Roberto Benigni porta il cristianesimo nel mondo

Un libro su Roberto Benigni, scritto a più mani, uscirà nei prossimi giorni e s’intitolerà: “Roberto Benigni. Da «Berlinguer ti voglio bene» alla «Divina Commedia», il percorso di un comico che si interroga su Dio” (Società editrice fiorentina 2011). Gli autori si sono concentrati sulla modalità utilizzata da Benigni per parlare di Dio nelle sue opere (e in particolare nei film e nelle letture dantesche). Sono stati coinvolti anche un critico cinematografico, Francesco Mininni, e un teologo, monsignor Andrea Bellandi.

E’ innegabile che nelle opere di Benigni (dagli spettacoli di cabaret ai varietà televisivi, dai film alle letture dantesche) ci sia un’attenzione ricorrente per il Vangelo, Gesù e in particolare Maria. Da quando poi porta sulle piazze del mondo la Commedia dantesca, arrivando a dire che «Gesù, il Signore, s’è fatto uomo perché gli uomini diventassero Dio. Lui che non ha mai peccato s’è preso tutti i peccati, ha fatto tutto quello… è una cosa spettacolare quello che ha fatto». Oppure: «una volta morto è andato di là; non solo ha liberato tutti noi, ma è andato anche a liberare nell’Inferno qualcuno che non riteneva giusto che fosse lì… Gesù Cristo ne ha salvati proprio tanti! C’è sempre una speranza con Gesù, ragazzi. Io credo che c’è speranza anche all’Inferno, se c’è Gesù», l’opera di Dante è assolutamente tornata ad essere testo appassionante e ricercato da molte persone che desiderano coglierne la portata educativa, magari anche volendo approfondirne l’origine e il contenuto spirituale.

Con la sua ironia e profondità, Benigni aiuta a portare la bellezza del cristianesimo anche a persone molto diverse: dai letterati alle casalinghe, dagli intellettuali agli impiegati, e perfino a certi ecclesiastici un pò troppo progressisti. Il curatore del libro, Riccardo Bigi, dichiara ad Avvenire: «Non c’è dubbio che la cultura popolare di Benigni sia intrisa fino al midollo di religiosità. Una religiosità che può esprimersi nella presa in giro, nella battuta, nell’irrisione come nell’esposizione appassionata di sofisticate dottrine teologiche che si nascondono dietro i versi di Dante. Perché in fondo la comicità e la poesia, come ogni forma d’arte, sono strade per dire quelle cose che il linguaggio umano, altrimenti, non riesce a esprimere».

 

In questo video, a tratti molto commovente, Benigni parla della Madonna.

 

In quest’altro, partendo sempre dalla Divina Commedia, parla di Dio.

http://youtu.be/Q5vVZpnbS20

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

40 commenti a Roberto Benigni porta il cristianesimo nel mondo

« nascondi i commenti

  1. Lucy ha detto

    Grande Benigni!!!!

    0
  2. Salomon ha detto

    Video molto intensi!

    0
  3. Moon ha detto

    Ho sempre ammirato Benigni, anche quando ironizza sulla chiesa. C’è sempre un rispetto profondo che gli permette di dire quello che vuole. Altro che la satira o il bullismo laicista!

    0
  4. Raffa ha detto

    Non c’è che dire…sembra veramente un teologo! Di vangelo deve averne letto moltissimo! Non sapevo di questa devozione di Roberto.

    0
  5. fra ha detto

    ragazzi ma state scherzando con tutte queste lodi a Benigni…informatevi….e un leader della sinistra da sempre….e dichiaratamente ateo…non so stiamo andando alla deriva qua….

