Calcio, Prandelli: «sono cattolico, ma non vado solo a messa»

Il commissario tecnico della Nazionale di calcio, Cesare Prandelli, racconta il suo rapporto con la fede cristiana in un’intervista a “Jesus”, mensile di cultura e attualità religiosa (intervista riportata su La Repubblica). «Sono cresciuto in una famiglia di credenti, poi quando si arriva all’adolescenza molti fanno scelte diverse. Io invece ho continuato a credere e anche a praticare – spiega Prandelli –. Vivo la mia spiritualità andando a Messa, ma non solo». Al giornalista cerca di precisare: «Non mi piace tanto dire quello che faccio, sono cose mie, personali. Parlarne mi mette a disagio, mi sembra di metterle in mostra ma io non devo vendere nulla, non devo proporre nulla, non voglio essere esempio per nessuno. Credo solo che le persone debbano fare quello che sentono, magari dedicare mezz’ora a qualcuno che ne ha bisogno».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

19 commenti a Calcio, Prandelli: «sono cattolico, ma non vado solo a messa»