Donald H. Calloway: da ateo drogato e alcolizzato a sacerdote cattolico

Padre Donald H. Calloway ha raccontato la storia della sua conversione nel libro “No Turning Back A Witness to Mercy” (Marian Press 2010). La copertina del libro mostra quello che lui è oggi: in abito talare, rosario in mano, il mare e la tavola da surf, la sua passione. Ma nella foto lo vediamo con chitarra in mano e capelli lunghi. Nato e cresciuto in una famiglia in cui la madre era stata sposata tre volte, nessuna formazione religiosa, tatuaggi su tutto il corpo, droga, alcool, carcere e comunità di recupero. Ma nulla è servito. Tutto è cambiato nel 1992, durante il servizio militare: «Una notte ho capito che qualcosa stava per cambiare radicalmente nella mia vita. Così, invece di uscire con gli amici sono rimasto a casa a pensare. Ho preso un libro, intitolato “Medjugorje” [N.d.A., il Paese in cui ancora oggi sembra apparire la Madonna ad un gruppo di veggenti]. Ma ero una tabula rasa, non sapevo chi fosse la Vergine, a malapena sapevo di Gesù Cristo. Dopo aver letto il libro rimasi affascinato dalla figura di Maria». Si è recato così dal cappellano della base dove viveva e durante la messa da lui celebrata ha sperimentato la presenza di Cristo. Dopo aver parlato con il sacerdote, si è convertito e ha pregato: «Per la prima volta dopo anni mi sono sentito libero. Una pace incredibile è scesa su di me». Si è iscritto ad una congregazione religiosa e ha preso gli ordini sacerdotali nella Chiesa Cattolica. Un’approfondimento sulla sua storia è pubblicato su Religion En Libertad.

In questo video Ft. Calloway presenta il suo ultimo libro.

Qui un’intervista apparsa in un canale televisivo americano.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

8 commenti a Donald H. Calloway: da ateo drogato e alcolizzato a sacerdote cattolico