    0
    • Veronica ha detto in risposta a fra

      Sono di destra ma non ho assolutamente alcun odio o rancore per chi vota a sinistra, sono cattolica e non provo alcun odio o rancore per chi è ateo. Credo che chiusure di questo tipo siano azioni de fondamentalisti (un pò come il capo dell’uaar che non voleva dedicare una sezione a Ipazia perché credente e quindi donna irrazionale). Non mi interessa se Benigni sia ateo o meno, ma mi interessa lui come uomo innanzitutto. Il suo amore verso Dante e quel che dice aiuta sicuramente a rinforzare la nostra fede e ad avvicinare molti altri. Poi lui farà le scelte che crede.

      0
    • EnricoBai ha detto in risposta a fra

      Ma cosa c’entra che sia un leader di sinistra? Sono per caso pedofili? E questo poi ti sembra un ateo? E anche se lo fosse? Non vorrei che confondessimo le intenzioni di questo bellissimo sito. Qui le persone veramente atee le si rispetta, sono i laicisti e gli invasatei ad essere oggetto di ironia.

      0
  6. Sammy ha detto

    Benigni merita il rispetto di tutti, è uno di quegli atei che sanno dire la loro senza insultare nessuno.

    0
  7. Gabrio ha detto

    cmq scusate se ve lo dico, ma dire “è uno di sinistra” è razzistico… trovatemi il passo del Magistero in cui è vietato essere di sinistra e vi vengo dietro, sennò evitate di dire stupidaggini thanks. Benigni abita a 2 passi da Santa Sabina e quando può va a messa, ci è stato visto.

    0
    • Stefano ha detto in risposta a Gabrio

      Il Magistero stesso è contro la sinistra…

      0
      • Jungle ha detto in risposta a Stefano

        Ma “la sinistra” non è una persona. E’ un’insieme di persone che hanno fatto certe scelte politiche. Sia chiaro, non voterò mai a sinistra, ma non mi piace questa opposizione ideologica. Condivido molte idee di esponenti della sinistra e ne rifiuto molte altre. Dire che il Magistero è contro la sinistra non ha senso. Possiamo dire che è evidentemente contro certe idee di certi personaggi che militano in maggioranza a sinistra.

        0
        • Marco ha detto in risposta a Jungle

          E io invece voto pure a sinistra… ma molto più a sinistra della “sinistra” che si critica qui. “Sinistra” non vuol mica dire andare in piazza il 1. Maggio a cantar Bandiera rossa.
          Quoto Jungle: “la sinistra” non è una persona!
          So che se ci avventuriamo in politica sta discussione continua fino a dopodomani, ma, metaforicamente parlando, la terra è tonda, e quindi stare in fondo a sinistra o in fondo a destra (come il bagno :P) non è che abbia molto senso, alla fine ci si incontra.
          Ciò che si deve cercare più di tutto è l’onestà e la coerenza, il colore alla fine fa rima con folklore…

          0
          • Stefano ha detto in risposta a Marco

            ‘La sinistra non è una persona’ aggrava, piuttosto che alleggerire, la posizione di coloro che la sostengono. Rammento, anche se ritengo sia inutile, che a sinistra risiedono, oltre ai comunisti, anzi, komunisti, i verdi, i pannelliani, le emmebonino (vi ricordate che si vantava di aver fatto aborti con la pompa delle biciclette?), le rosybindi che si professano cattoliche ma che tengono la parte dei pro-eutanasia, pro-aborto, pro-fecondazione assistita, pro-drogalibera, pro-matrimoni omosessuali etc. La sinistra sogna la cancellazione dell’individuo inteso come persona per rimpiazzarla con la massa (atea).

            0
            • Marco ha detto in risposta a Stefano

              INCISO
              Ahem… non è proprio superficialità la mia, come sembra uscire dal commento precedente. Forse conosciamo due sinistre diverse. La sinistra, non è UNA persona che difende l’aborto, si droga, spinge per i matrimoni omosessuali e tutto il resto. Questa mi sembra che sia la maschera di carnevale della sinistra, con tanto di corni e coda. C’è chi la pensa davvero così, e mi dispiace, come mi dispiace che a destra ci sia chi venera il duce, tanto per fare un esempio sciocco, eppure ci sono anche quelli.
              Lascerei stare gli estremismi e le carnevalate. Ci tengo solo a dire che secondo me questa è un’idea sbagliata, per chi se l’è fatta: la sinistra non sogna “la cancellazione dell’individuo inteso come persona per rimpiazzarla con la massa (atea)”, non siamo in Russia e la sinistra non è fatta solo da bolscevichi. E non siamo più negli anni settanta.

