Proposta di legge per proclamare la croce di Ground Zero monumento nazionale

Dopo le proteste, considerate prive di fondamento, degli UAARini d’oltreoceano, arriva da un deputato repubblicano, Michael Grimm, la proposta di proclamare la Croce trovata tra le macerie di Ground Zero un monumento nazionale.

Di un’altezza complessiva di 6 metri, la croce era precedentemente stata posizionata in una chiesa vicino, ed è stata successivamente trasferita presso il “National September 11 Memorial and Museum” innescando infantili reazioni dell’associazione “American Atheists”, subito respinte dai parenti delle vittime e da gran parte della città di New York (cfr. Ultimissima 15/8/11). L’American Center for Law and Justice, organizzazione cristiana che promuove la libertà religiosa nel mondo, ha anche deciso di sporgere denuncia nei riguardi dell’associazione di atei militanti.

Il deputato Grimm, riferendosi all’American Atheist, ha dichiarato: «questo gruppo disonora i sentimenti religiosi di milioni di persone con l’unico obiettivo di guadagnare l’attenzione dei media». Ricorda molto la dichiarazione di un esponente dell’Italia dei Valori, Paolo Eusebi, nei confronti dell’UAAR dopo che un suo adepto (un vigile urbano in pensione) propose di prelevare del DNA dalle ostie consacrate per verificare se ci fosse veramente Dio. Eusebi rispose: «Da troppo tempo sono costretto ad ascoltare le sciocchezze che gli “Atei e agnostici razionalisti” sono costretti a pronunciare per dimostrare di essere vivi» (cfr. Ultimissima 4/2/11).

Tornando all’America, il padre Francescano Brian Jordan ha ricordato inoltre che «la croce è simbolo di consolazione e di conforto per tutti coloro che hanno perso i propri cari e di speranza per i vivi». Ancora una volta si è dinnanzi ai soliti tentativi dei promotori dell‘ateismo belligerante di farsi, in primis, pubblicità senza rimorso per ciò che veramente quella croce tende a ricordare. In secondo luogo, come al solito, si vedono gli atei “illuminati e razionalisti” scrivere con una mano articoli a difesa della libertà di opinione che verrebbe “schiacciata” dalla religione e con l’altra si adoperano invece per contrastare la stessa libertà di opinione e di scelta di chi, quella croce, vuole vederla a Ground Zero.

«Uomini che cominciano a combattere la Chiesa per amore della libertà e dell’umanità, finiscono per combattere anche la libertà e l’umanità pur di combattere la Chiesa» (Gilbert Keith Chersterton)

A.P.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

28 commenti a Proposta di legge per proclamare la croce di Ground Zero monumento nazionale

« nascondi i commenti

  1. a-ateo ha detto

    Si tratta di una risposta all’ateismo praticante, adeguata e nella giusta direzione.
    I professionisti dell’ateismo vanno contrastati.
    Quando la pratica del contrasto della stragrande maggioranza dei credenti raggiungerà un minimo di risposta gli ateisti capiranno di usare un metodo controproducente.Insomma, la loro arroganza è dovuta alla nostra tiepidezza.

    0
    • GiuliaM ha detto in risposta a a-ateo

      Guarda, proprio l’altro giorno mi sono permessa di rispondere a un mio contatto su Facebook che sosteneva che tutti i cattolici fossero stupidi senza cervello, nonchè patetici… e alla mia volontà di ragionare contrapponeva solo insulti e luoghi comuni, diretti anche esplicitamente a me! Io solo con grande sforzo sono riuscita a non rispondergli per le rime.
      Interessante riprova che l’intolleranza non è una cosa solo cristiana…

      0
      • Francesco B. ha detto in risposta a GiuliaM

        Complimenti per la pazienza e l’autocontrollo 🙂

        0
      • Alessandra ha detto in risposta a GiuliaM

        ma allora è un vizio!

