Nuovo studio: le vere ragioni delle crociate

L’ultima fatica del celebre sociologo americano Rodney Stark è stato appena pubblicato in Italia da Lindau, grazie anche al risveglio culturale a cui cominciamo ad assistere anche nel nostro Paese. Il tema sono le crociate e la leggenda nata attorno ad esse, per cui vengono soventemente citate per screditare l’operato dei cristiani nella storia. Francesco Agnoli ne fa una recensione su Il Foglio. Il titolo del libro è Gli eserciti di Dio. Le vere ragioni delle crociate (Lindau 2010) ed intende -riuscendoci- a fare piazza pulita di ogni revisione storica e di ogni menzogna: innanzitutto bisogna calarsi nella mentalità dell’epoca, dove evidentemente non vi erano i livelli diplomatici di oggi. Inoltre occorre sottolinerae che le crociate non sono state il tentativo di sottomettere un’altra religione, nè di convertire con la forza altri popoli. Nacquero dopo cinque secoli di aggressioni del mondo islamico verso quello cristiano, a difesa degli ortodossi di Bisanzio e per la difesa dei cristiani che si recavano in Terra Santa, vittime continue di centinaia di massacri. La cosa interessante è che gli islamici fino al XIX secolo non mostrarono attenzione alla crociate, solo ora, spinti dal laicismo europeo, qualcuno ne parla. Le leggende nere si soffermano esclusivamente sulle vittime di queste guerre (in maggioranza cristiane) ma dimenticano volontariamente che grazie alle crociate si è salvata (o almeno rimandata) la libertà europea dall’invasione musulmana e turca. Il libro è assolutamente consigliato per chi ha desiderio di approfondire l’argomento, senza soffermarsi ai luoghi comuni, è inoltre provvisto di documenti originali, cartine storiche ed opinioni di grandi storici e medievisti. Altre recensioni le trovate su Archivio Storico e Io sto con Oriana.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________