono mai negoziabili?

    In televisione gli omosessuali sono diventati onnipresenti. Gli spot pubblicitari ne sono pieni, ormai non c’è talk show che si rispetti che non li accolga come opinion leader. Omosessuali hanno cariche politiche pubbliche rilevanti in tutt’Italia. Artisti eccellenti (o meno) in tante discipline si dichiarano omosessuali tranquillamente e vendono dischi, attirano spettatori in teatro, scrivono libri di successo. Illustri (e meno) intellettuali lo stesso. Il Resto del Carlino, il quotidiano bolognese, recentemente dedicava un’intera pagina della cronica locale ma anche un bello spazio sulla prima pagina nazionale alla prima coppia italiana (bolognese) di neo sposi gay che avevano coronato il proprio sogno a New York (se non ricordo male). Non ricordo alcun tipo di ironia negli articoli relativi all’episodio. Qualcuno mi spiega dove sta il razzismo della nostra società nei confronti delle persone omosessuali?

    E non mi si citino, per favore, gli isolati casi di omofobia che sporadicamente si realizzano (mi riferisco ai nostri tempi e ai nostri Paesi cosiddetti evoluti, non certo alle perversioni di certi regimi passati e presenti): gli imbecilli (e i violenti) ci sono sempre stati e sempre ci saranno ahimè ma, per fortuna, rappresentano una minoranza. Minoranza che peraltro è contro tutto e tutti: persone omosessuali, colletti bianchi, extracomunitari, tifosi di altre squadre, simpatizzanti per altri partiti politici, … Casi di omofobia (e non solo, come dicevo) che vanno certamente condannati con fermezza in quanto atti violenti o, quando non violenti, sgradevoli e idioti. Ma che non possono essere usati come rappresentativi di una realtà che in realtà è completamente diversa. Oggi l’omosessualità è, secondo me, molto più diffusamente rispettata e ancor più diffusamente tollerata di quanto non si voglia far credere.

    Io credo però che il rispetto debba sempre essere reciproco. Non può essere unidirezionale. O no?

    Personalmente non ho nulla contro le persone omosessuali. E credo che la stragrande maggioranza delle persone eterosessuali non abbia nulla contro le persone omosessuali. Se qualcosa mi disturba (e probabilmente disturba anche altre persone come me) è quando qualcuno ostenta troppo qualunque tipo di sessualità. Voglio dire che mi infastidisce il gay pride così come mi infastidisce una coppia di ragazzi eterosessuali che in un parco pubblico, ad esempio, e con atteggiamento sfrontato si lasciano andare ad effusioni di tutti i tipi. Voglio dire: liberi tutti di essere a casa propria come si vuole ma perchè dover sempre ostentare con l’evidente scopo di far subire ad altri la propria condizione, qualunque essa sia? Ho colleghi e persino amici omosessuali che in pubblico si comportano in maniera normalissima, senza nascondere la propria omosessualità, senza vergognarsene ma anche senza mettere in imbarazzo con ostentazioni o rivendicazioni le persone in loro compagnia che, a loro volta, li rispettano e li stimano anche se non ne condividono le inclinazioni sessuali. D’altra parte ho conoscenti eterosessuali la cui compagnia mi è insopportabile perchè è tutta un’ostentazione di passione irrefrenabile per cui sembra non possano fare a meno di stare appiccicati e sbaciucchiarsi e cicici e cicicià, in questo caso sì mettendo un po’ in imbarazzo coloro che sono in loro compagnia.

