Cathopedia supera le 10 mila visite settimanali

La versione cattolica dell’enciclopedia online Wikipedia, Cathopedia (it.cathopedia.org), sta crescendo rapidamente ed oggi supera le 10.000 visite settimanali.

Uno dei primi traguardi degni di nota dunque per l’enciclopedia cattolica, progetto nato nel 2006 da due sacerdoti, don Paolo e don Giovanni Benvenuto e apprezzato ufficialmente e pubblicamente dalla CEI l‘8 marzo 2010 attraverso una lettera di mons. Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

Per poter crescere ulteriormente (oggi il progetto offre oltre 8000 voci) è necessario diffondere il più capillarmente possibile il sito web e occorre un numero sempre maggiore di collaboratori. Tutti possono contribuire e la registrazione può essere effettuata da qui.

Informiamo infine che da qualche giorno su Cathopedia è comparsa la voce “UCCR.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

24 commenti a Cathopedia supera le 10 mila visite settimanali

« nascondi i commenti

  1. Hugo ha detto

    Bravi! E’ un bellissimo progetto…!

    0
  2. Vladimiro ha detto

    putroppo ho poco tempo a dispozione…non posso collaborare ma sono certo che crescerà sempre èpiù

    0
  3. Tano ha detto

    Apprezzo molto Cathopedia per il servizio che offre…sono contento che anche UCCR abbia la sua voce.

    0
  4. Bannerizzo22 ha detto

    Bisognerebbe inserire gli articoli della uccr nelle pagine di Catophedia sono piene di info interessanti, è riduttivo lasciarle solo qui.

    0
  5. Piero ha detto

    Alessandra e’ MOLTO, MOLTO preparata. Potrebbe benissimo contribuire, visto che sul blog di Tornielli non ci sono altro che atei protestanti e testimoni di Geova…

    1+
  6. gabriele ha detto

    utile, wikipedia è troppo anticlericale

    0
  7. Francesco Santoni ha detto

    Parlerò di Cathopedia nell’ambito di questo corso: http://www.ilfiltro.it/Internet-pensiero-azione anche se insisterò soprattutto su Wikipedia. Cathopedia va benissimo come fonte riguardante argomenti prettamente cattolici, ma come enciclopedia universale Wikipedia è e sarà sempre la più consultata ed influente. Contribuire a Wikipedia affinché essa sia affidabile è la cosa più corretta da fare, snobbarla non serve a niente. Wikipedia non è anticlericale, semmai lo sono alcuni suoi redattori. E allora ognuno di noi farebbe meglio a dare il suo piccolo contributo alla verità piuttosto che girarsi dall’altra parte.

    0
      • Francesco Santoni ha detto in risposta a Piero

        Conoscevo quel blog, ma non prova nulla. Queste due voci sono quasi per intero opera mia:
        http://it.wikipedia.org/wiki/Chirurgia,_anatomia_e_Chiesa_Cattolica_nel_medioevo
        http://it.wikipedia.org/wiki/Evoluzionismo_e_Chiesa_cattolica
        Inutile dire che la maggior parte dei contenuti di queste voci risultano molto indigesti per l’anticlericale medio, eppure sono tutti lì, nessuno ha potuto togliere niente. Di fronta alla documentazione valida non c’è niente che tenga. Puoi dare un’occhiata alle discussioni che ho dovuto sostenere per la prima voce (era stata anche proposta per la cancellazione):
        http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Pagine_da_cancellare/Chirurgia,_anatomia_e_Chiesa_Cattolica_nel_medioevo
        http://it.wikipedia.org/wiki/Discussione:Chirurgia,_anatomia_e_Chiesa_cattolica_nel_Medioevo
        Nessuno degli oppositori è riuscito a spuntarla.

        0
        • Francesco Santoni ha detto in risposta a Francesco Santoni

          ah, se non si capisse, su wikipedia io sono l’utente Hybridslinky

          0
        • Piero ha detto in risposta a Francesco Santoni

          Si vede che le tue voci interessavano poco ai due moderatori Vituzzu e Montesacro per esempio, o al resto della “cricca”.
          Poi devi anche tenere presente che non tutti hanno la tua stessa preparazione o la tua stessa capacita’ di opporsi a palesi tentativi di sopraffazione o la tua stessa capacita’ di controbattere continuamente e consecutivamente.
          Molti cedono e basta.
          Oppure che quelli che ti appoggiavano non si sono fatti mettere sotto dai “scagnozzi” dei due sopra.