        0
      • Piero ha detto in risposta a GiuliaM

        facci uno screenshot e mettila come immagine pubblica.
        Che sappiano tutti come si comporta certa gente e che linguaggio usa!
        (oppure rendi la conversazione pubblica)

        0
        • GiuliaM ha detto in risposta a Piero

          Ha iniziato lui, quindi non posso mettere la conversazione pubblica… ed è troppo lunga per uno screenshot 🙁 però l’ho salvata in un documento Word, se interessasse! Cmq questo ragazzo è un fissato, va a giro con le magliette di Emergency e se potesse asfalterebbe tutte le chiese! State tranquilli che a forza di insultare indiscriminatamente la sua figuraccia l’ha fatta…
          Per chi si chiedesse come mai frequento certe persone, purtroppo è un compagno di corso, che per fortuna ora vedo molto meno dato che ha qualche esamino in meno di me… 😛

          0
      • Lucio ha detto in risposta a GiuliaM

        E’ successo anche a me Giulia…. se penso a quanto siano lontane queste persone dalla reale comprensione di cosa sia il cattolicesimo non posso che provare per loro una grande pena….

        0
  2. Nando ha detto

    Mi pare un’ottima iniziativa a sostegno delle volontà del popolo. Bravi!

    0
  3. Laura ha detto

    Insomma A.A. o UAAR cambia poco…sempre di fondamentalismo si tratta e come tale va combattuto per permettere alle fasce di laicità più moderate di poter emergere.

    0
  4. Diavolaccio ha detto

    Il mio augurio all’American Center for Law and Justice di continuare a lavorare in questo splendido modo…!

    0
  5. carlo ha detto

    E come la mettiamo con i mussulmani ,gli ebrei, i buddusti, gli scintoisti, i testimoni di Geova, gli indù ecc………gli costruiamo con l’acciaio delle torri una mezzaluna,una stella di David, un Budda stilizzato e li proclamiamo monumenti nazionali?
    E agli oltre 500 morti non credenti niente?
    Suvvia siate realisti nel mondo siete in minoranza

    0
    • Marco ha detto in risposta a carlo

      Capisco la tua obiezione Carlo, ma nel mondo il cristianesimo è la religione più diffusa, ben oltre la religione atea. Guarda ogni tipo di statistica per confrontarlo, vai su Wikipedia ad esempio. Negli USA il 70% si dice cristiano e il 92% è credente. Inoltre tra le macerie è spuntata fuori questa croce e non una mezzaluna o un buddha, il popolo ha chiesto che fosse essa a diventare monumento nazionale. Perfino gli atei sono stati d’accordo: http://www.uccronline.it/2011/08/12/lamerican-atheist-bocciata-anche-dallatea-susan-jacoby/

      0
      • carlo ha detto in risposta a Marco

        Certo che è la più diffusa ma è in minoranza rispetto alla popolazione mondiale (poco meno di 2 miliardi di cristiani rispetto ai circa sette miliardi di persone abitanti la nostra Terra) e questo è quello che ho asserito senza ombra di dubbio.
        Inoltre ti ricordo che le statistiche che indicano il numero dei cristiani si riferiscono quasi sempre al numero dei battezzati e non credo che queste statistiche possano essere prese in seria considerazione (io stesso sono battezzato ma non credente……….forse quando avevo 15 giorni di vita ero leggermente incapace di intendere e di volere e quindi anche di avere una fede)
        Inoltre aggiungo che l’unica visione del mondo nata con l’uomo razionale (come dite voi) e esistente ancora oggi è il pensiero ateo-agnostico mentre il cristianesimo è nato 2000 anni fa, molte altre religioni sono nate ed estinte ma non il libero pensiero.

        0
        • Marco ha detto in risposta a carlo

          Che tu fossi ateo l’ho notato fin dalla superficialità delle tue prime parole 🙂

          Capisco che per una religione di minoranza come l’ateismo l’ossessione per i numeri e le statistiche sia d’obbligo. Tuttavia ti ricordo che stiamo trattando un caso degli Stati Uniti d’America e conta quale tipo di religione si dominante lì e non in Indonesia. Si da il caso che negli USA, l’area geografica in cui il livello di progresso scientifico raggiunge gli apici, giusto per contraddire le tue fantasie finali del commento, oltre il 90% sono credenti e il 70% è cristiano.
          La croce dunque è chiaramente il simbolo della stragrande maggioranza dei cittadini e in una democrazia decide la maggioranza.

