In Inghilterra e Galles triplicano le donne negli ordini religiosi

Da alcune statistiche pare che il numero di donne che accolgono la vocazione religiosa stiano rallentando fortemente rispetto al passato, sopratutto nella vecchia e cinica Europa. Al contrario, aumentano esponenzialmente nei paesi dell’Est, in Africa, Asia e America Latina. La situazione comunque ha in sé anche curve in crescita, è notizia infatti di questi giorni che il numero di donne che si uniscono a ordini religiosi in Inghilterra e nel Galles è quasi triplicato negli ultimi tre anni, secondo i dati divulgati dalla Conferenza Episcopale.

Alla domanda se questo flusso possa segnare l’inizio di una rinascita per le donne religiose in Gran Bretagna, don Richard Nesbitt, direttore di Westminster vocations ha risposto dicendo che «qualcosa sta sicuramente accadendo».  Suor Cathy Jones, promotrice della vita religiosa presso il National Office for Vocation, ha parlato di «aumento significativo». Soltanto nella diocesi di Westminster si parla, ad esempio di più di 30 donne che intendono fare il primo passo verso la vita consacrata.

Anche guardando a quanto sta accadendo oggi negli ordini femminili americani, l’augurio e la speranza è che l’insegnamento teologico che riceveranno sia in linea con la visione della Chiesa e del Pontefice.

L’Agenzia Fides ha invece riportato i dati del Vietnam per quanto riguarda i Gesuiti, scoprendo che negli ultimi anni le vocazioni della congregazione fondata da Sant’Ignazio si sono moltiplicate e preannunciano un futuro roseo per la Compagnia di Gesù nel paese. Lo “Scolasticato San Giuseppe”, a Ho Chi Minh City, accoglie oggi 54 studenti, ma può contare già su oltre 100 nuovi candidati

 

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

16 commenti a In Inghilterra e Galles triplicano le donne negli ordini religiosi

« nascondi i commenti

  1. Enrico da Bergamo ha detto

    Bene notizie correlate da numeri.

    0
  2. Andrea ha detto

    Sapendo com’è ormai la Società Inglese (una Deputata Musulmana di recente ha detto che “l’Inghilterra laicista è diventata un inferno, torni al Cristianesimo” non me ne stupisce troppo. Nulla come il male estremo ti fa avere il Desiderio di Vocarti.

    0
  3. Azaria ha detto

    Sarei curioso (a fini statistici) di sapere qual’e` la percentuale di queste vocazioni che spingono ad entrare in ordini anglicani e quante in ordini cattolici.

    0
  4. Gabriele ha detto

    Questa notizia è per me un balsamo per lo spirito. Propongo di pubblicare sempre più spesso informazioni positive, ce ne vorrebbe una dose quotidiana; non c’è solo il male a questo mondo basta aprire gli occhi.

    0
  5. Pino ha detto

    leggendo l’articolo dove si dice “La situazione comunque ha in sé anche curve in crescita” mi è venuto da sorridere pensando che si sta parlando di donne………

    0
  6. Fulton Sheen ha detto

    Ragazzi, ma come cavolo si fa ad essere anglicani? Basta leggere com’è nata quella confessione per fuggire a gambe levate!

    0
    • Azaria ha detto in risposta a Fulton Sheen

      Me lo chiedevo anche io caro Fulton, ma essendo ora qui a Londra ti posso dire che la domanda non si pone (almeno per quello che vedo qui).

      Ho conosciuto gente di molte confessioni: musulmani, ebrei, atei, buddisti, anche pagani. Fra i cristiani ho conosciuto molti cattolici qualche ortodosso ed un bel po’ di evangelisti, ma nessun anglicano, da quello che vedo qui ho l’impressione che di anglicani non ce ne siano piu` tanti.

      0
  7. Pino ha detto

    Esattamente come si fa ad essere cattolici, col plagio fin da bambini.

    0
    • Don Tullio ha detto in risposta a Pino

      Il Battesimo dei bambini nel cattolicesimo non è plagio!!!!

      0
    • Azaria ha detto in risposta a Pino

      Pino, fino a prova contraria la maggior parte di quelli che tu chiami plagiati (fra i cattolici, fra questi ci sono anche io) sono quelli che in passato hanno combattuto la Chiesa in barba al loro “indottrinamento”, poi si sono resi conto di essere dalla parte del torto e con onesta` intellettuale hanno riconosciuto i propri errori e si sono buttati fra le braccia di chi aveva ragione: Santa Madre Chiesa, che da brava madre, appunto, ha “perdonato le nostre marachelle”.

      Altri sono stati “plagiati” ad essere altro (musulmani, atei, buddisti e altro) ma hanno scoperto la vera fede da adulti.

      C’e` chi segue la Chiesa “per sentito dire” o “perche` cosi` gli e` stato insegnato”, ma la maggior parte di questi non sa cosa realmente la Chiesa sia. Fra i veri cattolici conosco solo persone che seguono la Chiesa avendola scelta di propria volonta` e che ogni giorno fanno la stessa scelta che definire razionale e` anche riduttivo: servire Cristo.

      0
    • Pino ha detto in risposta a Pino

      segnalo alla Redazione che c’è un cretino che approfittando del mio nome dice fesserie che sono diametralmente contrarie al mio pensiero, sarebbe ora che anche UCCR organizzasse un forum con tanto di registrazione per evitare questi inconvenienti

      0
      • Piero ha detto in risposta a Pino

        E’ quello che sto cercando di dirti da un paio di giorni!

        0
        • Pino ha detto in risposta a Piero

          grazie ma non avevo notato, in questi giorni non sono molto presente. Mi piacerebbe conoscere questo emerito imbecille, però solo la Redazione può confrontare gli indirizzi e-mail

          0
  8. Don Tullio ha detto

    Faccio notare che il termine usato in questo articolo: ordinazioni femminili è sbagliato; l’ordinazione è la cerimonia in cui si conferisce il Sacramento dell’ordine e ordinati possono essere solo gli uomini.
    Per indicare il fenomeno indicato nell’articolo si può parlare di ingresso delle donne nella vita religiosa o di vocazioni alla vita religiosa non di ordinazioni femminili; la Chiesa Cattolica non ammette ordinazioni femminili perché il Sacramento dell’ordine può essere conferito solo a uomini!

    0
« nascondi i commenti