Ricercatori all’ONU: «aborto illegale aiuta la salute della donna»

Madre irlandeseNei Paesi sviluppati, dove l’aborto è illegale si registrano anche migliori tassi di mortalità materna. Abbiamo più volte citato questo dato, ma è stato recentemente confermato da un gruppo di ricercatori presenti alla  57a sessione della Commissione sullo status giuridico e sociale delle donne in seno alle Nazioni Unite.

Elard Koch (Santiago del Cile), Monique Chireau (North Carolina, USA), Donna Harrison (Illinois, USA) e Eoghan Faoite (Dublino, Irlanda) hanno spiegato che in Irlanda, dove l’aborto è giustamente illegale, il tasso di mortalità materna è vicino allo zero, decisamente inferiore ai tassi di mortalità di Paesi a loro volta sviluppati in cui l’aborto è legalizzato. Anzi, è dimostrato direttamente che l’aborto aumenta la mortalità materna e danneggia la salute delle donne.

Il dr. Eoghan di Faoite, membro del Committee on Excellence in Maternal Healthcare, ha in particolare affermato che l’Irlanda è sempre stata considerata dalle Nazioni Unite (ONU) e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come uno dei luoghi più sicuri al mondo per le donne in stato di gravidanza, senza la necessità dell’aborto.

Ad esempio, mentre in Irlanda la mortalità materna è di 8 per 100 mila nati vivi, gli Stati Uniti hanno un tasso di tre volte superiore, 24 per 100.000, mentre il Sudan raggiunge il 75 per 100 000 nati vivi. Il ricercatore ha anche spiegato che il governo irlandese sta incoraggiando un pioneristico progetto di aiuto in Sudan dove al posto dell’aborto si fornisce alla popolazione femminile servizi di ambulanza , di professionalizzazione dei neonatologi e la fornitura di apparecchiature mediche alla clinica di maternità.

Se davvero si vogliono innalzare gli standard di salute materna e ridurre i tassi di mortalità materna, hanno concluso i ricercatori sulla base della letteratura scientifica oggi disponibile, l’aborto non dovrebbe essere considerato come una politica sanitaria pubblica, e la sua legalizzazione non dovrebbe essere vista come misura a favore della donna in stato di gravidanza.

Notizia di questi giorni sempre riguardante l’Irlanda: i tre giudici della Corte Suprema hanno confermato anche la criminalità del reato di suicidio assistito.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

37 commenti a Ricercatori all’ONU: «aborto illegale aiuta la salute della donna»

« nascondi i commenti

  1. lorenzo ha detto

    Non renderebbe meglio il concetto sostituire “migliori tassi di mortalità materna” con “minori tassi di mortalità materna”?

    0
  2. Alèudin ha detto

    forse sono io che non capisco ma il titolo dell’articolo sembra dire il contrario delle intenzioni espresse nell’articolo stesso.

    0
    • GiuliaM ha detto in risposta a Alèudin

      Infatti, anche a me il titolo pare poco felice, la mia impressione è che dica “abortire illegalmente fa bene”.

      0
  3. Andrea ha detto

    Ma davvero ci siamo messi paraocchi così scuri che abbiamo bisogno di studi per dire che l’aborto è un male grave O_O O_O ?!? No, io sono spaventato dalla nostra stessa stoltezza.

    0
  4. Dio ha detto

    Ma siete matti?
    Inoltre state citando l’irlanda dove addirittura nemmeno le ragazze stuprate possono abortire..vergognatevi per questa disinformazione!

    0
    • Daniele Borri ha detto in risposta a Dio

      YAAAHWN che noia questi abortisti militanti totalmente imbevuti di irrazionalità, bigotteria, intimazioni di vergogna a casaccio e antiscientificità.

      Le donne nei Paesi abortisti hanno tassi di mortalità elevati, nei Paesi in cui è vietato l’aborto ci sono tassi di mortalità bassissimi. L’Irlanda è uno dei migliori stati per le donne: http://www.hazteoir.org/noticia/50972-tasa-mortalidad-materna-irlanda-es-casi-cero-muy-al-contrario-que-reino-unido-y-eeuu

      Tu vuoi l’aborto e la donna morta, io voglio il bambino vivo e la donna viva. La cultura della morte contro quella della vita. Sempre la solita storia che si ripete…

      0
    • Penultimo ha detto in risposta a Dio

      ?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      (+ infinito)

      Argomentazione aborto clandestino:

      “Se l’aborto è una causa di mortalità in condizioni di insicurezza allora l’aborto va legalizzato.”

      Ma l’aborto non c’è dove ci sono condizioni di insicurezza poichè illegale,dunque come è possibile che ci siano condizioni insicurezza contemporaneamente al fatto che l’aborto è illegale non essendoci le condizioni per dire che è insicuro?

      E’ in un altra nazione.

      Dunque l’insicurezza è realtiva a un’altra nazione e non può stabilire per la nazione dove è illegale se è insicura la sua non esistenza.

      0
  5. Dio ha detto

    Quindi voi siete A FAVORE DELL’ABORTO CLANDESTINO?

    0
    • Daniele Borri ha detto in risposta a Dio

      Come fai a sapere che l’aborto clandestino è esistito? Se conoscessi dei dati non sarebbe più aborto clandestino, mettiti d’accordo con il tuo cervello.

      0
    • lorenzo ha detto in risposta a Dio

      Quindi, secondo te, chi è contrario alla pena di morte è a favore dell’omicidio? Ma ci sei o ci fai?

      0
    • beppina ha detto in risposta a Dio

      A mio parere una persona che si presenta in questo modo andrebbe semplicemente bannato.