    Ah, un’ultima cosa: non è assolutamente vero quanto affermato nel corso di questo dibattito e che cioè fino all’adolescenza maschi e femmine sono privi di identità sessuale (o sono bisessuali). Se si escludono i citati ermafroditi (che sono in effetti persone affette da una patologia vera e propria) nei quali coesistono caratteri sessuali primari e/o secondari maschili e femminili, la natura prevede individui maschi con gonadi maschili che al momento della pubertà indirizzeranno verso la maturazione dei caratteri sessuali secondari maschili e individui femmine nelle quali gonadi femminili influenzeranno la comparsa e la maturazione dei tratti sessuali secondari femminili. Quanto all’inclinazione sessuale, cioè all’aspetto psicologico, ricordo abbastanza chiaramente di aver studiato (nei lunghi anni nei quali mi sono specializzato in pediatria dopo essermi laureato in medicina) che già prima dell’adolescenza un bambino ha già vissuto il complesso edipico ed ha già compiuto la propria identificazione sessuale. Salvo ovviamente problemi di vario tipo che siano intervenuti nel frattempo. A 18 mesi un bambino è perfettamente consapevole del proprio sesso. Tra i 18 e i 30 mesi i bambini raggiungono già una stabilità sessuale. Entro i 30 mesi la costanza sessuale, l’immutabilità del proprio sesso si è stabilmente consolidata e si oppone ai cambiamenti. Altro che “tutti i bambini fino all’adolescenza sono bisessuali”!

    0
  10. inkikko ha detto

    Cerca in psicoanalisi BISESSUALITà INFANTILE : http://www.imago-srpc.net/site/generale/relazione-tra-super-io-e-ideale-dell-io-in-adolescenza-un-punto-di-vista-strutturale.html

    CITAZIONE:”Il bambino, pertanto, proietta il proprio ideale sul padre aspirando a diventare come lui, pur mantenendo sempre viva la promessa di ripristinare l’unione con la madre. L’identificazione con un padre attivo, genitale, stimola l’acquisizione della sessualità maschile e l’abbandono della bisessualità infantile.”

    Ovviamente io ho sintetizzato in due parole perchè qua in questi commenti non si può scrivere tutta la letteratura sulla psicoanalisi, ma per bisessualità infantile e adolescenziale, intendevo dire che fino all’adolescenza PROVIAMO ATTRAZIONE VERSO TUTTI E DUE I SESSI, anche se a 13 anni ormai la preferenza sessuale è in via di definizione per esempio un maschio può essere attratto all’80% da femmine ed al 20% da maschi (ma anche questa io la denoto come bisessualità).

    Non s’è mai parlato di bisessualità praticata.
    Conosco persone etero che nell’adolescenza hanno avuto rapporti omosessuali (masturbazione e rapporti orali) con compagni di classe o cugini, ed adesso sono felicemente sposati e convinti eterosessuali…

    Io sono daccordissimo se un gay “ritorna” etero, perchè probabilmente gay non lo è mai stato. Era un bisessuale con eterosessualità repressa, capita, sai quanti ne ho conosciuti? Un mio ex bisessuale che alla fine si è sposato ed ora non va piu con i maschi. E’ un ex-gay e allora? qual’è il problema? Chi cavolo lo discrimina?

    Poi dire che gli ermafroditi (che sono persone affette da una patologia vera e propria) è razzismo vero e proprio, perchè le patologie le inventa l’uomo, non la natura. Gli ermafroditi nascono sempre e questo patrimonio genetico probabilmente ha uno scopo nel ciclo della vita.

    Uomini hanno inventato profilattici per diminuire le nascite, madre natura non ne ha bisogno, se per esempio metti una razza di pesci (che si riproduce molto facilmente, ad es: i ciclidi) non ti scoppia l’acquario, ma le nascite vengono regolate da sole e senza l’intervento umano.

    Come in natura qualcuno ha deciso (DIO) che in caso di sovrappopolazione di una determinata specie, nascono molti omosessuali… che tra l’altro nel gruppo dei primati (secondo me più civilizzati di noi) le scimmie omosessuali aiutano in famiglia e aiutano le mamme nella gestione dei cuccioli nati e nelle mansioni del branco…

    La natura E DIO non lascia nulla al caso.

    Comunque Stefano senza associazioni come l’Arcigay od altre in Italia condannerebbero a morte i gay esattamente come adesso fanno nei paesi arabi tra cui l’Iran, quindi attento quando dici che non serve difendere I DIRITTI UMANI delle persone omosessuali.

