Papa Francesco contro le donne? E’ una bufala laicista

Bergoglio donneLa macchina del fango laicista procede a grandi passi contro papa Francesco, eletto il 13 marzo 2013. Segno e dimostrazione che lo Spirito Santo ha davvero ispirato la mente dei cardinali durante il Conclave, tant’è che chi odia i cattolici, impaurito, è elettrizzato per cercare di screditarne subito l’autorevolezza morale.

Ieri abbiamo smontato le accuse principali che arrivano dall’ex guerrigliere marxista Horacio Verbitsky, dal passato decisamente torbido dato che era membro dell’organizzazione terroristica Montoneros e responsabile di un attacco armato all’edificio Libertador (marzo 1976), nel quale persero la vita diversi civili innocenti. Egli è stato associato anche all’assalto alla caserma di La Tablada nel 1989, che ha causato la morte di 39 persone e decine di feriti. Il terrorista –definito in questi giorni “povero bugiardo” dal perorista Julio Bárbaro- ha accusato di complicità Bergoglio con la dittatura argentina. Nessuna prova, nessun indizio è stato trovato in ogni caso -come ha riconosciuto lui stesso su Repubblica-, è emersa solo la testimonianza dell’argentino premio Nobel per la pace, Adolfo Pérez Esquivel alla BBC: «Ci sono stati vescovi che erano complici della dittatura in Argentina, ma non Bergoglio». E’ intervenuta anche l’ex membro della Commissione Nazionale sui desaparecidos (CONADEP), creata dopo il ritorno alla democrazia, Graciela Fernández Meijide, che ha detto: «non esistono prove per collegare Bergoglio in collaborazione con la dittatura. Per niente. So invece che ha aiutato molta gente a lasciare il paese, sono sorpresa di alcuni commenti che tradiscono una visione cospirativa».

Un’altra accusa gira frenetica sul web, ovvero una citazione di Bergoglio contro le donne. Quand’era arcivescovo di Buenos Aires, avrebbe detto: «Le donne sono naturalmente inadatte per compiti politici. L’ordine naturale ed i fatti ci insegnano che l’uomo è un uomo politico per eccellenza, le Scritture ci mostrano che le donne da sempre supportano il pensare e il creare dell’uomo, ma niente più di questo». E’ tutto falso, è un’ennesima bufala laicista. La frase viene riportata quasi sempre senza fonte, tranne in pochi casi in cui vi è scritto “Buenos Aires, 4 de junio 2007 (Télam)”. Télam è la più grande agenzia di stampa argentina, peccato che se si fa una ricerca nell’archivio di Télam, relativa agli articoli del 4 giugno 2007, non si trova nulla. Neppure se si immette nel motore di ricerca interno la presunta frase detta da Bergoglio (ovviamente in spagnolo, chiunque può provare).

Questo perché la bufala è nata nel 2007 quando Cristina Kirchner è stata candidata alla presidenza dell’Argentina. La citazione è stata inventata dal nulla ed è stata scritta per la prima volta su “Yahoo Answers” da un argentino con il nickname “Bumper Crop”, che ovviamente non ha citato alcun link. Lo scopo, è spiegato sui siti argentini, era inventare un attacco del cardinale Bergoglio alla Kirchner. Inoltre, la frase contraddice completamente la nota amicizia e l’ammirazione del pontefice per molte donne argentine che hanno ricoperto cariche politiche e che si sono con lui congratulate dopo la sua elezione a Pontefice. Una sua grande sostenitrice, ad esempio, è l’attivista per i diritti umani, Alicia Oliveira, salvata da lui dalla dittatura argentina, che ha raccontato di aver ricevuto da lui un mazzo di rose quando è stata licenziata dal ruolo di giudice della Corte suprema da parte del governo dittatoriale, mostrando in questo modo il suo totale sostegno.

Bergoglio con presidente Argentina

Infine: una ricerca approfondita su Google, spiegano i siti web anti-bufale, dimostra che prima di 13 marzo 2013 non vi è traccia di tali dichiarazioni in rete, tranne che, appunto, su Yahoo Answers. Questo è assurdo: se davvero i media argentini (o internazionali) avessero ricevuto dall’agenzia Télem (o da qualsiasi altra fonte attendibile) le dichiarazioni misogine dell’arcivescono di Buenos Aires, certamente le avrebbero pubblicate, montando, giustamente, uno scandalo. Questa è la prova definitiva. In queste ore, fortunatamente, anche qualche quotidiano importante comincia a riportare la verità, ma come sempre la risposta è troppo lenta rispetto alla diffusione della bufala diffamante. Alcuni politici del Costa Rica, per esempio, hanno già parlato ufficialmente di Papa misogino.

