Perché dev’essere sempre il Concertone degli esaltati?

primomaggio2013Tanta musica, divertimento, tanti lavoratori in festa, tanti giovani e meno giovani, eppure c’è sempre qualche represso anticlericale di troppo che, di fatto, attira a sé tutta l’attenzione mediatica. E’ purtroppo il destino del Concerto del Primo Maggio, accusato ormai da varie parti -a torto o a ragione- di essere un reperto archeologico che odora di muffa. “Il Concertone ha fatto il suo tempo”, si legge oggi in un editoriale del Corriere della Sera, lo dimostrano anche i dati televisivi.

Questa volta non hanno attaccato il Papa o inneggiato al suicidio assistito come alla morte di Piergiorgio Welby come accaduto nel 2007, si sono inventati però dell’altro: il cantante dello sconosciuto gruppo “Management Post Operatorio”, Luca Romagnoli, dopo aver alzato con entrambe le mani un preservativo mimando la consacrazione dell’ostia (con tanto di preghiera: “Prendete e usate e tutti”), pettinato come San Francesco d’Assisi ha pensato bene di calarsi mutande e pantaloni alla fine di quella che lui chiama canzone, intitolata «Pornobisogno». Romagnoli è certamente una persona matura, uno che dice di sé: «Bere è diventata l’unica aspirazione della mia vita. Il mio unico obiettivo». E ancora: «non distinguo una bestemmia da un rosario».

Ecco ottenuti i 5 minuti di celebrità che evidentemente non riesce a ottenere con le sue prestazioni “musicali” (le virgolette sono d’obbligo). Ancora una volta i cristiani sono presi di mira e discriminati con il consenso della satira e della libertà d’espressione (pochi giorni prima, sempre in nome della libertà d’espressione, l’arcivescovo Andre-Joseph Leonard è stato insultato e bagnato con dell’acqua dal terrorismo femminista durante una conferenza a Bruxelles). Ancora una volta l’organizzatore del Primo Maggio, Marco Godano, si è dovuto dissociare dai fatti per «la violenza e la scorrettezza che perseguiremo anche per vie legali», sottolineando anche come certi atteggiamenti stridano «con i temi culturali, artistici e sociali che questo palco rappresenta». Nessuna parola invece dalla conduttrice Geppi Cucciari, che evidentemente pensa che la discriminazione esista solo se è contro gli omosessuali.

Nel pubblico del Concertone tanti lavoratori ma anche tanti criminali: sono state 61 le persone arrestate e 25 quelle denunciate per detenzione e spaccio di droga, furti e borseggi. Si parla di “bilancio choc!”.

Chi volesse inviare la propria opinione agli organizzatori del Concerto del Primo maggio può scrivere a:
redazione@primomaggio.com

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

47 commenti a Perché dev’essere sempre il Concertone degli esaltati?