    Ai gaypride purtroppo riprendono sempre in tv QUEI 2 IMBECILLI che escono in mutande o con peni di plastica o tette (siliconate) da fuori.
    Questo non è condiviso dalla maggiorparte dei gay in cui molti vorrebbero gaypride molto più sobri dove si punta sui VERI CONTENUTI E VERI PROBLEMI.

    Nessun gay ha mai discriminato un ex-gay, io vorrei sapere dove e come… ci dobbiamo fidare della parola di questo tizio… Greg Quinlan?

    caro Stefano, io sono omosessuale eppure non lavoro in Tv nè in politica, mi piacerebbe, perchè non mi presenti qualcuno che mi fa assumere?
    Tu ti basi su pregiudizi e stereotipi.
    Un omosessuale non rispecchia l’arcigay…
    un omosessuale non è un oggetto, ogni persona è diversa come fai a unire tutti gli omosessuali a questi falsi stereotipi?

    SE LI CONTI, SIA NELLO SPETTACOLO CHE IN POLITICA NUMERICAMENTE SONO PIU GLI ETEROSESSUALI, molla gli stereotipi, non è vero che se sei omosessuale lavori in tv e diventi famoso, smettiamola con queste FAVOLE E LEGGENDE METROPOLITANE!!!

    0
  11. inkikko ha detto

    Tra le altre cose a me questo Greg Quinlan più che ex-gay mi sembra un razzista omofobo, così come lo sono stato io nell’adolescenza quando rifiutavo la mia sessualità.

    Ma vi rendete conto? «più diritti civili gli omosessuali ottengono, più ne perdono gli eterosessuali»

    Ebbene?

    Allora io vi dirò dell’altro, riesumiamo Hitler a questo punto:

    «più diritti civili gli ebrei ottengono, più ne perdono gli ariani»

    Riesumiamo il Ku Klux Klan:

    «più diritti civili i negri ottengono, più ne perde la razza dominante bianca»

    Ecc.. ecc…

    Ma vi rendete conto che in questo articolo chi accusa d’essere discriminato è il primo a lanciare il sasso? Patetico..

    0
    • inkikko ha detto in risposta a inkikko

      P.s.: cos’è che diceva Hitler? Le vostre identiche frasi…

      Gli ebrei sono sia nel mondo dello spettacolo che in politica, rubano posti di lavoro e sono organizzati in pericolose massonerie che vanno contro la Germania e la razza pura ariana…

      Questi razzisti sono monotoni, usano sempre le stesse frasi… per questo si riconoscono facilmente

      Ovviamente è vero che esistono massonerie ebraiche, così come esistono massonerie cattoliche OPUS DEI x esempio… ed altre sempre cattoliche che non cito e massonerie arabe (al-Qaida) e d’ogni genere fino ad arrivare alla P1, P2, la P3, la rosa rossa, i briganti, la ndrangheta, la camorra e la mafia… E allora? Cosa centrano gli ebrei? E gli omosessuali? Ribadisco: è patetico…

      0
      • Stefano ha detto in risposta a inkikko

        Lo vedi? Ho postato il mio precedente commento prima di leggere i tuoi ulteriori due. Ancore accuse di razzismo, addirittura paragoni con il nazismo… Eppure io, nel primo intervento, condannavo esplicitamente l’omofobia presente e passata.

        Noto che, come spesso accade, anche in questo blog ma in generale in qualsiasi discussione, chi parla con rispetto e cerca di dare il proprio punto di vista facendo un ragionamento logico viene ricambiato con insulti e paragoni offensivi.

        Non ti seguirò su questo terreno perchè credo che l’insolenza non sia il modo migliore per affrontare una discussione.

        0
        • inkikko ha detto in risposta a Stefano

          Io sinceramente non ce l’avevo affatto con te, i razzisti si riconoscono subito IN GENERALE.
          Può darsi pure che te in buona fede hai creduto davvero che la strada del successo e della politica sia l’omosessualità…
          Ma hai utilizzato un pensiero alla moda.
          Definizione di pensiero alla moda: pensieri che vengono ripetuti dai media, e che nei discorsi da bar vengono acquisiti e ripetuti dall’uomo medio.