Tornando alle altre false accuse, quelle di complicità con la dittatura argentina di papa Bergoglio, un’ottima continuazione e approfondimento del nostro articolo è stata realizzata, oltre che da Avvenire, anche da Massimo Introvigne su La Nuova Bussola Quotidiana, dove ha spiegato che il caso, nonostante gli sforzi di questi giorni, è praticamente chiuso. La ricostruzione di Verbitsky è fantasiosa, soprattutto perché descrive un mondo bianco o nero, mentre la storia è ben più complessa: c’era davvero un pericolo di una deriva comunista, come a Cuba, e nei primi mesi della dittatura era diffusa l’idea che i militari potessero mettere ordine e dare ossigeno a un’economia moribonda, lo pensavano anche esponenti della sinistra politica argentina e anche numerosi esponenti cattolici, laici e religiosi. Poi le cose non andarono così, ma, nessuno poteva prevederlo. Quando poi le cose furono chiare, così come è avvenuto durante il nazismo, un aiuto silenzioso è stato preferito a parole di pubblica condanna della dittatura, che -come ha spiegato Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera«del resto non sarebbero state possibili se non a prezzo della vita», e oltretutto avrebbero certamente avuto come risultato un incremento reazionario di violenze, anche contro gli stessi cattolici.

Simone F.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

77 commenti a Papa Francesco contro le donne? E’ una bufala laicista

« nascondi i commenti

  1. anderson ha detto

    Da non credente, anche io trovo stupidi e inutili questi attacchi verso un papa (e più in generale, verso chiunque) che oramai, nel 2013 hanno vita molto breve….

    0
    • Alèudin ha detto in risposta a anderson

      cosa succede nel 2013? Ti ha telefonato Giacobbo di cazzenger con uno scoop millenaristico sulla fine della Chiesa?

      E’ proprio vero che i non credenti credono a tutto.

      0
    • Fede ha detto in risposta a anderson

      hanno vita breve fino ad un certo punto… la gente sente solo quello che vuole sentire… tutti i miei conoscenti non credenti (ma anche molti credenti) sono già convinti che il nuovo papa sia un sostenitore della dittatura, un assassino e un misogino..e anche se cerchi di smentire queste bugie -ammesso che ti diano retta- a loro rimane comunque sempre il dubbio e sul mio fb la frase che continuo a leggere di più è “La Chiesa è la più alta di tutte le corruzioni immaginabili” di Nietzsche con sotto le foto del papa, cardinali etc….

      0
    • Ivanom ha detto in risposta a anderson

      Ragazzi, per una volta ogni tanto che arriva un Ateo educato, non facciamo subito brutta figura 🙁 Ti chiediamo scusa anderson

      0
  2. xxxx ha detto

    Ottimo, dopo un maldestro tentativo di annoverare il nuovo papa tra i progressisti (la sinistra), ora, dopo neppure 48h e’ un nazista convinto. Con papa Ratzinger ci e’ voluto qualche mese prima che la macchina del fango si mettesse in moto, oggi l’avvio e’ istantaneo (o quasi). Sono contento, se Satana, i suoi figli e seguaci sono cosi’ preoccupati (PER NON DIRE INCAZZATI), vuol dive che papa Francesco e’ l’uomo giusto per i nostri tempi. VIVA IL PAPA!

    0
  3. Enrico ha detto

    Trovo desolante che queste bufale vengano riprese acriticamente non solo da qualche blogger sprovveduto ma anche da organi di informazione che fanno riferimento a quotidiani e/o telegiornali a diffusione nazionali. Ed il brutto è che in molto casi a mio parere non è neanche una questione di mala fede, è che proprio c’è gente disposta a bersi di tutto, senza questionarlo minimamente. L’ha detto il web e quindi per loro dev’essere vero. Ancora complimenti per il lavoro che fate!

    0
    • Emanuele ha detto in risposta a Enrico

      …no, è proprio questione di malafede.

      E’ stato fatto un vero e proprio dossieraggio su tutti i cardinali (compresi i più improbabili); infatti, le accuse sono partite un secondo dopo la proclamazione.

