Aumentano i cristiani a Singapore: 18% della popolazione

I cristiani sono in crescita anche a Singapore, dove raggiungono il 18% per cento della popolazione. Nel 2010 si è verificata infatti la crescita più alta negli ultimi 10 anni. È quanto emerge – riferisce l’agenzia AsiaNews– da un censimento governativo. Insieme al cristianesimo, a Singapore aumentano i fedeli indù e taoisti, toccando rispettivamente l’11 e il 5 per cento. L’islam resta stabile con il 15 per cento dei fedeli, mentre il calo più vigoroso è registrato dal buddismo, che in 10 anni passa dal 43 al 33 per cento. Lo studio mostra che la maggioranza dei convertiti al cristianesimo è di etnia cinese, in precedenza buddisti. Mathew Mathews, ricercatore dell’Istituto per gli studi politici, spiega che il senso di comunità e protezione fornito dai cristiani è uno dei motivi per i quali i cittadini – soprattutto quelli arrivati da poco – si interessano inizialmente. I non credenti sono il 17 per cento e crescono anche i single e i divorzi. Diminuisce il tasso di natalità.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

7 commenti a Aumentano i cristiani a Singapore: 18% della popolazione

« nascondi i commenti

  1. capitan fede ha detto

    il buddhismo non terra a lungo. Hanno già dovuto modificare la loro dottrina per renderla più credibile per la modernità. Ma non tengono più.

    0
  2. samba ha detto

    Il buddhismo non tiene più!

    0
« nascondi i commenti