          Io ti ho spiegato l’origine di quel pensiero alla moda, che non è di certo tuo ma è stato acquisito.
          A differenza dei vestiti, i pensieri di moda, sono gratis… eheheh

          Se ti sei sentito offeso ti chiedo scusa.. amo il contraddittorio ma non amo offendere gli interlocutori a meno che loro non offendano me…

          0
          • Stefano ha detto in risposta a inkikko

            … cosa che, ammetterai, non ho fatto.

            A dire la verità, però, l’accusa di razzismo me l’hai rivolta direttamente eccome, a proposito del mio commento sull’ermafroditismo. Senza contare che dire ad una persona che non ragiona col proprio cervello ma solo sulla base di stereotipi e pregiudizi non è che sia proprio un complimento.

            Comunque nessun bisogno di scuse: volevo solo chiarire che il mio pensiero non è nè razzista nè frutto di un’adesione acritica ad un’opinione “di moda”. Se ho una presunzione è quella di ragionare in modo molto critico sulle cose per farmi una mia personale opinione.

            0
          • Stefano ha detto in risposta a inkikko

            Ah, un’altra cosa: indipendentemente dalla mia personale opinione sull’argomento (che peraltro non ho espresso) io non ho detto che “la strada del successo e della politica è l’omosessualità”. Io ho citato la presenza di persone omosessuali di successo in molti settori della vita pubblica per dire che oggi sono cadute secondo me le barriere che in passato (se vuoi anche in un passato recente) portavano ad una discriminazione delle persone omosessuali. Il nesso di causalità che io ipotizzo tra i due fenomeni è opposto a quello che tu mi attribuisci preterintenzionalmente.

            0
      • Tano ha detto in risposta a inkikko

        Hitler diceva anche “ma che bella giornata oggi”….quante volte lo hai detto tu? 400? E allora sei come Hitler!!

        0
    • Gabry ha detto in risposta a inkikko

      Si chiama libertà d’espressione…sempre se mi lasci la libertà di dirlo.

      0
    • Nofex ha detto in risposta a inkikko

      “più che ex-gay mi sembra un razzista omofobo…..

      Ti faccio notare che mentre tentavi di difendere i gay dalla (presunta) discriminazione di Greg Quinlan hai discriminato Greg Quinlan…

      Ma ti rendi conto che in questo tuo commento chi accusa d’essere discriminato è il primo a lanciare il sasso? Patetico…

      0
  12. Stefano ha detto

    Premesso che la psicoanalisi dice tutto e il contrario di tutto (rispetto tutte le posizioni ma molte non le condivido essendo più convinto da altre) cosa ci azzecca con la bisessualità il fatto che un bambino di sesso maschile si identifichi col padre pur provando “desiderio di attaccamento” alla madre? Il bambino maschio si identifica (identifica il proprio sesso) nella figura maschile che peraltro ad un certo momento della propria vita sente come figura in competizione rispetto al proprio attaccamento/amore nei confronti della figura dell’altro sesso, appunto quello materno, femminile. La stessa cosa, a fattori invertiti, vale per la bambina di sesso femminile. Comunque ho espresso un mio convincimento suffragato da quanto ho letto e studiato nel corso di molti anni e ancora continuo a leggere e studiare.

    Il fatto che qualche giovane abbia avuto rapporti omosessuali prima di prendere totale coscienza delle proprie inclinazioni sessuali non mi sembra la regola ma un’eccezione alla regola (statisticamente parlando) e comunque anche questo non mi pare possa essere indicativo di uno stato di bisessualità quanto piuttosto della confusione di alcuni o di altri tipi di atteggiamenti.