      Molte testate, come Il Fatto, tengono alta la guardia postando ad intervalli regolari presunti scoop con titoli roboanti… poi se leggi il testo sono molto più dubbiosi, ma quello che fa presa è il titolo. In questo modo è praticamente impossibile replicare via post, centinaia di commenti si accavallano e non appena le acque si calmano, via un altro articolo…

      Questa è strategia, bella e buona…

      0
  4. Penultimo ha detto

    Gossip e “avvelenamento del pozzo” già in principio,è vergognoso.Sono dei buffoni nel predicare il dialogo tanto quanto incompetenti nell’informare le persone!Dal punto di vista laico sono la morte della libertà di pensiero.Stanno li blaterare sul nulla,il niente assoluto, anche dal punto di vista delle idee politiche.

    Complimenti uccr.

    0
  5. luca ha detto

    se la notizia è falsa (ora farò altre verifiche) meglio per tutti.

    Ma se la notizia fosse stata vera, voi avreste chiesto le dimissioni del Papa?

    0
    • Umpalumpa ha detto in risposta a luca

      Con i se non si fa la storia. Tu chiedi le dimissioni dei pennivendoli/politicanti che hanno riportato queste falsità??

      0
    • Penultimo ha detto in risposta a luca

      Luca X)))ho detto “fallacia avvelenamento del pezzo”per loro

      Fallacie di presupposizione sottocategoria:

      “Domanda multipla (o complessa): quando nella domanda si dà per scontato qualcosa che non è stato ancora dimostrato. Di solito viene utilizzata come trappola verbale per ingannare lo sprovveduto.
      Esempio: Hai smesso di rapinare banche? In questo caso la domanda presuppone una risposta ad una domanda logicamente antecedente.
      Oppure: Mi spieghi come hai fatto a copiare il compito in classe? ”

      Lassa stà la retorica che non è il fatto quotidiano.

      0
    • unafides ha detto in risposta a luca

      Se la notizia invece si rivelasse falsa saresti disposto a chiedere le dimissioni dei giornalisti che hanno scritto gli articoli? E insieme a loro saresti disposto, a causa di una chiara responsabilità oggettiva, a chiedere le dimissioni dei direttori di giornali o telegiornali che hanno pubblicato la notizia? E saresti disposto a dire a chiunque tiri fuori questa notizia che si tratta di un’invenzione creata con l’unico proposito di screditare una persona e con lui un’intesa confessione? Saresti disposto?

      0
    • Enrico ha detto in risposta a luca

      Luca, il punto è che la notizia è FALSA, è una PANZANA CLAMOROSA, che diavolo di senso ha sindacare cosa sarebbe successo se fosse stata vera? Forse per te questa è una curiosità lecita perchè magari come un buon boccalone all’inizio c’avevi pure creduto, ma anzichè immaginare scenari improbabili pensa al fatto che ci sono organi di stampa nazionale (e suppongo internazionale) che getta fango su un uomo basandosi su una fonte attendibile come Yahoo Answer (cioè, ci rendiamo conto: Yahoo Answer!!!!!!! Siamo davvero ridotti malissimo…). Qui il dramma non è tanto per la Chiesa ingiustamente infangata, ma per l’intelligenza del genere umano, che da questi espisodi ne esce malissimo…

      0
      • Emanuele ha detto in risposta a Enrico

        …non scordiamo chi è il loro padrone: ci sono i figli della Luce e quelli della menzogna…

        0
    • Emanuele ha detto in risposta a luca

      …No!

      A tutti capita di dire qualche cavolata, i Cardinali non ne sono immuni… (e neppure i commentatori, chi ha orecchi per intendere…)

      0
    • Sophie ha detto in risposta a luca

      Però, volendo seguire il tuo discorso, un San Paolo per via del suo pessimo passato non avrebbe mai potuto essere nè Santo nè Papa.

      0
    • Kosmo ha detto in risposta a luca

      “ora farò altre verifiche”

      ma guarda questo…
      come se ci minacciasse…
      mamma mia come vi siete ridotti…
      mi fate pena.

      0
  6. Katy ha detto

    Volete farvi una risata? Guardate le risposte ricevute da Massimo Franco, uno dei mille vaticanisti improvvisati che per settimane ha fatto ipotesi e supposizioni sul nuovo papa, facendo cilecca su tutto. E che ora vengono a profetizzare come sarà il pontificato di Francesco…roba da matti! Loro si dovrebbero licenziare…chi sbaglia va a casa, non soltanto per i politici!!

    http://www.corriere.it/esteri/speciali/2013/conclave/notizie/15-marzo-per-la-successione-a-bertone-franco_d607f5e2-8d3c-11e2-b59a-581964267a93.shtml

    0
    • Pino ha detto in risposta a Katy

      trovo gli articoli di Franco veramente ameni, ogni tanto mi diverto anch’io a stuzzicarlo sul Corriere

      0
  7. lorenzo ha detto

    A gettar fango, qualche schizzo rimane…
    http://www.youtube.com/watch?v=NgFwj7_HSEc

    0
    • Franceschiello ha detto in risposta a lorenzo

      Quindi all’orgine di tutta questa storia c’è un idiota qualunque che ha scritto una cassata su Yahoo Answers…

      …ma solo io non riesco a capacitarmi dell’enormità di questa cosa?

