Chi riceve un’educazione religiosa tende ad avere un comportamento migliore

Uno studio abbastanza particolare è stato recentemente realizzato da Ali Ahmed della Linnaeus University e Osvaldo Salas della University of Gothenburg. I due ricercatori hanno dimostrato che le persone tendono a comportarsi in modo migliore se sperimentano, o sono stati educate a pensieri religiosi. L’argomento è solitamente di massimo interesse per la cultura laicista, continuamente bisognosa di un confronto con quella cristiana.

Hanno testato 224 studenti della Pontificia Universidad Católica de Valparaíso in Cile attraverso due classici esami per analizzare la “generosità” e “l’egoismo”, e cioè il Dictator Game e il Prisoner’s Dilemma. Il primo test misura il grado di “altruismo”, mentre il secondo valuta la capacità di cooperazione. Coloro che avevano ricevuto un’educazione religiosa tendevano ad essere più generosi e cooperativi, indipendentemente dal fatto che essi concepivano loro stessi come persone religiose.

I ricercatori hanno proposto due possibili interpretazioni dei risultati: 1) Sentire la presenza di Dio stimola le persone a comportarsi bene. Se questo è vero, i non religiosi devono avere un qualche tipo di istinto sull’esistenza di Dio (magari dovuta dalla loro educazione o dalla loro biologia), indipendentemente dalle loro convinzioni coscienti. 2) L’educazione religiosa promuove comportamenti pro-sociali, e ciò rimane valido anche per chi non è più credente.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

10 commenti a Chi riceve un’educazione religiosa tende ad avere un comportamento migliore

« nascondi i commenti

  1. Raffa ha detto

    Direi che tre ricerche diverse con identici risultati in una settimana mettano la parola “fine” sull’argomento. Le altre due 1) http://www.uccronline.it/2011/06/13/uno-studio-dimostra-che-lessere-cristiani-riduce-la-delinquenza/ 2) http://www.uccronline.it/2011/06/14/le-persone-religiose-hanno-piu-probabilita-di-opporsi-alla-tortura/

    0
  2. Mimmo ha detto

    “L’argomento è solitamente di massimo interesse per la cultura laicista, continuamente bisognosa di un confronto con quella cristiana”…ecco il vero motivo per cui ci interessano risultati del genere, che di per sé non fanno altro che confermare cose già sapute.

    0
  3. Karma ha detto

    Divertente guardare in questo caso i risultati al contrario: chi non riceve alcuna educazione religiosa tende ad avere comportamenti peggiori, delinquenza e criminalità quindi. Ecco che allora abbiamo le basi scientifiche per denunciare l’uaar e i tutti i pensionati ed ex sessantottini che la sostengono di favoreggiamento alla criminalità.

    0
  4. Michele Santambrogio ha detto

    Direi che entrambe le conclusioni dei ricercatori sono significative: 1)Anche i non religiosi educati però al cristianesimo (la ricerca è fatta in un luogo che al 90% è cristiano) hanno un qualche tipo di istinto sull’esistenza di Dio indipendentemente dalle loro convinzioni coscienti. 2) L’educazione religiosa promuove comportamenti pro-sociali e quindi occorre spiegare perché sia così. Come è possibile che il figlio di un falegname ebreo di 2000 anni fa (perché tutto risale a Lui) abbia potuto portato un’etica di vita valida per tutti i secoli successivi e ancora oggi da imitare per poter essere civili?

    0
  5. Enrico da Bergamo ha detto

    Il problema non è tanto l’ateismo in sè, un ateo può portare valori morali ma l’ateismo amorle. Secondo voi un bambino educato da chi irride Pascasia Munguhashire a che valori sarà educato? Nel migliore dei casi crescerà se femmina con l’idea io sono mia e abortirò quando ho voglia.

    0
    • Sabbia ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

      Infatti, credo che sia specificato nell’articolo. Quello che conta è l’educazione che si riceve, non tanto se uno poi dedica di convincersi all’ateismo.

      0
      • Credo ha detto in risposta a Sabbia

        Quindi è una questione di educazione,se hai avuto o non hai avuto una buona educazione,non c’entra il credere.

        0
        • Franz ha detto in risposta a Credo

          Si, buona educazione. Meglio chiamarla, in questo caso, un’educazione cristiana.

          0
          • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Franz

            Il problema è che leggendo i commenti degli UAARini sul loro forum ci si chiede cosa insegneranno ai loro figli?

            0
  6. Credo ha detto

    l’educazione cristiana è una buona educazione.

    0
« nascondi i commenti