    Circa l’accusa di razzismo relativa a quanto ho scritto sull’ermafroditismo mi pare proprio non meritata e francamente strumentale. Mi riferivo ovviamente a tutte quelle situazioni (ben codificate dalla medicina e riscontrabili in qualsiasi testo scientifico di pediatria o di genetica) che implicano una discrepanza tra la morfologia delle gonadi e quella dei genitali esterni. Molte di queste situazioni (note con il termine di pseudoermafroditismi maschile e femminile) sono dovute ad aberrazioni cromosomiche, altre all’esposizione fetale a farmaci (e in questo caso la natura non può essere certamente tirata in ballo come unica responsabile) come ad esempio ad androgeni, altre ancora alla carenza di ormoni testicolari o a un difetto nell’azione androgenica ad esempio conseguenza di difetti recettoriali.

    Allora, scusa, per analogia sarebbe razzismo anche dire che un bambino che eredita un cromosoma 21 in più rispetto ai 2 previsti (sindrome di Down) è un bambino con una patologia? O sarebbe razzismo dire che un bambino che nasce con un ipotiroidismo da agenesia tiroidea è affetto da una patologia e come tale dev’essere curato?

    Per ciò che riguarda il cosiddetto ermafroditismo vero, cioè quella situazione nella quale sia i tessuti ovarici che quelli testicolari sono presenti nella stessa gonade o in gonadi opposte nello stesso individuo, non sono io ma la medicina ad identificare questa come un’anomalia e non una situazione di normalità benchè in molti casi non sia ancora nota l’origine di questa anomalia.

    Perciò, perdonami ma respingo fermamente l’accusa di razzismo. Anche perché mi sembra di aver parlato della cosa con molto rispetto, anteponendo sempre la parola “persona” alle mie descrizioni.

    Se permetti c’è una certa differenza tra i pesci e l’uomo.

    Ho riletto il mio intervento precedente e non sono riuscito a trovare nessun pregiudizio né alcuno stereotipo. Anzi, ripeto, ho parlato con molto rispetto di “persone” omosessuali e di “persone” eterosessuali. E non ho assolutamente accomunato tutte le persone omosessuali a quelle che si mostrano durante i gay pride. Anzi ho esplicitato chiaramente che conosco, frequento e rispetto persone omosessuali assolutamente degne di stima mentre mi disturbano molto ed evito la compagnia di persone eterosessuali che hanno atteggiamenti volgari o comunque fastidiosi.

    Non dico ciò per difendermi dalle tue “accuse” infondate, perché chiunque abbia letto il mio intervento e poi il tuo si è già reso conto della non veridicità di talune tue affermazioni. Lo dico perché il tuo intervento è la dimostrazione che quello che agisce sulla base di pregiudizi non sono io.

    Che oggi vada un po’ di moda fare outing non è un pregiudizio; che ci siano politici dichiaratamente e orgogliosamente omosessuali che occupano posizioni di rilievo non me lo invento io (devo citare dei nomi che conosci benissimo?) così come non mi invento che nel mondo della cultura ci siano molti intellettuali che si proclamano omosessuali.

    olo che appena una persona non omosessuale parla delle persone omosessuali subito scatta in questi ultimi il pregiudizio per cui tutto ciò che viene detto è un pregiudizio o uno stereotipo. Scusami ma non è così. Spesso (e comunque sicuramente nel mio caso) non è così. Che poi in TV siano più rappresentate le persone eterosessuali rispetto alle persone omosessuali (la cui percentuale è comunque crescente) credo si debba anche ad un criterio statistico; nel senso che percentualmente credo siano in maggioranza le persone eterosessuali rispetto a quelle omosessuali. Francamente credo che oggi, a differenza forse che in passato, siano cadute le barriere d’accesso alla vita pubblica delle persone omosessuali.

    Ovviamente è solo il mio pensiero.

    0
    • inkikko ha detto in risposta a Stefano

      Stefano, nella cultura ci sono molti intellettuali che si proclamano ebrei, allora? Dove è il problema?

      @stefano:”Il fatto che qualche giovane abbia avuto rapporti omosessuali prima di prendere totale coscienza delle proprie inclinazioni sessuali non mi sembra la regola ma un’eccezione alla regola (statisticamente parlando) e comunque anche questo non mi pare possa essere indicativo di uno stato di bisessualità quanto piuttosto della confusione di alcuni o di altri tipi di atteggiamenti.”