      0
      • lorenzo ha detto in risposta a Franceschiello

        “… un idiota qualunque che ha scritto una cassata su Yahoo Answers…”?
        Tieni presente che la presidente dell’Argentina Kirchner considerava il card. Bergoglio il suo più pericoloso oppositore politico e, come ben sai, la diffamazione è un’ottima arma politica…

        0
        • Emanuele ha detto in risposta a lorenzo

          Calunnia senza timore: qualcosa rimane sempre attaccato” (Plutarco)

          0
          • lorenzo ha detto in risposta a Emanuele

            Ti ringrazio per la citazione che non ricordavo più a chi attribuire: è la roprova che le tecniche di manipolazione delle masse sono immutate da millenni.

            0
      • manuzzo ha detto in risposta a Franceschiello

        è come quella storia che l’estate scorsa la Chiesa controllava il 70% di beretta. Chi si va a informare trova che Beretta è una fabbrica d’armi nella forma di gruppo societario ed è impresa familiare (in termini di partecipazioni azionarie), senza componenti porporati o clericali. Però le bufale che si scrivono su internet vanno avanti, e credo ancora oggi ci sia che dice che la Chiesa è azionista di maggioranza in beretta.

        0
  8. Umpalumpa ha detto

    Rinnovo i complimenti per il lavoro che fate. Siete decisamente in gamba.

    Consiglio per i gestori di Uccr. Fate una sezione del sito in cui raccogliete tutte le bufale che hanno subito i papi nel corso dei secoli e relative smontature. Per esempio scarpe di Prada, Benedetto16 nazista, Giovanni Paolo 2 agente Kgb e/o Cia (a seconda se la critica arrivava da dx o da sx) ecc
    Potreste farci un libro. Potreste chiamarlo “non praevalebunt”

    0
  9. Pino ha detto

    la notizia circa la dichiarazione sulla predisposizione delle donne in politica attribuita al Papa è falsa. Su questo non ci sono dubbi. Però io un dubbio sulle capacità delle donne in politica dopo aver visto all’opera il ministro Fornero ce l’ho e anche grosso.

    0
    • Fede ha detto in risposta a Pino

      Be se la metti su questo piano visto quello che hanno fatto uomini come Hitler e Stalin (e la lista sarebbe infinita).. il dubbio mi sorge anche sulle capacità maschili di fare politica.. un dubbio immenso 🙂

      0
      • Pino ha detto in risposta a Fede

        ma in quei tempi le donne non erano in politica, quindi un simile paragone non regge. Altrimenti dovremmo andare indietro anche ad Attila, a Gengis Khan o ad altri personaggi che non sono ricordati per gesta encomiabili. Dobbiamo quindi considerare il recente periodo storico da quando le donne hanno assunto ruoli di responsabilità come ministri o capi di grandi aziende, ruoli che una volta erano riservati solo agli uomini. Rimanendo in Italia non solo la ministra Fornero ha fatto registrare una performance ridicola con le due leggi partorite dalla sua mente, la riforma delle pensioni nella quale si è “dimenticata” di decine di migliaia di persone rimaste senza stipendio e senza pensione, cosa mai accaduta prima, e quella del mercato del lavoro ancor più demenziale grazie alla quale migliaia di lavoratori con contratti a termine sono stati lasciati a casa, ma per esempio anche la Marcegaglia messa alla testa della Confindustria non ha certo dato di sè una grande immagine. Oppure vogliamo parlare della Camusso? No, meglio di no.

        0
        • Fede ha detto in risposta a Pino

          Vabè questa teoria è fallace… vorresti convincerci che se le donne fossero state attive in politica all’epoca di Stalin, Hitler, Attila etc sarebbero state peggiori di loro? Non regge su nessuna logica questa teoria… e cmq ti ricordo che i provvedimenti orribili (mi trovi concorde) della Fornero sono stati votati e appoggiati da tutto il governo tecnico di Monti e da chiunque ha espresso il voto a favore…Generalizzare non ha senso, si creano solo divisioni inutili.. è più corretto dire che -purtroppo- spesso uomini e donne sono un fallimento in politica…

          0
  10. GiuliaM ha detto

    Te pareva… sai quanti miei contatti Facebook ci sono cascati come pere cotte… tanto finchè si parla male del Papa va bene!