          Forse per trovare un simbolo dell’ateismo bisogna proporre una bella ghigliottina, ottima conseguenza del secolo dei Lumi, dove l’ateismo (“l’unica visione nata con l’uomo razionale”), la fece da padrone.

          L’ateismo è sempre esistito si è solo diffuso maggiormente nelle ultime decine d’anni, alla pari con altri fenomeni umani come la pedofilia, l’omosessualità, l’alcoolismo, l’abbassamento della cultura generale ecc….

          0
          • carlo ha detto in risposta a Marco

            Bene vedo che la discussione sta deragliando verso l’insulto personale e quindi la chiudo quì.
            Paura della secolarizzazione è?
            Per inciso potremo anche decidere come simbolo del cristianesimo un bel rogo o qualche simpatico strumento di tortura dei secoli scorsi ti piacerebbe?
            Saluti

            0
            • Piero ha detto in risposta a carlo

              e come simbolo dell’ateismo una bella ghigliottina?

              0
              • carlo ha detto in risposta a Piero

                Segui la discussione…stai attento ho risposto a Marco proprio perchè aveva tirato in ballo la ghigliottina.Ti vedo distratto

                0
            • Marco ha detto in risposta a carlo

              L’insulto gratuito l’hai iniziato tu con questa frase: “’unica visione del mondo nata con l’uomo razionale (come dite voi) e esistente ancora oggi è il pensiero ateo-agnostico”, definendo così tutti coloro che non sono atei-agnostici dei cretini irrazionali.

              La secolarizzazione finora ha portato solo dittature e derive ideologiche mostruose. Il numero degli altri fratelli nella fede non incide per nulla sulla mia, quindi non ho nessuna paura da quel punto di vista. Sono preoccupato per la società.

              Il rogo e la tortura non c’entra nulla con la croce di Cristo né con il Vangelo. Sono tutti abusi compiuti da persone che si dicevano cristiane, ma che hanno tradito la croce e il Vangelo. Saluti a te.

              0
              • carlo ha detto in risposta a Marco

                Il mio non è stato un insulto (se è stato interpretato in tal modo me ne scuso) ma la constatazione di un dato di fatto ; è vero o non è vero che nell’arco di vita dell’uomo razionale le religioni sono nate e si sono estinte a centinaia, è vero o non è vero che la religione cristiana è nata 2000 anni fa, è vero o non è vero che anche nella nostra epoca continuano a nascere nuove religioni e nuovi credi che si estingueranno come tutti quelli che li hanno preceduti, è vero o non è vero che l’unica visione del mondo nata agli albori dell’umanità e tuttora esistente (anzi in crescita per tua stessa ammissione)è l’ateismo agnosticismo ed è quindi l’unica con una sua continuità il che non vuol dire assolutamente che chi non la pensa come me è un cretino come tu asserisci.
                Riguardo alla tua seconda asserzione mi limito a riferirti che oggi i paesi più secolarizzati non sono terrificanti regimi totalitari ma democrazie e stati molto sviluppati dove viremmo tutti benissimo se non fosse per il clima (mi riferisco alla scandinavia e ai paesi del nord Europa in genere)
                Saluti di nuovo

                0
                • Marco ha detto in risposta a carlo

                  Carlo, non ci siamo proprio. Prima credevo volessi scherzare, poi che volessi provocare ed insultare ora però stai dicendo sul serio…questo mi preoccupa. Siamo di fronte ad un razionalista all’opera e quindi mi divertirò un po’ a sottolineare le tue contraddizioni.