              MI SPIEGO
              Oltre a queste mie idee, sulle quali si possono fare milioni di polemiche ovviamente, perché nessuno di noi cambierà la sua idea maturata negli anni solo per aver letto un post su un forum, credo che la questione sia posta principalmente sul concetto di giustizia, che cosa è giusto e come educare al bene.

              Come cristiano io prendo a modello Qualcuno che ha avuto fiducia nell’uomo, mostrandogli il bene ma dandogli la libertà di scegliere anche il male, lasciandolo libero di giocarsi la sua possibilità, cioè la vita, come meglio crede. Gli sono grato per il grande dono del libero arbitrio e cerco di usarlo come meglio posso.
              A questo punto, sempre per fare un esempio, io non mi sento in grado di giudicare una persona che decide di abortire. Non conosco i suoi motivi. Forse è disperata. Forse rischia la vita, magari di entrambi, per qualche complicazione. Ma non mi sento in grado di stabilirlo per legge. E se il giudice sbagliasse nel valutare il caso?
              Il giudice, quello là in alto, non sbaglia a perdonare o condannare chi ha meritato l’una o l’altra sentenza. Io invece, pur contrario alla soluzione dell’aborto, non la impedisco, nutrendo fiducia nel fatto che l’uomo non approfitterà della propria libertà. Credo di essere coerente.
              Il problema è la “società” che spinge in direzione contraria? Benissimo, allora io me la prendo con la “società” proponendo un’alternativa, una “società” che fa rima con “Chiesa”. Vivo secondo le mie idee cristiane, accolgo la vita, sostengo chi è in difficoltà, adotto bambini sfortunati, faccio vedere per quanto posso che un’alternativa è possibile.

              Dico sciocchezze? 🙂

              0
    • Raffa ha detto in risposta a Gabrio

      Concordo pienamente. E non sono di sinistra!

      0
  8. Gabrio ha detto

    caro Stefano, evidentemente conosci solo una parte della politica. Si è vero a sinistra ci stanno ANCHE quelli, ma se conoscessi un pò la storia delle dottrine politiche sapresti che la sinistra democratica e il comunismo non hanno quasi niente in comune… oppure una cosa si che ce l’hanno: vogliono pari diritti e lavoro per tutti. Ma queste idee sono anche della destra liberale e addirittura del fascismo. Per cui evita di fare minestroni, e di dire stupidaggini: se non mi citi letteralmente dove c’è scritto che la dottrina è contro la sinistra, taci. (e le tue interpretazioni personali sul Magistero non mi interessano, preferisco quella del Papa, con tutto il rispetto per te ovviamete).

    0
    • Stefano ha detto in risposta a Gabrio

      ecco, parli di rispetto e mi dici ‘taci’, che giro a te, ovviamente, perché noto, con divertita sorpresa, che anche tu fai parte di quella schiera di ‘credenti’ (virgolettato perché a questo punto non so se tu lo sia) che sogna una sinistra democratica (un ossimoro) al pari di un islam moderato. Ribadisco il concetto: a sinistra si cerca, non tanto la favoletta ‘pari diritti e lavoro per tutti’ (mi ricordi Albanese in uno sketch…), e qui sfido te a trovarmi uno schieramento che dica il contrario, ma, come sopra riportato, l’annientamento della persona libera e pensante e credente. L’ho scritto e lo confermo: se uno schieramento politico mi porta valori quali l’eutanasia, l’aborto, la fecondazione artificiale, RU486, droga libera, matrimoni gay e altre amenità, lo colloco immediatamente al di fuori della concezione cattolica della vita. Quindi, partendo dal presupposto che 3 sono i punti non negoziabili per la Chiesa (vita, famiglia ed educazione), e che la sinistra (democratica…)viaggia contro questi principi, non posso che sostenere quanto detto: la Chiesa disapprova l’ideologia di sinistra. Con buona pace per la tua…dottrina.