    0
  11. Antony ha detto

    Si è vero, scrivetelo questo libro, ma senza scrivere che sono bufale. Sapere quanti soldi fareste????

    0
  12. Lugh ha detto

    E meno male che secondo questi “autorevolissimi” laicisti è la religione a basarsi su una menzogna!

    Gli stessi che affermano che madre Teresa navigava nell’oro e che Gandhi era un fascista.

    0
    • manuzzo ha detto in risposta a Lugh

      stano, non sapevano se la prendessero anche con gli indiani. Il loro padrone fa in modo che comincino a discriminarli perché saranno i cristiani del futuro, visto come sta venendo missionata l’India? chissà. CMQ questo intervento forse è OT.

      0
  13. mogo ha detto

    non discuto le illazioni presunte o tali su Bergoglio, ma l’ultimo paragrafo e specialmente “La ricostruzione di Verbitsky è fantasiosa, soprattutto perché descrive un mondo bianco o nero, mentre la storia è ben più complessa: c’era davvero un pericolo di una deriva comunista, come a Cuba, …” mi lascia perplesso. Lo metto in conto all’ignoranza dell’autore rispetto a quello che fu in Argentina, nonché alla stupidità.
    Davanti a quelle atrocità si, il mondo è bianco o nero. Come davanti a qualsiasi uccisione di persone per motivi politici o per un opinione diversa, come qualsiasi uccisione di innocenti in nome di un Dio o di un ideologia di sinistra o di destra. Le scuse idiote, le motivazioni, le spiegazioni del contesto economico o storico non hanno posto in una coscienza umana (cristiana o laica che sia).

    0
    • Salvatore ha detto in risposta a mogo

      Innanzitutto è una parte dell’articolo scritto da Introvigne, in secondo luogo si parla dell’inizio della dittatura quando in tanti pensavano davvero che i militari avrebbero sistemato le questioni del Paese, sopratutto economiche. Soltanto in seguito cominciarono le torture e le uccisioni, così come avvenne per il nazismo (votato dalla democrazia tedesca!!).

      L’ignoranza è tua, come di tutti gli storici improvvisati che vogliono dividere il mondo in buoni e cattivi. Atteggiamento sciocco che non può avere posto in una coscienza umana.

      0
      • mogo ha detto in risposta a Salvatore

        Non m’interessa chi ha scritto il paragrafo. Se impari a leggere quello che c’è scritto e non divagare su quello che non ho puntualizzato, probabilmente riusciresti ad articolare una risposta intelligente. E potrai spiegarti anche il perché senti il bisogno di puntualizzare il fatto che il nazismo sia stato “votato dalla democrazia tedesca”.

        Potrei spiegarti che nessuno divide il mondo in buoni e cattivi e che il tuo modo di tradurre quello che ho scritto (te lo maiuscolo di nuovo: SI, CERTE AZIONI, SI POSSONO SOLO CONDANNARE, SENZA NESSUNA SCUSA) e stupendamente coerente con una visione di monopensiero unidirezionale. Ma è più semplice dirti: non provare a interpretare quello che non capisci o che non ti piace, lascia ad altri, non ti stressare più di tanto.

        0
        • Nemo ha detto in risposta a mogo

          Tu scrivi:

          “Davanti a quelle atrocità si, il mondo è bianco o nero. Come davanti a qualsiasi uccisione di persone per motivi politici o per un opinione diversa, come qualsiasi uccisione di innocenti in nome di un Dio o di un ideologia di sinistra o di destra. Le scuse idiote, le motivazioni, le spiegazioni del contesto economico o storico non hanno posto in una coscienza umana (cristiana o laica che sia).”

          Poi rincari con:

          “SI, CERTE AZIONI, SI POSSONO SOLO CONDANNARE, SENZA NESSUNA SCUSA”

          Mogo, non so il perché ma, ogni volta che leggo dei post come i tuoi penso a quel pavido “eroe” della resistenza italiana che rispondeva al nome di “Giorgio Amendola” l’ideatore dell’attacco dinamitardo di via Rasella che portò all’eccidio delle Fosse Ardeatine.

          Fossi in te, prima di dare dell’ignorante all’autore dell’articolo qualche lettura in più la farei (e non solo sulla storia dell’Argentina).

          Anche Amendola vedeva il mondo in “Bianco e Nero” (anzi, rosso e nero) poi come è finita, lo sappiamo tutti.

