Nuovi documenti: Pio XII contro Hitler

«Per noi Hitler è l’ Anticristo». Dopo 50 anni dalla morte del cardinal Celso Costantini, segretario della Congregazione della Propaganda Fide, emergono le sue memorie e documenti inediti. Esce infatti: “Diario inedito «1938-1947” (Marcianum Press 2010). Da Il Corriere della Sera apprendiamo venerdì 28 maggio il volume è stato al presentato al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che consegnerà al curatore del volume, monsignor professor Bruno Fabio Pighin, una medaglia per sottolineare l’ alto valore dell’opera pubblicata da Marcianum Press. Sul testo si è anche svolto un convegno presso la Sala Conferenze della Camera dei Deputati. Il 19 aprile 1940 Pio XII disse a Alberto De Stefani, ex ministro del Tesoro e delle Finanze del primo governo Mussolini, critico e in rotta di collisione col fascismo: «se l’ Italia dovesse entrare in Guerra accanto alla Germania bisognerà fare i conti col sentimento dell’ Episcopato e del clero italiano. Per noi Hitler è un persecutore della religione, è l’Anticristo». Il 13 maggio 1940 l’ Ambasciatore Alfieri nominato rappresentante d’Italia a Berlino, fu ricevuto dal Santo padre. Egli parlò al Pontefice dell’irritazione di Hitler per le sue recenti manifestazioni pubbliche (in particolare i messaggi inviati ai governanti di Danimarca, Belgio, Olanda dopo l’ invasione nazista ndr). Ma Pio XII rispose serenamente di non aver compiuto che il proprio dovere e che non poteva sentirsi impressionato dalle reazioni che ciò aveva provocato o avrebbe potuto in seguito provocare: “non temo di andare anche in un campo di concentramento”, disse. Il Corriere della Sera aggiunge che il libro “costituisce sicuramente un nuovo importante documento per valutare la figura storica di Papa Pacelli, con cui Costantini ebbe strettissimi rapporti a motivo del suo incarico”. Fu proprio Costantini, inoltre, a mettere in salvo Alcide De Gasperi nel palazzo di Propaganda Fide durante il setaccio dei nazisti a Roma. Il diario, scritto 70 anni fa, in tempi non sospetti – prima cioè che venissero mosse infamanti e infondate accuse a Papa Pacelli – contribuisce a distruggere un impianto costruito con la sabbia, sulla base di ignobili pregiudizi contro Pio XII.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________