      0
      • Marco ha detto in risposta a Stefano

        DILEMMA:
        da uomo di sinistra non sostengo niente di tutto questo.
        – Sono confuso?
        – Sono una spina nel fianco della sinistra?
        – La sinistra è confusa?
        – C’è dell’estremismo in quanto detto?
        – Stiamo ancora giocando a Don Camillo e Peppone?

        Il diavolo può anche essere vestito da cardinale (nessun riferimento preciso, pura satira), non cristallizziamoci. Dovunque c’è un uomo può esserci bene e male, dovunque l’uomo è con Dio è probabile che ci sia bene. Se cerchiamo Dio invece che la destra o la sinistra troveremo molte più risposte di quelle che può darci la politica.
        Ad ogni modo se io, cristiano, non trovo contraddizione tra il mio credo e il modo di fare della sinistra, è segno che i “valori” che porto non sono in conflitto con quelli della Chiesa, QUINDI non sono quelli citati da Stefano. Nei principi, è logico.
        Nella pratica c’è tanto carnevale e tanto folklore, tanti Modena City Ramblers e tanti Pannella. Ma d’altra parte, senza voler puntare il dito su nessuno, non ci sono movimenti piuttosto folkloristici anche dal lato cristiano?

        0
        • Silvio ha detto in risposta a Marco

          Marco, sei un uomo di sinistra? Mi puoi spiegare perché tutti i laicisti e gli anticlericali votano per la tua area politica: Odifreddi, Hack, Galimberti, Mancuso, Augias, i radicali, l’uaar (è evidentemente di sinistra), Flores d’Arcais e la rivista Micromega e via così…a destra non ne esistono….forse in FLI, che poi è all’opposizione cmq. E’ una coincidenza?

          0
  9. Gabrio ha detto

    Carissimo, mi sembra che ti piaccia interpretare il Magistero a tuo piacimento e questo, con buona pace della tua dottrina di credente “””””””maturo””””””, è un vero e proprio relativismo. La Santa Dottrina distingue nettamente fra le persone di uno schieramento (che dunque posssono portare avanti antidemocratiche che tu stesso hai riferito) e quello stesso schieramento come partito; rileggendo diversi partiti ho trovato che alcuni non hanno mai messo in discussione i valori negoziabili della Chiesa. Se nel programma del Partito Democratico mi trovi espressamente scritto che c’è la volontà di togliere soldi alle famiglie per darle alle coppie di fatto, avresti ragione; se invece questa volontà sei tu che, utilizzando quello che ti sembra un buon ragionamento, la metti insieme staccandoldal contesto idee di persone e incollandolo non si sa come ai vari punti di un programma, questa è una tua personale tesi che io rispetto ma alla realtà degli scritti è poi fallace. Il taci è riferito a questo tuo “vizietto” di prendere le parole del Magistero e rigirartele come ti piace, interpretando arbitrariamente parole e principi. Tanto di cappello se lo presentassi come un tuo pensiero personale… ma qui mi stai dicendo che è la Chiesa a dirlo: io fossi in te un giretto in confessionale me lo farei 🙂 Si sono cattolico e anche democratico, mentre te, che ti definisci non democratico, potresti definirti cattolico e non democratico = totalitario. Anche questo è un mio pensiero, che potrebbe non essere condivisibile, ma non è di certo il Magistero 🙂

