Il filosofo Dario Antiseri: «la vera laicità stima il cristianesimo, non è contro»

Il noto filosofo italiano Dario Antiseri, ha recentemente parlato della laicità, chiarendo ancora una volta quale sia il suo significato vero e non strumentalizzato dalla cultura laicista.

Lo ha fatto dalla colonne de Il Corriere della Sera, iniziando il ragionamento dalla «pluralità delle concezioni etiche e delle visioni filosofiche e religiose del mondo», la quale rende inevitabile lo «stabilire regole di convivenza, le regole dell’ordine sociale». Propone dunque «una società aperta, cioè laica», ed essa si verifica «quando a nessuno e a nessun gruppo portatore di una specifica tradizione è proibito di dire la sua, ma dove nessuno e nessuna tradizione è esente dalla critica nel pubblico dibattito. Laico è chi è critico; non dogmatico; disposto ad ascoltare gli altri— soprattutto quanti pensano diversamente da lui— e al medesimo tempo deciso a farsi ascoltare; laico è chi è rispettoso delle altrui tradizioni e, in primo luogo, della propria; il laico non è un idolatra, non divinizza eventi storici e istituzioni a cominciare dallo Stato; non reifica, non fa diventare cose (res), cioè realtà sostanziali, i concetti collettivi (popolo, classe, nazione, sindacato, partito, ecc.) che così si trasformerebbero in entità liberticide». Il laico dunque non è l’ateista, il militante laicista pronto a privare la società della sfera religiosa per una sorta di utopica neutralità.

Antiseri approfondisce proprio questo aspetto: «Laico è, dunque, il cittadino della società aperta — un cittadino che, come dice Popper, “riconosce che gran parte dei nostri scopi e fini occidentali, come l’umanitarismo, la libertà, l’uguaglianza, li dobbiamo all’influsso del cristianesimo“, e che, diversamente dal laicista fondamentalista, sa che “il vero liberalismo non ha niente contro la religione“». Chiude poi citando anche Friedrich von Hayek, filosofo austriaco e premio Nobel per l’economia: «è da deplorare l’anticlericalismo essenzialmente illiberale che ha animato tanta parte del liberalismo continentale del XIX secolo».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

29 commenti a Il filosofo Dario Antiseri: «la vera laicità stima il cristianesimo, non è contro»