      Oltre al fatto che nella mia vita ho visto che statisticamente parlando è una regola e non un eccezzione.

      Episodi del tipo: tutta la classe nel pulman della scuola in gita a masturbarsi a vicenda… a guardarsi il pene chi ce l’ha più lungo ecc… si parla di una classe di 15 maschi tutti partecipanti a questo gioco adolescenziale…

      in più proprio statisticamente, ti dovrei ricercare la fonte, è stato fatto uno studio, un test completamente anonimo ai liceali, sui gusti sessuali, domande tipo: hai mai avuto rapporti con persone dello stesso sesso? Ti ritieni omosessuale, bisessuale, eterosessuale, ecc…
      E i risultati sono stati sorprendenti… le persone che hanno effettuato questo test sono risultate tutte (chi più chi meno da 1 a 10) bisessuali…
      Una poca manciata ha dato un risultato pari a Zero.
      Purtroppo dovrei cercarti la fonte, stai sicuro che se la trovo te la linkerò..

      Io non penso che tu sia razzista, ma credo che comunque tu come tutti sei influenzato dalla società in cui viviamo dove certi modi di pensare sono standardizzati dai media, anche ingenuamente prendiamo in prestito questi pensieri alla moda e li facciamo propri… non solo in questo caso…

      Non è vero che essere omosessuale o ebreo è la strada del successo…
      Eistein era ebreo, era uno scienziato uomo di successo. E allora?
      Leonardo da Vinci era un pederasta, un uomo di successo. E allora?
      Shakespire era eterosessuale, un uomo di successo. E allora?
      Jimi Hendrix era nero, un uomo di successo. E allora?

      Non parlo di te Stefano ma lo vedi che la società, chi decide gli ingroup e gli outgroup (si studiano alla facoltà delle comunicazioni) ti fa dire quello che vogliono loro?

      Se Paolo è ingroup e Giovanni è outgroup: tutti e due gettano una cartaccia per terra.
      Il telegiornale (e poi nei discorsi da bar):
      Il bravissimo e onoratissimo Paolo ha appoggiato delicatamente un pezzetto di carta, con tanta eleganza, per terra.
      Giovanni è un incivile..

      Poi vai al bar e senti sempre le stesse frasi identiche alla Tv acquisite e l’uomo medio che non si accorge d’essere uno schiavo controllato come un burattino dai soliti noti che qua non cito se no viene notte…

      Ciao

      0
      • inkikko ha detto in risposta a inkikko

        P.s.: ho sbagliato a scrivere “Non parlo di te Stefano ma lo vedi che la società, chi decide gli ingroup e gli outgroup (si studiano alla facoltà delle comunicazioni) ti fa dire quello che vogliono loro?”

        Non parlo di te Stefano ma lo vedi che nella società, chi decide gli ingroup e gli outgroup (si studiano alla facoltà delle comunicazioni) ti fa dire quello che vogliono loro?

        0
      • Stefano ha detto in risposta a inkikko

        Il mio commento alla faccenda omosessualità-successo lo trovi come risposta ad un tuo altro commento e dunque non lo ripeto.

        Quanto alla faccenda della bisessualità scusami ma continuo ad avere opinioni diverse e ad aver letto statistiche diverse.

        Personalmente ho anche un’esperienza completamente diversa. E comunque la masturbazione non è proprio considerabile una pratica indice di omosessualità o bisessualità. Cerchiamo di non fare confusione.

        Così come inviterei a fare dei distinguo sulle dichiarazioni anonime di ragazzi adolescenti che direbbero tutto ed il contrario di tutto solo. Sono sicuro che se chiedi anonimamente a dei ragazzi maschi adolescenti quanti rapporti sessuali hanno avuto con loro coetanee tutti indicheranno un numero elevatissimo e così pure se chiedessi loro quanti rapporti sessuali hanno avuto con ragazze più grandi indicherebbero un numero ancora maggiore: tutti noi sappiamo in realtà quanto poco siano interessate le ragazze più grandi ai brufolosi e spelacchiati adolescenti :-).