    0
  10. Stefano ha detto

    A parte che la democrazia è pura utopia, in quanto non esiste perché ci sarà sempre qualcuno che soffre e si piega per un altro, io nel mio post precedente non ho assolutamente scritto di non essere democratico, dove lo hai trovato? Parli di relativismo e nemmeno t’accorgi che, appoggiando i movimenti di sinistra, non fai altro che incrementare il relativismo imperante dei giorni nostri. La sinistra è, purtroppo, ben rappresentata nella Chiesa (‘Famiglia cristiana’ ne è l’araldo, sbugiardata e stoppata dal Vaticano stesso quando disse ‘Non rappresenta la Chiesa’) e sono coloro che stanno commettendo gli errori più banali; li vedi sfilare, questi pretini falcemartello, che invocano ictus per l’avversario politico, che inneggiano all’acqua ‘nostra madre’, che si vantano di aver dato la comunione ad un ragazzino esclamando ‘così ho fregato la Chiesa, tiè!’, oppure vescovi che non negano insulti ad un soldato italiano caduto in missione di pace, e ce ne sono a non finire di esempi del genere, se vuoi cercarli in rete sono a tua disposizione, basta un click. No, il Magistero non riporta la scritta ‘siamo contro la sinistra’ ma, e lo ribadisco, è superfluo che lo indichi. E sei tu che dovresti portarmi il programma del PD (non sono più comunisti, no! cioè, gli uomini sono quelli del PCI, PDS, DS – quelli della falcemartello nel simbolo – ma sono cambiati, maturati, evoluti…)dove dice espressamente che sono contro l’eutanasia e tutte le altre cose menzionate prima. E non venirmi a dire che le coppie gay non toglierebbero soldi a quelle etero, per favore, che insulti te stesso a scrivere certe cose.

    0
  11. Gabrio ha detto

    Al solito prendi solo quello che ti piace e poi fai un grande minestrone. Mi sembra che ti abbiano ben indottrinato, per cui, la razionalità non può nulla contro la violenza dell’arroganza. Vediamo se anche di fronte all’evidenza riesci ancora a ripetere quello che ti è stato insegnato.
    – Mi dici di vescovi di sinistra che se la prendono con un soldato morto. Che mi dici di vescovi di destra che minimizzano le bestemmie?
    – Mi dici che tutti i comunisti (sono tre volte che te lo spiego, ma tu ti ostini a fare come ti pare… per te i libri di Storia delle Dottrine Politiche servono solo a sorreggere i tavoli, ammettilo!) hanno voluto fare fessa la Chiesa, uccidere tanti preti ecc ecc: Che mi dici di quei sant’uomini che hanno sparato al beato Primo Mazzolari solo perchè non voleva esaltare la figura di Mussolini con un Te Deum? Quindi per te Mussolini è paragonabile a Dio? Il Sant’Uffizio proibì ai cattolici di partecipare alle feste fasciste perchè di chiaro stampo pagano: ovviamente questi qui, che hanno disobeddito, lo hanno fatto per difendere la fede cattolica.
    – Mi dici che non è citato espressamente… se mi dici dov’è citato espressamente nel partito PDL.
    – Quanto ai gay ho scritto letteralmente tutt’altro… sicuro di aver letto tutto e capito cosa intendevo?
    Ribadisco però che le tue idee non sono frutto di una libera lettura di libri, riviste, dibattiti OGGETTIVI e OBIETTIVI (come lo sono i post di questo sito) ma costruiti a partire da POSTULATI NON DIMOSTRATI. Certo non sarò io a convincerti del contrario, ma poi la Storia è un’altra cosa. Sempre che, a tuo avviso, la Storia sia una scienza 😉

