Sempre più conferme: Pio XII fece nascondere gli ebrei nei conventi

In Ultimissima 11/5/11 davamo la notizia della ricerca di Giovanni Preziosi nell’archivio Generale della “Società del Sacro Cuore di Roma, dove sono stati rinvenuti dei documenti inediti i quali dimostrano che la struttura nascose diverse ebrei durante la persecuzione nazista per richiesta diretta di Papa Pio XII. Nel nostro archivio sono ormai presenti diversi articoli sull’argomento.

In un’intervista di Zenit, l’autore della scoperta, Giovanni Preziosi ((www.giovannipreziosi.wordpress.com), laureato in Scienze politiche, scrittore e attivo in ricerche di carattere storico, ha commentato: «Questi documenti, del tutto inediti, che ho rinvenuto in seguito ad una paziente e meticolosa spigolatura nell’archivio Generale della Società del Sacro Cuore si sono rivelati a prima vista subito di notevole interesse dal punto di vista storiografico proprio perché contribuiscono a gettare un ulteriore fascio di luce sulla vexata quaestio relativa ai cosiddetti “silenzi” di Pio XII in merito alla Shoah dimostrando, al di là di ogni ragionevole dubbio, come fosse fallace e destituita di qualsiasi fondamento la tesi – balzata prepotentemente agli “onori” della cronaca negli anni ‘60, ed in seguito alimentata ad hoc da più parti fino ai nostri giorni secondo la quale il papa avrebbe seguito cinicamente questa politica del “silenzio” semplicemente per biechi calcoli di interesse e preoccupazioni diplomatiche». Queste polemiche avevano certamente l’obiettivo di gettare fango sulla Chiesa, tuttavia, continua lo studioso, «ritengo che abbiano giovato al progresso della ricerca storica, in quanto proprio in questi ultimi tempi nuovi studi, in realtà, attestano che la voce del pontefice fu l’unica a levarsi in difesa di quanti erano perseguitati». Come emerge appunto da questi ultimi documenti trovati, datati 1943.

Inoltre, «i rapporti idilliaci tra Pio XII e la Società del S. Cuore risalivano fin dagli anni Trenta allorché all’allora Cardinale Pacelli era stato affidato per l’appunto il ruolo di protettore di questa congregazione […]. Le prove che attestano, al di là di ogni ragionevole dubbio, il coinvolgimento della Santa Sede nel coordinamento di questa sofisticata rete di assistenza a beneficio degli ebrei sono contenute proprio nel Giornale della Casa «Villa Lante» della Società del Sacro Cuore, nel quale le religiose annotavano tutti gli avvenimenti che di giorno in giorno riguardavano l’istituto».  Inoltre per scongiurare il pericolo delle improvvise perquisizioni nazifasciste all’interno degli ambienti ecclesiastici, la S. Sede provvide a far pervenire a tutti i superiori dei conventi romani un “avviso” firmato dal governatore militare di Roma Rainer Stahel, in cui si dichiarava esplicitamente che l’edificio era sotto le dirette dipendenze della Città del Vaticano e, pertanto, venivano interdette perquisizioni o requisizioni d’ogni genere.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

8 commenti a Sempre più conferme: Pio XII fece nascondere gli ebrei nei conventi

« nascondi i commenti

  1. gabriele ha detto

    cosa si aspetta fare Pio XII beato?

    0
  2. a-ateo ha detto

    che il tempo scorra e permetta alla nuvola di falsità di depositarsi…

    0
  3. joseph ha detto

    L’opera di Pio XII mi ricorda la parabola dell’amministratore disonesto: con una mano teneva buono il lupo (dobermann?) e con l’altra sottraeva gli agnelli dalle sue grinfie.

    0
  4. Franca ha detto

    Belle queste notizie! W Pio XII!!!!!!!!!

    0
    • Dott. Giovanni Preziosi ha detto in risposta a Franca

      Ringrazio tutti voi per i vostri commenti che mi ripagano del meticoloso lavoro di ricerca che,ormai, conduco da vari anni seguendo questo filone storiografico.
      Personalmente sono sempre stato dell’avviso che il mestiere dello storico sia quello di tentare di esaminare i fatti mantenendosi il più possibile au-dessus de la mêlée, senza indulgere in alcun modo in considerazioni arbitrarie, mettendo da parte dispute di carattere prevalentemente ideologico, per certi versi alquanto capziose,facendo piuttosto parlare i documenti e lasciando alla storia l’arduo compito di emettere il suo inappellabile verdetto su argomenti tanto dibattuti – soprattutto di recente – come per l’appunto quello relativo alla vexata quaestio dei “presunti” silenzi di Pio XII in merito alla Shoah.

      Con l’auspicio che queste mie ricerche possano contribuire a gettare un ulteriore fascio di luce su queste vicende al fine di far emergere la verità dei fatti realmente accaduti, esprimo a tutti voi i miei più cari saluti esortandovi a continuare a seguire le mie pubblicazioni sul mio Blog e, qualora lo riterrete opportuno, ad interloquire proficuamente con me e con quanti, eventualmente, vorranno partecipare a queste discussioni.

      Con viva cordialità
      Dott. Giovanni Preziosi

      0
      • Ercole ha detto in risposta a Dott. Giovanni Preziosi

        Caro Giovanni…siamo noi a dover ringraziare lei per essersi dedicato così assiduamente alla ricerca della verità! Non è vero che essa non esiste, il problema è che sempre meno uomini sono disposti a cercarla…!

        0
      • Leonardo Paolo Minniti ha detto in risposta a Dott. Giovanni Preziosi

        La sua scoperta certamente mette ancora più luce su una “questione” inscurita da una fitta ombra di ideologia e gliene sono particolarmente riconoscente. Oltre che a me, noto con piacere che questo dibattito sta molto a cuore anche agli amministratori di questo forum, e ringrazio anche loro l’importante opera di divulgazione.

        Dott. Preziosi, complimenti anche per il suo blog..ottimamente curato e aggiornato con frequenza. Comincerò a frequentarlo con molto interesse.

        0
        • Grazie di cuore a tutti, davvero!
          Sarò lieto di leggere tutti i vostri commenti e, magari, di interloquire con chi lo riterrà opportuno anche sul mio Blog http://giovannipreziosi.wordpress.com/ che aggiorno, costantemente,pubblicando gli ultimi sviluppi delle mie ricerche.
          Comunico a tutti coloro che, come me, sono appassionati a questo tema, che sto lavorando su altri documenti e, credo proprio che a breve pubblicherò qualche altro articolo in cui darò conto di questo studio.

          Una felice domenica a tutti e a presto
          Giovanni Preziosi

          0
« nascondi i commenti