          0
        • Salvatore ha detto in risposta a mogo

          Il nazismo non solo è stato votato dalla democrazia tedesca ma si è anche alleato con la dittatura atea di Stalin, senza che gli atei occidentali vogliano mai parlare di questo, come tu dimostri.

          In ogni caso: i militari argentini erano visti all’inizio come una promessa per migliorare la situazione, è evidente che ci furono reazioni positive a loro (anche da sinistra), nessuno può prevedere il futuro.

          Il resto che dici non ha senso, dunque è inutile commentarlo. L’importante è che capisci questo passaggio, cosa difficile per chi si improvvisa intellettuale.

          0
    • Emanuele ha detto in risposta a mogo

      …E’ molto facile commentare la storia con il senno di poi, ma è impossibile prevedere cosa sarebbe successo se le cose fossero andate leggermente diverse da quelle che sono state.

      E’ meglio una dittatura militare o una marxista? E meglio un regima autocratico o una guerra civile?

      Il giudizio morale sui comportamenti dei singoli non può essere formulato a posteriori decontestualizzando le persone dai fatti. Per il giudizio morale di un fatto storico si deve valutare le azioni di una persona nel contesto: agì in modo ragionevole? adottò condotte sproporzionate? fu connivente o solo pusillanime? Agì in buona fede? Si comportò in modo crudele o cercò di limitare i danni? etc.

      Ad esempio, le colpe di Goebbels o di un soldato semplice della Wehrmacht, magari mandato al fronte controvoglia, non possono essere messe sullo stesso livello, benché entrambi collaborarono al regime nazista.

      0
    • lorenzo ha detto in risposta a mogo

      Vista la tua affermazione che “il mondo è bianco o nero”, vorrei farti una domanda:
      come giudichi quei manifestanti che invocano la presa dl potere da parte dei militari egiziani per fermare i fratelli mussulmani che hanno posto la sharia (digita la parola e cerca immagini o video) alla base di tutte le elggi del paese?
      http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/03/15/Manifestazione-Cairo-forze-armate_8404685.html

      0
    • Penultimo ha detto in risposta a mogo

      Non sono d’accordo sul fatto che sono illazioni,sono calunnie e diffamazione insoportabile.

      Essendo che questa espressione è un pensiero doppio dunque una fallacia:

      “L’uomo è buono e cattivo” o in inerenza figurata “l’uomo è bianco e nero”

      Ha ragione Mogo a dire che certe azioni si possono solo condannare,ma dire azioni significa affermare un solo evento non una pluralità di eventi che invece possono essere buoni e cattivi per tempi diversi attributi diversi.Ora la storia non può essere considerata coma “un” evento ma come una concatenazione di eventi Buoni e cattivi,ma nella loro particolarità medesimo tempo per medesimo attributo di evento sono buoni o cattivi.Tuttavia mogo,l’importanza non è sapere che le cose sono “buone o cattive”,l’importanza è cosa è il “buono” e cosa è il “cattivo”,anche solo per potersi esprimere sul fatto che è “o buono o cattivo”.Senza saperlo infatti molti uomini della storia hanno reputato i loro stermini “buoni” e la “pace” un male.

      0
  14. paola ha detto

    sinceramente io sono contenta che siano bufale.

    0
  15. Emanuele ha detto

    Pare che anche le foto ed i filmanti che ritrarrebbero Bergoglio in compagnia di Videla o addirittura porgergli l’ostia siano dei falsi… stessa tecnica usata per Ratzinger, si prende una persona che gli somiglia vagamente e si costruisce una bella storia…

    0
  16. paola ha detto

    figurati io ce dubbio debba avere su Berlusconi o Grillo, altro che Fornero!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Gli uomini non son adatti per la politica, le donne sono adatte invece!!!!!!!!!!!!!!! Le conseguenze di quello che fanno gli uomini sono sotto gli occhidi tutti.

    0
    • lorenzo ha detto in risposta a paola

      Forse sarebbe più corretto dire: le conseguenze di ciò che fanno gli esseri umani, sia uomini che donne, sono sotto gli occhi di tutti.

      0
  17. Locca ha detto

    Per una volta anch’io mi accodo ai complimenti per l’articolo e per la repentina smontatura della bufala.