        No, francamente io non credo affatto che certi comportamenti siano la norma, la regola; ti assicuro che le percentuali che citi sono molto ma molto diverse rispetto a quelle che io ho trovato riportate nei testi di medicina e psicologia clinica (almeno in quelli che ho studiato io in una laicissima università).

        0
        • inkikko ha detto in risposta a Stefano

          ah dimenticavo, riguardo agli ermafroditi e i down.
          Un virus per l’uomo è una malattia, è una abberrazione.
          Ma non lo è per la natura, il virus serve alla natura, come servono gli ermafroditi ed i down.
          Riguardo agli ermafroditi, se ci pensi sono l’equivalente degli organismi unicellulari… in teoria potenzialmente potrebbero riprodursi da soli in caso d’occorrenza.. per salvare dall’estinzione…
          Avevo sentito di una mucca-toro che aveva questa possibilità.
          Probabilmente i down servono la natura in modo diverso in un modo probabilmente all’uomo sconosciuto.
          Altri esempi di anomalie (secondo l’uomo aberrazioni) è l’acqua che non ghiaccia al suo zero gradi come invece fanno tutti gli altri liquidi, questo secondo alcuni filosofi fisici per permettere la vita dei pesci, se il lago fosse fatto di vino, i pesci di inverno morirebbero assiderati. L’acqua invece nei laghi ghiaccia solo in superficie, sotto è liquida e permette la vita subacquea.

          Ma qua mi fermo perchè se no si và off-topic…

          0
          • Stefano ha detto in risposta a inkikko

            A quanto mi consta, stando alla scienza e non alla fantascienza, nessun ermafrodita vero si auto riproduce o si è autoriprodotto. Semmai ha altri (e gravi anche) problemi.

            Immagino che il tuo parallelismo con gli organismi unicellulari (che potrebbe essere esteso ai lombrichi, se vuoi) non sia consapevolmente offensivo nei confronti delle persone con ermafroditismo vero. 🙂

            Tutti gli esseri umani hanno valore a prescindere dalla costituzione del proprio patrimonio genetico, o dal proprio orientamento sessuale, ci mancherebbe altro. Lasciami dire che come i chirurghi cui tu ti sei in precedenza riferito come agli illuminati risolutori del problema del transessualismo io credo che esistano molti altri medici, altrettanto illuminati da Dio, che curano quelle che comunque restano patologie, checchè le si voglia considerare varianti naturali.

            E poi, scusami: perchè mai un chirurgo dovrebbe correggere qualcosa se non è sbagliato, se non provoca sofferenza o altri tipi di problemi, in altre parole se non è una patologia? Non ti sembra che ci sia una contraddizione intrinseca in ciò che hai scritto? Se alla natura il transessuale è utile così com’è, perchè consideri illuminati i chirurghi che operano i transessuali per risolvere il problema di una mente che rifiuta il proprio corpo? O volevi dire che i chirurghi sono illuminati perchè intervengono per risolvere un problema creato dalla società (il rifiuto di accettare una persona che ha un sesso psichico diverso da quello fisico) e non già percepito spontaneamente dal singolo individuo che starebbe di per sè benissimo così com’è.

            Bada, non sto banalizzando, anzi ho molto rispetto per le persone che soffrono di problemi così importanti.

            Comunque in effetti siamo andati un po’ fuori tema!

            0
          • Johnny ha detto in risposta a inkikko

            Altri esempi di anomalie (secondo l’uomo aberrazioni) è l’acqua che non ghiaccia al suo zero gradi come invece fanno tutti gli altri liquidi,

            Confermo che tu sei fuori come un balcone…
            Allora, dopo che un medico ha smentito in modo categorico le tue bestialità sugli adolescenti tutti bisessuali, e aspettiamo uno statistico che ti rida in faccia per le tue cretinate sui pulmann pieni di omosessuali che si masturbano a vicenda, chi era l’asino, signorina Jackass?

