Il giurista Gambino: «con la RU486 si vuole normalizzare l’aborto farmacologico»

Il giurista italiano Antonio Gambino aiuta a fare chiarezza, dalle colonne di Avvenire, sulla legislazione applicabile alla somministrazione della pillola abortiva Ru486. «È infatti in atto una campagna di disinformazione fatta di notizie “taglia e cuci”, con l’obiettivo neanche troppo nascosto di normalizzare la procedura abortiva farmacologica». In merito alle recenti dichiarazioni dell’AIFA contro i neopresidenti di regione Cota e Zaia, il giurista afferma: «L’Aifa e l’Emea autorizzano la commercializzazione dei farmaci, ma non hanno alcun potere in ordine alle procedure legali di somministrazione degli stessi. Queste rimangono una prerogativa di ciascuno Stato membro e delle sue articolazioni regionali che non hanno certo devoluto a organismi tecnici il proprio potere legislativo e regolatorio in materia di salute».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________