Spagna, il film più visto è quello su don Pablo Dominguez

Lo scorso 4 giugno nelle sale cinematografiche spagnolo è uscito La ultima cima, il film di Juan Manuel Cotelo. E’ un film/documentario sulla vita di un sacerdote «normale» e ha attirato così tanto gli spettatori che nella seconda settimana la casa di distribuzione ha dovuto aumentare le copie in circolazione, conquistando così il terzo posto nel box office come numero di spettatori per copia. Ancora una volta si dimostra l’apprezzamento da parte della gente per i film che parlano di sacerdoti veri e normali, e non ribelli o controcorrente. Nel film ci sono anche molte interviste spontanee realizzate nelle vie di Madrid. La gente ha risposto a: “Che cos’è un sacerdote? Quanti minuti della tua vita hai dedicato a parlare con un prete? Ti piacerebbe conoscere un buon sacerdote?”. Risultato? 7 persone su 10 apprezzano la figura dei sacerdoti. “A volte pensiamo che i contenuti dei giornali riflettano la società. Le nostre interviste spontanee nella Spagna di Zapatero dimostrano che non è vero“, ha concluso il regista spagnolo. Il film/documentario racconta, attraverso testimonianze e parole, la vita di don Pablo Domínguez, un sacerdote di Madrid morto nel 2009. Il regista, intervistato da Avvenire, ha detto che il progetto è nato dopo che 3000 persone avevano partecipato al suo funerale. Ha così intervistato diverse persone e in poco tempo ha raccolto tante storie di donne e uomini che attraverso di lui si erano avvicinati a Dio. “E’ un uomo che è arrivato al cuore della gente e che ha spinto a vivere una vita piena di senso”, dice Cotelo.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________