            0
            • Stefano ha detto in risposta a Johnny

              Johnny, non voglio fare nessuna paternale ma magari, lo dico in generale, potremmo evitare questi toni, non credi? Non penso aiutino a dar ragione della “mitezza” e della “tolleranza” di cui i cristiani (e dunque i cattolici) dovrebbero essere esempio e cui io avevo cercato di attenermi.

              Solo la mia opinione, ovviamente.

              0
              • Mr. Crowley ha detto in risposta a Stefano

                @Stefano
                E’ bello vedere che ogni tanto interviene quancuno di “tecnico”.
                Io, da ignorante, non ero a conoscenza del fatto che nascono individui “ermafroditi” nel vero senso della parola.
                Ero convinto che fosse una “scelta estrema”, cioe’ cose che si possono fare solo oggi con la chirurgia da parte di chi non si sente a suo agio con il suo corpo.
                Questo significa che il mito greco di Ermafrodito non nasceva solo dalla fantasia degli autori della letteratura greca.

                0
                • Stefano ha detto in risposta a Mr. Crowley

                  Ciao Mr Crowley. Leggi l’inglese?

                  In caso affermativo ti riporto 3 link collegandoti ai quali puoi trovare 3 revisioni della letteratura scientifica internazionale relative all’ermafroditismo e, più in generale, ai disturbi della differenziazione sessuale.

                  In realtà la NCBI, la più grande libreria on-line che raccoglie tutte le più prestigiose riviste scientifiche internazionali e che fa riferimento all’NIH (il corrispondente statunitense del nostro Istituto Superiore di Sanità) contiene 31555 pubblicazioni scientifiche direttamente o indirettamente attinenti l’argomento e di queste 3927 sono vaste revisioni della letteratura e dunque offrono un quadro abbastanza completo dell’argomento. Il problema è che la stragrande maggioranza di questi articoli è coperto da copyright e può essere scaricato solo a pagamento.

                  Gli articoli i cui link ti allego sono tra i più significativi e recenti che ho trovato e sono scaricabili in pdf gratuitamente da chiunque.

                  Ovviamente se hai bisogno di chiarire qualcosa sono a tua disposizione.

                  I link sono i seguenti:

                  http://hormones.gr/preview.php?c_id=693
                  http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2892742/pdf/main.pdf
                  http://radiographics.rsna.org/content/28/7/1891.full.pdf+html

                  Buona lettura.

                  0
              • Johnny ha detto in risposta a Stefano

                Carissimo Stefano,
                hai perfettamente ragione, ma premesso che ha cominciato lui ad insultare, leggere bestialità come
                l’acqua che non ghiaccia al suo zero gradi
                Riguardo agli ermafroditi, se ci pensi sono l’equivalente degli organismi unicellulari
                se il lago fosse fatto di vino, i pesci di inverno morirebbero assiderati

                oltre naturalmente che
                Tutti fino all’età dell’adolescenza siamo bisessuali,

                e altre che non sto qui a scrivere ma che sono palesi mi fa essere molto scettico sulla sobrietà di certe persone.
                Poi lungi da me anche solo il pensiero di rappresentare i cristiani, tanto meno i cattolici.
                Hai posto ottimi argomenti dal punto di vista “tecnico” nella tua qualità di medico, ma nonostante ciò, continua cocciutamente a mettere avanti la sua presunta “esperienza diretta” alle evidenze scientifiche che tu proponi.
                Grazie per il tuo contributo scientifico alla questione.

                0
      • Rebecca ha detto in risposta a inkikko

        Non so in che paese tu vivi, ma oggi l’essere omosessuale, o meglio, avere atteggiamenti omosessuali (saffici) è essere politicamente corretti, è essere alla moda.

        Altrimenti le “veline” non farebbero a gara per farsi fotografare mentre danno un bacio saffico, i maschietti non indosserebbero magliettine e mutandine rosa (anche se poi sono eterosessuali).

        In un programma televisivo avere un omosessuale significa volersi dimostrare tolleranti, civili, moderni, aperti. Non vi state accorgendo di essere usati dal potere per i suoi fini, lo stesso potere che domani -quando sarete la normalità- vi sbatterà fuori e punterà su altro.

        0
« nascondi i commenti