    0
  12. Stefano ha detto

    Sei divertente; dove ho sostenuto Mussolini o robe così? da nessuna parte, te lo dico io, perché è impossibile. Quindi, le tue conclusioni sono inutili sin dal primo acchito. Sui gay non hai scritto tutt’altro; hai scritto che se togliessero fondi alle coppie etero etcetcetc. ed io ti ho risposto di non prendermi in giro, perché è e sarà così, se la legge venisse approvata. E lo sarà con la sinistra al governo. Non che voglia giustificare la bestemmia (non sai quanto mi diano fastidio) ma persino Gesù disse ‘bestemmiate contro di me e non contro lo Spirito Santo’. E non ti vantare troppo con me dei libretti rossi che leggi, che la tua ideologia è stata sconfitta dalla tanta amata storia, e tanto tempo fa. Trovo allucinante che un cattolico che si professi tale sostenga idee (eutanasia, ru486 etc di cui NON fai menzione – forse perché non ne parlano nei libretti rossi?)che non solo cozzano contro il cattolicesimo ma contro la Parola di Dio. Contento tu.

    0
  13. Stefano ha detto

    E guarda cosa ho trovato: http://www.tempi.it/sacerdoti-della-curia-milanese-firmano-appello-pisapia-contro-la-moratti
    Questo per sottolineare che se la sinistra entra e agisce porta tutto alla rovina.

    0
  14. Gabrio ha detto

    Carissimo, mi sembra che tu di discutere non abbia proprio voglia. Vivi nelle tue menzogne, non ti rendi neanche conto di quanto sei stato preso in giro. La sinistra ucciderà il mondo, Stefano mio fuggi fuggi! Occhio perchè se incontri un diessino può essere che quello ti ammazza! Sono tutti dittatori che impongono il loro pensiero e sono tutti atei! Fuggi Stefanuccio fuggi! Io sono contrario a tutte le leggi che hai detto, ma soprattutto agli indottrinati come te e i tuoi libretti neri (il mio professore dell’università era uno dell’UDC dichiarato: a patto che secondo te l’UDC sia favorevole al magistero: ma visto quello che hai detto sinora, dubito che tu lo ritenga esatto). Ovviamente sto usando toni goliardici e non offensivi 😉

    0
  15. Gabrio ha detto

    Ah per inciso… a me non mi ha ancora scomunicato nessuno, e ho fatto “”coming out”” 😉 pubblicamente in parrocchia da me: dissi che avevo idee di sinistra ma prima di tutto obbedivo al Magistero. C’era anche il vescovo di zona… come mai che nessuno mi ha detto l’infinità di stupidaggini che riferisci tu? Oppure pretendi di essere superiore pure al vescovo? (Perchè che tu ti reputi superiore al Magistero ormai tutti se ne resi conto da tempo 🙂 )

    0
  16. Gabrio ha detto

    per coming out non si intende che sono gay! ma appunto di sinistra! 😉

    0
    • Stefano ha detto in risposta a Gabrio

      Mi diverti; perché hai quel tono di chi ne sa più degli altri e, per suffragare le proprie tesi, inventa di sana pianta. Il fatto di non essere di sinistra, che ritengo un pregio comunque, non significa che io sia ‘nero’. Già, in precedenza, con la tua uscita su Mussolini ti eri sufficientemente squalificato, ora ragionando per iperboli non ti ha portato a fare una bella figura e nemmeno usare il sarcasmo, ti aiuta. Sì perché non dici nulla di nulla ad esempio sull’articolo di ‘Tempi’ dove, in pratica, ci si chiede come facciano coloro che si dicono cristiani a convivere con ideali anti-cristiani. Quindi, rispedisco al mittente il fatto di non voler discutere (forse non hai argomenti)e i tuoi ‘carissimo’, ‘Stefanuccio’ etc.. qui dentro lo hanno usato in molti per deridermi ma, alla fine, hanno fatto tutti come te: cioè, silenzio. Buona domenica, valà.

      0
  17. nedo ha detto

    Ce ne fossero di atei come lui – Sbaglio o Gesù lasciò il gregge per cercare la pecorella smarrita ??

