In aumento cristiani e islamici, in calo gli atei

Il cristianesimo rimane la religione più seguita al mondo, ma anche l’Islam è in forte crescita. Mentre il numero dei “non credenti”, aumentato di molto nel secolo passato, è ora in lento declino. Tutto questo emerge dall’indagine della Christian Research Association, un importante fondazione australiana (che ha collaborato più volte con il governo australiano). La ricerca compara i dati delle religioni del mondo nel 1910 e nel 2010. Si dichiara di fede cristiana il 33,2% dei quasi 7 miliardi di uomini che popolano la terra. Nel 1910 la percentuale era del 34,8%, ma su un totale di 1,75 miliardi di persone. Il cristianesimo sta crescendo molto in Africa e Sud America. Colpisce l’aumento dei musulmani, che nel 1910 costituivano il 12,6%, mentre oggi sono il 22,4%. Agnostici e atei sono aumentati notevolmente nel corso del secolo scorso, ma con la caduta dell’Unione Sovietica stanno diminuendo negli ultimi 20 anni. Gli induisti sono il 13,8%, mentre i buddisti il 6,8%. In declino il Taoismo cinese, che nel 1910 era al 22%, mentre oggi si ferma, complice la dittatura comunista, al 6,6%. Entrando nel dettaglio dei dati sul cristianesimo, si nota che i cattolici sono poco più della metà del totale dei cristiani, mentre i Pentecostali (in rapida e continua crescita) sono 600 milioni sul totale di 2,3 miliardi. I risultati della ricerca sono apparsi anche su The Age.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________