                  Inizialmente vuoi affermare che il cristianesimo essendo nato 2000 anni fa è una religione antica e fuori moda, utile giusto per gli uomini del tempo. Mi preoccupa che un esponente della religione atea non sappia quando nasce la sua religione. E’ vero o non è vero che l’ateismo nasce prima del cristianesimo, quindi ben oltre 2000 anni fa? E’ vero. Wikipedia fa risalire la nascita dell’ateismo negli antichi greci: http://it.wikipedia.org/wiki/Ateismo#Antichit.C3.A0 , quando ancora si viaggiava di politeismo e dei vari. Pensa un po’ in che culla di irrazionalità siete nati.

                  Poi però ti contraddici subito riconoscendo che l’ateismo è l’unica religione nata agli albori dell’umanità (quindi ben prima di 2000 anni fa). E dunque -continui- sarebbe “l’unica con una sua continuità”. Quindi oggi secondo te il cristianesimo è sparito, non è riuscito a vedere il nuovo secolo. E l’Islam? E l’ebraismo, nato ancora prima dell’ateismo? C’è bisogno di rispondere a queste tue sciocchezze?

                  Tra l’altro il cristianesimo si è espanso molto più di qualsiasi altra religione, ateismo compreso. Oggi è presente in tutti gli angoli del mondo al contrario delle altre religioni che faticano ad uscire da delimitati territori. Anche l’ateismo è chiuso in poche nazioni, olrte ovviamente alla Corea del Nord, e sappiamo tutti come si vive in Corea del Nord (ateismo di Stato come in Cina).

                  Boh..se hai qlcsa di sensato da dire ti prego di farlo.

                  0
        • Piero ha detto in risposta a carlo

          Questo tizio e’ il “libero pensatore” sul blog di Tornielli
          (scornato dall’autogoal che si e’ fatto mettendo il link alla scoperta dell’anello mancante):
          http://2.andreatornielli.it/?p=2525#comment-94444
          http://2.andreatornielli.it/?p=2525#comment-94454
          http://2.andreatornielli.it/?p=2525#comment-94443
          qui e’ rimasto scornato
          http://2.andreatornielli.it/?p=2525#comment-94455
          http://2.andreatornielli.it/?p=2525#comment-94465
          http://2.andreatornielli.it/?p=2525#comment-94497
          http://2.andreatornielli.it/?p=2533#comment-94576
          qui fa vedere la sua vera natura insultante da “libero pensatore”
          http://2.andreatornielli.it/?p=2533#comment-94589
          http://2.andreatornielli.it/?p=2533#comment-94591
          qui comincia con gli strafalcioni storici ed economici:
          http://2.andreatornielli.it/?p=2468#comment-93121
          qui degenera:
          http://2.andreatornielli.it/?p=2468#comment-93376
          qui le solite fandonie sull’ICI alla Chiesa:
          http://2.andreatornielli.it/?p=2468#comment-93388
          Qui si permette di tacitare tutti perche’ non puo’ parlare nessuno dopolo scandalo pedofilia:
          http://2.andreatornielli.it/?p=2468#comment-93391
          Qui la piu’ grande idiozia del mondo:
          http://2.andreatornielli.it/?p=2468#comment-93432
          Qui si raggiungono vette di comicita’ inaudita:
          http://2.andreatornielli.it/?p=2468#comment-93442

          poi proseguite voi… io non ce la faccio per le risate leggendo le sparate di questo “libero pensatore”…

          0
    • Riccardo ha detto in risposta a carlo

      Anche gli atei sono in minoranza nel mondo, molto più dei cristiani, ma come ti ha già spiegato Marco nemmeno molti di loro sono propensi a negare questo diritto ai credenti!

      0
  6. a-ateo ha detto

    @diavolaccio,
    non c’è due senza tre…
    Carcano-Albertini-Lautsi finisce ingloriosamente con una conferenza stampa fatta alle sedie…..Tosti v. Crocifisso finisce ingloriosamente con una causa persa, il posto di lavoro perso, avendo perso anche la faccia…il tuo aclj si sa già che ha perso la causa prima di farla…
    Un ringraziamento postumo ad Albertini e a Giusti, un grazie anticipato a aclj….

    0
« nascondi i commenti