    0
  18. Giannino ha detto

    La prova sarebbe che voi non avete trovato quella frase?

    secondo voi non avrebbe mai detto:
    “L’ordine naturale ed i fatti ci insegnano che l’uomo è un uomo politico per eccellenza, le Scritture ci mostrano che le donne da sempre supportano il pensare e il creare dell’uomo, ma niente più di questo”

    forse dovreste cercare meglio…

    0
    • Salvatore ha detto in risposta a Giannino

      Che commento sciocco, Giannino. Ti confermi per quel che sei…
      Inutile replicare ad un commento provocatore ed evidentemente privo di senso.

      Pensare che Giannino una volta ha detto: “Le donne puzzano più degli uomini” Fonte: Télem, 13 agosto 2006.

      Chi vuole contraddirmi?

      0
    • lorenzo ha detto in risposta a Giannino

      Giannino, una fonte ben informata come “Telem” afferma che tu hai detto che “Le donne puzzano più degli uomini”: con che coraggio critichi chi la pensa come te?

      0
    • Daphnos ha detto in risposta a Giannino

      Qui voglio un commento di Penultimo sulla fallacia logica che trasforma una proposizione verosimile in affermazione vera perché concorde a un preconcetto 😉 .

      0
      • Penultimo ha detto in risposta a Daphnos

        No posso dire quel che penso visto che hai già puntualizzato tu sul fatto che indubbiamente è una fallacia, ab ignorantiam.

        “Pegaso esiste perchè non nè hanno dimostrato la sua non esistenza”
        Nemmeno se UCCR non avesse DIMOSTRATO che non esiste,anche fosse stata sul piano del probabile non la si poteva afferire al Papa.Ma qui Giannino non si rende conto che hanno ADDIRITURA dimostrato che non sussiste,il resto è fanatismo di uno stupido,non stupido per natura,ma perchè si autorende tale.Una cosa è bene o male in un evento?Ebbene giannino sei un diffamatore dunque inascoltabile oltre che fanatico e irrazionale per questo singolo commento.

        0
        • Penultimo ha detto in risposta a Penultimo

          Oltretutto è falsa anche questa:

          Ipotizzo dunque è.

          L’ipotesi è una possibilità dell’è ma è un non è in relazione a se stessa..

          Non è dunque è.

          “Ipotizzo il multiverso dunque è.”

          Ipotizzo che il papa affermi qualcosa dunque la ha detta.

          Ipotizzo che giannino sia un puffo dunque è un puffo.

          0
    • beppina ha detto in risposta a Giannino

      forse dovreste cercare meglio…

      Dai, illuminami d’immenso… dammi la fonte.

      0
  19. GiuliaM ha detto

    http://blog.panorama.it/ora-di-religione/2013/03/15/poi-si-diventa-ciechi/
    Segnalo questo buon articolo da Panorama, di cui mi ha colpito la parte finale ricca di citazioni dalla Arendt, molto attuali…

    0
  20. Titti ha detto

    Può solo farmi piacere che le notizie apparse sul presunto passato “oscuro” di Bergoglio siano bufale, anche perchè, da come stà agendo, mi sembra tutto fuorchè pavido, bravissimo ad allontanare un cardinale accusato di aver coperto i preti pedofili, a pelle, non mi dispiace affatto, anche se c’è stato un attimo di imbarazzo, quando in piazza San Pietro, hanno nominato Bergoglio, oltrettutto in latino, visto che non era un nome frà quelli citati come papabili nei giorni scorsi. Speriamo che anche la frase sulle donne risulti essere una bufala, ci sarà il tempo per appurarlo. PS: mik ha fatto tenerezza la ex-fidanzatina di quando erano entrambi poco più che bambini, e mi ha fatto tenerezza il cardinale protodiacono, sembrava (scusatemi!) schizzato, poverino…

    0
    • GiuliaM ha detto in risposta a Titti

      Speriamo che anche la frase sulle donne risulti essere una bufala, ci sarà il tempo per appurarlo.
      Ahahahahahah! Scusa ma mi hai fatto morire dal ridere! Di cosa pensi che parli l’articolo che stai commentando?

      0
      • Titti ha detto in risposta a GiuliaM

        Scusata: quante volte rido io… 🙂

        0
        • GiuliaM ha detto in risposta a Titti

          Seriamente: l’hai letto l’articolo o no? Sbugiarda proprio la bufala su papa Francesco, di cui tu aspettavi ansiosamente la smentita. Leggere, prima di commentare 🙂

          0
          • Titti ha detto in risposta a GiuliaM

            Meglio così, no? A parte che per tante persone, non sarebbe neanche una frase da incriminare…

            0
    • Sophie ha detto in risposta a Titti

      “il cardinale protodiacono, sembrava (scusatemi!) schizzato, poverino…”

      Se ho capito quale intendi non è schizzato, ha semplicemente avuto un ictus…
      Hai fatto bene a scusarti in anticipo.

