Indagine Gallup: le persone molto religiose godono di maggior benessere

Il cavallo di battaglia dell’ateismo moderno è che “la religione avvelena ogni cosa”. Eppure, indipendente dal fatto di chi sia realmente nel “giusto” tra atei e credenti, una nuova analisi sociologica dimostra ancora una volta che gli americani molto religiosi hanno livelli più elevati di benessere rispetto a chi è meno religioso e a chi non lo è affatto.

L’analisi si è basata su oltre 550.000 interviste, condotte nel corso dell’ultimo anno dagli esperti del Gallup, noto centro di indagini statistiche americane. Sul loro sito internet è anche specificato che questa è il primo di una serie di articoli sul feeling tra benessere psicofisico e religiosità. I dati dimostrano, si legge ancora sul sito, che «gli americani molto religiosi hanno un maggiore benessere rispetto a coloro che sono meno religiosi». Sono stati valutati diversi fattori, che vanno dalla salute fisica ed emotiva all’auto-valutazione della vita, fino alle percezioni dell’ambiente di lavoro.

«Questo studio non consente una determinazione precisa del perché di questi dati. E’ possibile che gli americani che hanno un maggiore benessere possono essere più inclini a scegliere di essere religiosi rispetto a quelli con minore benessere. E’ anche possibile che la relgiosità,  intesa come vita attiva di fee e partecipazione ai servizi religiosi, a sua volta porti ad un maggiore livello di benessere personale». L’esperto del Gallup, Frank Newport, ha suggerito ironicamente alla CNN: «Ora abbiamo la soluzione alla crisi sanitaria. Se siamo interessati a ridurre i costi di assistenza sanitaria in America, dobbiamo aumentare la prevalenza di religione». I risultati sono pienamente in linea con precedenti indagini, ad esempio quella pubblicata su ScienceDaily il 4/10/10.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________