Sconfitta per il fronte laico: il voto di religione va in pagella

Sconfitta per le sette ateo-razionaliste e il mondo laicista: il voto in religione entrerà nel computo dei crediti e il profitto verrà conteggiato ai fini della valutazione complessiva degli studenti che hanno scelto di frequentare questa materia. I docenti di religione quindi parteciperanno agli scrutini finali e la loro valutazione concorrerà all’attribuzione dei crediti come accade per le altre materie.

A stabilirlo è il Consiglio di Stato, organo sopra le parti, che ha accolto il ricorso presentato dal governo nei confronti della sentenza del Tar che poco meno di un anno fa aveva escluso il voto di religione dal computo dei crediti formativi. I giudici amministrativi del Lazio avevano preso questa decisione per rispondere a una serie di ricorsi avanzati da studenti supportati da associazioni laiche o di altre confessioni religiose (tra le quali l’indaffarata UAAR e altre confessioni semireligiose: vedi questo elenco). Il Consiglio di Stato ritiene opportuno tener conto anche del giudizio espresso dal docente di religione e giudica discriminatoria l’ordinanza del Tar che determinava «un ingiusto danno» per chi sceglieva di frequentare l’ora di religione. L’insegnamento della religione cattolica concorre infatti ai crediti formativi come la frequenza a corsi di lingue o corsi sportivi o ad esempio la partecipazione ad attività di volontariato e a rappresentazioni teatrali. Gli unici a essere discriminati insomma sarebbero stati i ragazzi che frequentano l’ora di religione. La notizia è apparsa su Il Giornale.

Dall’Osservatore Romano arriva invece la notizia che più di 15.000 persone hanno manifestato in Moldova per il riinserimento della religione nei curricula didattici delle scuole, insegnamento tolto dalla dittatura ateo-comunista.“Vogliamo che la religione torni a essere insegnata nelle scuole, dopo che era stata esclusa dal regime sovietico”, ha detto il metropolita ortodosso di Chisinau e della Moldova, Vladimir Nicolae Cantarian.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________