    Grande Benigni continua così e che tu possa essere di esempio a tanti giovani in questo mondo dominato soltanto dall’apparire e non dall’essere –

    0
  18. Gabrio ha detto

    Certo che di argomenti ne ho… il problema è che quei libri che sono oggettivi ma siccome non ti stanno bene dici che sono rossi… non ho niente contro di te, se non il fatto che mi dici “E’ come dico io e basta!”, il che se vai a vedere è esattamente quello che fanno anche gli uaariini. e cmq io buona domenica te lo dico, ma in maniera amichevole e cordiale 😉

    0
  19. Gabrio ha detto

    http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/cronaca/proposta-santanche/proposta-santanche/proposta-santanche.html a proposito… mi raccomando vota chi vuole crede che le donne debbano svendersi come oggetti. Io sono contrario (come sono contrario alla RU, l’eutanasia, le coppie di fatto, l’aborto ecc ecc) te?

    0
  20. Stefano ha detto

    Meglio in case chiuse che sfruttate da clandestini per la strada, o no? Più controllo, pagherebbero le tasse e, dal punto di vista sanitario, sarebbero maggiormente sorvegliate. E non mi pare, a proposito di ‘donne svendute’, che la tua parte politica si sia stracciata le vesti in occasione del MiSex… La Concita no di certo, dopo le foto osé che fece quand’era giovane; però è così arrogante da fare la moralista-moralizzatrice. E’ questo che non sopporto; tutti noi sbagliamo, facciamo errori più o meno gravi nella nostra vita che possono (e devono) essere perdonati ma c’è sempre da sinistra la voce dei Savonarola che si alza imperiosa! I Di Pietro, Travaglio, De Gregorio, Rutelli etc. sono lì che ci dicono che qualunque cosa stiamo facendo, la facciamo nel modo sbagliato solo perché la facciamo diversa da loro. E questo a me non sta assolutamente bene. Se l’Italia è ridotta com’è ridotta lo dobbiamo anche a loro, Bersani e le sue coop in primis. Buona domenica.

    0
  21. Gabrio ha detto

    e qua casca… Stefano 🙂 non mi sembra che io sia sceso a giudicare le persone (esempio Berlusconi e Marrazzo per le loro pecche morali comprovate). Il Magistero è chiaro in tal senso: la prostituzione va arginata e non fomentata con le case chiuse senza se e senza ma. Cmq non sò se hai notato che siamo scesi in argomenti più prettamente politici che magisteriali… e di nuovo il Magistero insegna che il cristiano deve mettere insieme tutto e valutare. Ma se per te va bene che il tuo partito favorisca la prostituzione, è evednite che il tuo partito non è in conformità col Magistero. Amen.. P.S. buona giornata per le vocazioni a tutti!

    0
  22. Francesco ha detto

    Mi sorprende sempre vedere come, partendo da carciofi e melanzane, si possa arrivare a peperoni e uvaspina. Ragazzi, tutti voi che siete intervenuti, io sono uno dei due autori del libro su Benigni e vorrei trasmettervi la mia verità: dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior. Il che vuol dire: non buttate via nulla, perchè Dio si manifesta a chi vuole, come vuole, dove vuole. “Non so se lassù troverò erba grassa o gramigna. Se sarà erba grassa, lode al creato. Se sarà gramigna, lode al creato” non è una riflessione di San Tommaso o Sant’Agostino, ma la battuta di un film con Terence Hill (“…e poi lo chiamarono il Magnifico”, se vi va di controllare). Pensateci su. E, per favore, date un’occhiata al mio libro. Così potremo parlare da pari a pari.
    Ciao a tutti.

    0
    • Mimmo ha detto in risposta a Francesco

      Sei Francesco Mininni? Mi spiace molto che Stefano e Gabrio abbiano innescato questa sterile discussione. Ho già ordinato il tuo libro e sono d’accordo sul fatto che esistono tante persone come Benigni che hanno fatto un percorso diverso dal nostro ma che riescono ad essere testimoni di Cristo molto più di quanto riusciamo a fare noi, almeno io. E’ un grande dono del Signore!

      0
« nascondi i commenti