Elenco di personaggi famosi che hanno firmato l’appello in difesa di BXVI

Il 2 maggio 2010 il quotidiano italiano CronacaQui ha consegnato alla segreteria vaticana, durante la visita del Pontefice a Torino, l’appello che ha promosso in sua difesa rispetto alla questione pedofilia, con l’elenco dei vari firmatari.

Il quotidiano afferma: «il nostro non è il primo appello di solidarietà consegnato a Benedetto XVI. Ad inizio aprile, infatti, anche un nutrito gruppo di intellettuali francesi aveva reagito con sdegno gli attacchi della stampa internazionale nei confronti di Benedetto XVI». “L’appello dei cristiani alla verità”, lanciato il 31 marzo scorso a Parigi e Lione, era stato poi pubblicato anche da L’Osservatore Romano, dopo aver riunito migliaia di firme e l’adesione di molti personaggi illustri. Un appello che si «dichiara solidale con le vittime dei sacerdoti pedofili», ma anche «solidale con la Chiesa cattolica». Ad ideare l’iniziativa, in questo caso, un gruppo di scrittori, giornalisti, blogger, filosofi e professionisti che, «nell’urgenza del momento», ha improvvisato un «gesto cristiano» contro la la dilagante campagna di opinione ospitata da numerosi media.

Sempre su CronacaQui è apparso poi un piccolo elenco di personaggi pubblici che hanno firmato l’appello: uomini politici come Renato Schifani (PDL), Pierferdinando Casini (UDC), Roberto Cota (Lega), Antonio Saitta (PD), Roberto Rosso (PDL), Paola Binetti (PD), Marco Calgaro (PD). Personalità sportive: Arrigo Sacchi, Cesare Maldini, e Dino Zoff, Sandro Mazzola, Dindo Capello, e intellettuali Giuliano Ferrara, Giampiero Mughini e Marco Travaglio. Quest’ultimo scrive su Il Fatto quotidiano: «L’attuale Papa è il più duro nella lotta alla pedofilia e non merita certo di essere additato come complice di reati commessi ben prima del suo pontificato». Ci sono poi altri firmatari, come: Albano, Maria Teresa Ruta, Emanuele Filiberto di Savoia, Evelina Christillin, Andrea Comba ecc..

La BBC ha oggi dato la parola agli esperti che hanno ridimensionato completamente i numeri degli abusi sessuali commessi da sacerdoti.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________