Regno Unito: rifiutati gli slogan proselitistici della British Humanist Association

In Inghilterra sono stati vietati i manifesti-appello della British Humanist Association, i quali -rivolgendosi alle persone non religiose- chiedevano loro di dichiararsi tali anche nella compliazione del censimento previsto per questo anno. I manifesti avrebbero dovuto comparire con lo slogan “Se non siete religiosi, per l’amor di Dio, ditelo”, ma sono stati rifiutato dai proprietari degli spazi pubblicitari delle stazioni ferroviarie UK, aiutati ed incoraggiati dalla consulenza della Standards Advertising Authority (ASA) e del Comitato delle Advertising Practice. Il motivo è che lo slogan ha il potenziale per causare offese gravi e generalizzate. Il portavoce della British Humanist Association (BHA) ha dichiarato: «Questa censura è frustrante: la legge sulla blasfemia in Inghilterra è stata abolita, ma lo stesso principio viene applicato comunque». Il messaggio -spiega il Guardian– è infatti risultato troppo provocatoriamente ironico ed inoltre invoca a sproposito una divinità nello spazio pubblico. Ossessionati da numeri e statistiche, come tutte le infervorate e inascoltate minoranze, gli irreligiosi britannici volevano chiedere ai non religiosi di barrare il box “nessuna religione” quando dovranno compilare i moduli per il censimento 2011. Ritengono infatti che il censimento nazionale, laddove pone la domanda “Qual è la vostra religione?”, stia in realtà distorcendo intenzionalmente e subdolamente i risultati in favore della fede e non dell’ateismo. Ecco perché, a loro avviso, il precedente censimento del 2001 ha registrato percentuali di cristiani così elevate (oltre il 70 % in Inghilterra e Galles). Con questi dati -concludono i complottisti- sarebbe aumentata anche l’assegnazione di risorse verso le organizzazioni religiose L’associazione ha dovuto modificare il suo accattivante slogan per poter essere accettato. L’ultima campagna proselitistica della British Humanist Association ha avuto come conseguenza circa 391 denunce.

Nell’informare della faccenda, The Spiked, il magazine inglese non proprio filo-religioso (lo si è visto nella campagna  che ha creato contro la Chiesa per lo “scandalo pedofilia”), ha scritto: «Non è molto facile simpatizzare con la BHA: la sua caccia alla religione ha acquisito una qualità quasi patologica. Secondo loro, il censimento nazionale distorce intenzionalmente i risultati. In realà non è vero e la questione del censimento è talmente vaga che si dubita venga molto utilizzato per l’assegnazione burocratica delle risorse. Probabilmente questo non importa molto alla BHA però, l’obiettivo principale di questa iniziativa sembra essere solo quello di irritare i religiosi». Insomma, è il solito “ateismo dello sberleffo”. Continua però l’editoriale: «C’è qualcosa di meschino in questo tipo di ateismo militante. La libertà delle persone di credere, la loro libertà di pensare, insomma la loro libertà di coscienza, non sembra per la BHA un qualcosa di cui tutti gli individui devono avere il diritto, ma è vista come un problema. Il “New Atheism”, in opposizione al suo predecessore più tollerante, è caratterizzato da un brutto ceppo di intolleranza». Comunque, concludono, «non siamo d’accordo con la crociata anti-religiosa della BHA, ma all’assocazione dovrebbe certamente essere consentito di perseguirla. Se vuole diffondere la Parola di Dawkins sui lati degli autobus o predicare al pubblico nelle stazioni ferroviarie, il BHA dovrebbe essere libera di farlo, così come noi siamo liberi di ignorare tutto ciò, di discutere e deridere la BHA».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

9 commenti a Regno Unito: rifiutati gli slogan proselitistici della British Humanist Association

« nascondi i commenti

  1. Gianni ha detto

    Queste sono le iniziative culturali dell’ateismo organizzato?

    0
    • Falena Verde ha detto in risposta a Gianni

      Pare. Nota come è convincente il loro messaggio: “Non c’è probabilmente nessun Dio”. Che argomentazioni degne di nota..

      0
  2. Sambuca ha detto

    I razionalisti hanno sempre molto da fare. Tra complotti e sberleffi la loro giornata senza senso pare acquistare un minimo di interesse…

    0
  3. Davide ha detto

    Strano, anche li’ viene vietato l’ateobus?, come da noi le ditte pubblicitarie le ca.. ehm, porcherie non le scrivono sugli autobus.

    0
    • Michele Santambrogio ha detto in risposta a Davide

      Ma qualcuno mi spiega perché si eccitano tanto per gli autobus? Perché tentare di accalappiare qualche fedele in questo modo?

      0
  4. Falena Verde ha detto

    Comunque sono chiaramente ironici con quel “Per l’amor di Dio”…

    0
« nascondi i commenti