Maffei, presidente Accademia dei Lincei: «collaborazione tra scienza e fede»

Il presidente della prestigiosa Accademia dei Lincei, Lamberto Maffei (neuroscienziato, già direttore dell’Istituto di Neuroscienze del CNR e docente a Cambridge, Oxford e al Massachusetts Institute of Technology), ha pubblicato oggi un articolo su Il Corriere della Sera, intitolato “Tra scienza e fede un percorso comune verso la collaborazione“.

Dopo aver sottolineato l’errore nel voler applicare concetti scientifici al mondo religioso, ha precisato che questo non significa «concludere che scienza e fede sono in contrapposizione». Maffei cita a sostegno le parole di Giovanni Paolo II, quando affermava che «la distinzione tra i due campi del sapere (tra scienza e fede) non deve essere intesa come un’opposizione. I due settori non sono estranei l’uno all’altro, ma hanno punti d’incontro. Le metodologie proprie di ciascuno permettono di mettere in evidenza aspetti diversi della realtà».

Maffei approfondisce dicedo che «i due settori non sono estranei l’uno all’altro, ma hanno punti d`incontro. Le metodologie proprie di ciascuno permettono di mettere in evidenza aspetti diversi della realtà». La scienza e la fede sono così «due forme di pensiero» che «possono collaborare efficacemente: basti ricordare il comandamento dei comandamenti, “ama il prossimo tuo come te stesso”». Conclude accennando a uno dei diversi punti di aiuto fra le due forme di sapere umano: «La fede può essere importante nell’indirizzare l’uso della scienza verso l’uguaglianza degli uomini, la loro libertà, l’abolizione delle guerre, poiché anche il nemico è nostro prossimo, e, come direbbe Saramago, per un’equa distribuzione del pane tra tutti gli uomini».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

13 commenti a Maffei, presidente Accademia dei Lincei: «collaborazione tra scienza e fede»