      0
      • Semelets ha detto in risposta a beppina

        L’intervento di Dio è in parte giustificato dal titolo ambiguo e decisamente infelice di questo articolo.

        0
        • manuzzo ha detto in risposta a Semelets

          Però un qualsiasi essere umano se avesse anche minimamente letto l’articolo avrebbe capito che sta dicendo una cosa contraria alla statistica rilevata. E, imbevuto di saccenteria, spara critiche lontane mille miglia da ciò che è il dato di fatto. Ma si sà, quando si è dèi di sé stessi l’autoreferenzialità diventa “La Verità”, anche se non vede il vero scientifico nemmeno col binocolo.

          0
          • manuzzo ha detto in risposta a manuzzo

            *….rilevata. E LEI, imbevuto di…

            0
            • semelets ha detto in risposta a manuzzo

              “E LEI, imbevuto di saccenteria…”
              Cioè io?
              Guarda che io non ho criticato l’articolo, ma solo il titolo, che comunque fa parte dell’articolo.
              Non sono l’unico inoltre ad averlo fatto, nè il primo.
              Il titolo esprime oggettivamente una falsità: non è vero che l’aborto illegale aiuta la salute della donna, così come non l’aiuta l’aborto legale.
              Il titolo è semplicemente in contraddizione col contenuto dell’articolo e con quanto da sempre sostiene UCCR e andrebbe modificato.

              0
            • semelets ha detto in risposta a manuzzo

              Te l’immagini un titolo che recitasse: “la pedofilia clandestina favorisce lo sviluppo armonico del bambino”?

              0
              • manuzzo ha detto in risposta a semelets

                Mi scusi semelets O_O. avevo risposto a quel troll che si firma come Dio. Mi scusi non c’è l’avevo con lei, ho sbagliato il risp sotto il post. Tra la’ltro ho quotato un suo commento più su. Spero comprenderà.

                0
                • semelets ha detto in risposta a manuzzo

                  In effetti speravo fosse così e ti confesso che è tutt’oggi che controllo i post, nella speranza di una conferma. 😉

                  0
      • Semelets ha detto in risposta a beppina

        Scusami, ho capito adesso che forse ti riferivi al suo nick e non al post.

        0
    • semelets ha detto in risposta a Dio

      Sarebbe come dire che chi è contrario alla legalizzazione della pedofilia è favorevole al suo esercizio clandestino.
      Il corretto processo mentale è questo: la pedofilia è un male e di conseguenza non può essere legalizzata; da questo deriva inevitabilmente che chi commette atti pedofili lo faccia clandestinamente, ma da ciò non si può concludere che chi è contrario alla legalizzazione della pedofilia è favorevole al suo esercizio clandestino.
      Questo naturalmente vale anche per tutto il resto, furto, omicidio (in cui rientra l’aborto), ecc.

      0
    • Penultimo ha detto in risposta a Dio

      Non basta leggere il titolo, nè serve credersi Dio,nè essere uomini, per fare una domanda sensata.In particolare per illegale si intende “dove non sussiste l’aborto poichè vietato per legge”

      Non basta leggere per comprendere,nè si può comprendere senza leggere.

      0
    • manuzzo ha detto in risposta a Dio

      no, siamo contrari all’aborto e basta. Pensa a se quella povera donna di sua madre l’ avesse abortito. Una conquista per l’intelletto umano, vista le sue capacità di comprensione del testo, ma una grande vittoria per il suo padrone (lei da bambino era innocente, e se non capiva nulla di un testo, tra l’altro, non era certa colpa sua).

      0
  6. Gab ha detto

    Chiedo cortesemente alla redazione di UCCR di eliminare l’utente che sta nominando invano il nome di Dio offendendolo con i suoi commenti anti cristiani.

    0
  7. Nemo ha detto

    Sono totalmente d’accordo con il contenuto dell’articolo. Il titolo però, è decisamente ambiguo.

    0
    • semelets ha detto in risposta a Nemo

      E’ un peccato però che la redazione di UCCR, tra i cui meriti vi è indubbiamente quello di smascherare il cattivo giornalismo, non recepisca le critiche.
      Le farebbe certamente onore fare ammenda e cambiare il titolo.

      0
  8. Davide ha detto

    No, una donna è più protetta ad abortire legalmente in strutture preposte ben attrezzate, che abusivamente in uno scantinato.

    Saluti.

    0
    • Laura ha detto in risposta a Davide

      No, una donna è più protetta a portare a termine la gravidanza che ad abortire in strutture ben attrezzate.

      0
      • Davide ha detto in risposta a Laura

        Laura,non ha capito: è naturale che una donna corra meno rischi a non abortire. Ma in quel caso verrebbe meno la sua scelta di avere NON un figlio. Sulla ingiustizia della possibilità di questa scelta, si discuta quanto si vuole.

        Quello che invece sto dicendo, senza timore di essere smentito, è che una donna che vuole abortire ha più garanzie in strutture legali e specializzate che in casa propria.

        Saluti.

        0
        • Laura ha detto in risposta a Davide

          Non si può scegliere di uccidere un altro essere umano, dovrebbe essere illegale e che sia un essere umano ce lo dice chiaramente la scienza embriologica.

          In ogni caso, se davvero ci tenete alla salute della donna dovreste supportare il divieto all’aborto, così come in Irlanda.

          0
    • beppina ha detto in risposta a Davide

      Immerso nella sua deriva taigetoiana neanche la mera, elementare ed insindacabile statistica riesce a sollevarle qualche dubbio e ad indurla ad un minimo di ragionamento. Andiamo bene…

      0
« nascondi i commenti