Nella Settimana Santa 1000 anglicani sono entrati nella Chiesa cattolica

Circa 1.000 anglicani sono stati accolti nella piena comunione con la Chiesa cattolica durante la Settimana Santa in varie celebrazioni organizzate dall’Ordinariato personale di Nostra Signora di Walsingham, una specie di Diocesi senza territorio creata da Benedetto XVI in Inghilterra e Galles per l’accoglienza e l’assistenza spirituale di questi fedeli.

Si tratta di una trentina di gruppi, una tappa decisiva nella risposta del Papa alle richieste di parte degli anglicani di tornare alla Chiesa cattolica in comunità, prevista dalla Costituzione Apostolica Anglicanorum coetibus. In una delle celebrazioni, nell’Oratorio di Oxford, monsignor Burnham ha pronunciato un’omelia in cui ha affermato: «San Paolo afferma con grande entusiasmo che 500 persone hanno visto il Signore risorto. Ma questo numero è la metà di quanti sono tornati alla Chiesa cattolica grazie all’Anglicanorum coetibus» (cfr. Zenit.it).

Le immagini e le testimonianze dei gruppi che sono entrati nella Chiesa cattolica si possono visionare sulla pagina e sul blog dell’Ordinariato personale di Nostra Signora di Walsingham: http://www.ordinariate.org.uk, e http://ordinariateportal.wordpress.com

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

8 commenti a Nella Settimana Santa 1000 anglicani sono entrati nella Chiesa cattolica

« nascondi i commenti

  1. Flavio ha detto

    Benvenuti!….anzi bentornati! Finalmente qualcuno comincia a ricordare quale sia l’unica strada.

    0
  2. veronica ha detto

    Bentornati, alleluja!

    0
  3. Massimo Ponzoni ha detto

    La chiesa, lo sappiamo dalle Scritture, sembra destinata a rimpicciolire moltissimo, parallelamente all’intelligenza dell’uomo e alla sua cultura. Lo vediamo già oggi rispetto a 20 anni fa. Anche se non sparirà mai. Tuttavia il fatto che decresca un pò più unita di quando è cresciuta non può che fare piacere.

    0
« nascondi i commenti