      0
      • Titti ha detto in risposta a Sophie

        Ma lo sò, poverino, faceva tenerezza!

        0
        • Sophie ha detto in risposta a Titti

          Ah lo sapevi… ancora più grave allora! Etichettarlo con l’appellativo irrisorio di “schizzato”, ti ci vorrei vedere a te così poi vedi se non t’offendi…
          Lo sai che i malati non si deridono? Vabbè chiudo qua, non intendo far polemica. Buona giornata.

          0
          • Titti ha detto in risposta a Sophie

            Ho avuto mia madre a lungo malata, ho saputo dopo che il cardinale in questione era malato, sinceramente pensavo fosse assonnato, ho un congiunto, che spesso hanno offeso a causa della sua condizione, ti basta? Non intendevo di certo offenderlo, se il tuo insistere su un commento fatto in buona fede (almeno da parte mia) è dovuto non tanto al commento in se, ma a me, pace amen, mucala lì!

            0
  21. Daniele ha detto

    Il brutto delle false calunnie è che, anche una volta che sono state smontate, lasciano la loro ferita in chi le ha ricevute.
    Ricordate, ad esempio, il “caso Tortora”: lui era completamente estraneo ai fatti di cui alcuni lo accusavano (complicità con la mafia), però fu comunque rinchiuso preventivamente in carcere per vari anni, in attesa di essere – come poi avvenne – “assolto con formula piena per non aver commesso il fatto” e quindi liberato.
    C’è però un “piccolo” problema: il grande stress psico-fisico patito negli anni d’ingiusta carcerazione fecero insorgere nel suo corpo un tumore maligno (la relazione tra stress e tumore non è una fantasia, ma una realtà che gli oncologi sono in grado di documentare) che in breve tempo lo condusse a morte.
    Questo per dire cosa? Che chi calugna il Papa o qualsiasi altro essere umano senza fornire uno straccio di prova dovrebbe mettersi una mano sulla coscienza e cercare di capire il male gratuito e vigliacco che sta infliggendo ad un innocente.
    Perciò prego lo Spirito Santo, che è il Paraclito (cioè il Consolatore): che dia al Papa quella pace e quella serenità di cui il successore di Pietro ha bisogno per svolgere il proprio compito e che illumini le menti degli ingiusti calunniatori affinché si convertano alla Verità e desistano dal divulgare falsità.

    0
  22. Daniele ha detto

    Però se Papa Francesco prendesse posizione contro le Femen, contro i loro slogan alquanto bizzarri, contro i loro contenuti abberranti e contro i loro blitz irrispettosi dell’altrui libertà io ne sarei estremamente contento!
    Le Femen, infatti, nella loro testa credono di proporre un modello di donna libera dalle regole, ma in realtà propagandano soltanto un modello di donna schiava del sesso. Perciò chi si dichiara davvero dalla parte delle donne dovrebbe additare come errati e contrari alla dignità della donna i comportamenti delle Femen.

    0
    • lorenzo ha detto in risposta a Daniele

      Copia incolla da un articolo di “Llibero”:
      “… L’organizzazione di protesta è stata fondata a Kiev, Ucraina, nel 2008 ma la città che ospita il “centro di addestramento” è Parigi. Il gruppo, formato da ragazze per lo più giovanissime, è strutturato in maniera ottimale con punti di appoggio in tutta Europa e, secondo alcune indiscrezioni, presto anche in Canada, Usa, Brasile e Israele. La domanda sorge spontanea: chi sponsorizza il progetto? Da dove provengono i fondi necessari per poter mettere a segno gli atti provocatori che fanno il giro del mondo? Lo scorso autunno una giornalista del canale tv 1+1 si è arruoalata, figendosi una seguace, per studiare gli scalini piramidali del movimento. Secondo il report le ragazze percepirebbero un lauto compenso di mille euro al mese, 2500 invece per quelle che lavorano nella sede ucraina (dove il salario medio di un lavoratore non supera i 500 euro). Le dimostranti della capitale francese sarebbero le più retribuite: 1000 euro al giorno. Chi c’è dietro a tutto questo? Chi compila gli assegni? Chi siede in cima alla piramide? Sempre secondo la reporter di 1+1 l’organizzazione Femen sarebbe tutelata da un “businessman” americano con forti coinvolgimenti economici a Kiev: Jed Sunden. E viene quasi automatico chiedersi: perchè?”

      0
« nascondi i commenti