          0
          • Francesco Santoni ha detto in risposta a Piero

            Certo wikipedia può esser frustrante, non lo metto in dubbio, ma se fossero in tanti quelli che arrivano lì con la documentazione adeguata, allora i frustrati diventeranno gli anticlericali. Le associazioni che organizzano il corso che ti ho segnalato più sopra fanno entrambe capo all’Opus Dei. Il corso avrà quindi un pubblico cattolico e, come è scritto, è fondamentalmente rivolto a professori in pensione, ovvero gente che ha la capacità, la preparazione e il tempo di controbattere alle fesserie degli intellettualoidi di turno e che manca solo di essere adeguatamente istruita sui mezzi che internet mette a disposizione. La logica che sottende il corso è: non si può eliminare l’errore e la menzogna, ma si può tentare di disperderlo ed affogarlo in un mare di verità. Sono in pochi ormai quelli disposti ad ascoltare la voce autorevole della Chiesa; ovviamente questa resterà sempre il punto di riferimento e guida principale per la dottrina e l’etica, ma è necessario che siano i laici a parlare al grande pubblico, perché “i preti” non li ascolta quasi nessuno. Quando c’è stato il referendum sulla procreazione assistita sembrava che i cattolici dovessero andare incontro ad una sconfitta annunciata, memori dell’esito delle consultazioni popolari su aborto e divorzio. E’ grazie all’intervento di laici come ad esempio Angelo Vescovi ed Oriana Fallaci che si è potuto vincere. Se ognuno potesse dare il suo piccolo contributo mettendosi al servizio della verità, molte cose comincerebbero a cambiare. Il blog UCCR si inserisce benissimo in questa logica, e mi sembra abbia già avuto una discreta influenza sul pubblico. Immagina se ognuno dei lettori assidui aprisse il suo blog personale su tematiche affini quanto pubblico ancora si conquisterebbe. Io l’ho fatto http://quodlibetales.blogspot.com/ e spero che lo facciano anche altri. Anzi magari poi si potrebbe pure compilare una lista di blog amici per trovarli meglio.

            0
            • Piero ha detto in risposta a Francesco Santoni

              Le associazioni che organizzano il corso che ti ho segnalato più sopra fanno entrambe capo all’Opus Dei

              Sai gia’ che solo questo basterebbe a certe persone per squalificare completamente il corso e tutta la documentazione che venisse portata.
              Contro l’ignoranza e il pregiudizio su internet in generale e su wikipedia in particolare non c’e’ nulla da fare se non ignorare.

              0
              • Francesco Santoni ha detto in risposta a Piero

                Ma quale documentazione? Il corso semplicemente insegnerà come fare a chi ha voglia di fare.

                0
                • Piero ha detto in risposta a Francesco Santoni

                  mi riferisco alla documentazione che porteresti scrivendo una ipotetica voce su wikipedia. Se fanno questioni persino su miliardi di tonnellate di documentazione presa con ogni mezzo e da ogni utente sulla faccia della terra, come potrebbe bastare (per loro) a convincerli un mezzo resoconto di 1000 anni fa fatta da un monaco?

                  0
                  • Francesco Santoni ha detto in risposta a Piero

                    Non conosco il caso specifico, la mia esperienza è abbastanza lunga per sapere che non si può ignorare impunemente la documentazione. Se lo hanno fatto è molto probabile che dall’altra parte non c’è stato chi ha saputo difendersi.

                    0
                    • Piero ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      e lo hanno fatto è molto probabile che dall’altra parte non c’è stato chi ha saputo difendersi.

                      Chi? Attivissimo? quelli di Crono911 ? Henry62, che e’ stato l’unico italiano e credo europeo che ha trovato un errore significativo nella montagna di documentazione (qualche metro cubo) del NIST e perito balistico (anche nel caso del Mostro di Firenze)?
                      Credo che sbagli persone…
                      Ripeto: Cupola.

                      0
                    • Francesco Santoni ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      Chi ha proposto quei siti come fonte evidentemente non li ha saputi difendere adeguatamente.

                      0
            • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a Francesco Santoni

              Credo che non ci sia su Uccr un utente più preparato di te Francesco. Condivido il 99% delle cose che dici e anche in questo caso sono pienamente d’accordo. Bisogna ammetterlo, i sacerdoti hanno perso credibilità. Anche per colpa loro, per le loro prediche, per il loro esibizionismo, per i loro personalismi, per la loro impreparazione, per il loro distacco dai fedeli. Parlo ovviamente in generale, non voglio fare di tutta l’erba un fascio, ho un fratello prete che la pensa esattamente come me.

              E’ ora che noi laici, assieme ai movimenti ecclesiali, prendiamo totalmente in mano le redini del dibattito culturale. Il passo che tutti possono fare, anche i meno preparati, è iscriversi a Wikipedia e a Cathopedia ad esempio, partire dagli articoli che compaiono su Uccr e Disf ad esempio (che sono i portali che io ritengo più interessanti), e dati alla mano collaborare con gli amici che sono già presenti.

              Lasciamo perdere le sterili diatribe sul sito dell’uaar o su facebook, cominciamo ad impegnarci così. Vale anche il discorso di Francesco: apriamo un blog e aiutiamo a diffondere le notizie che compaiono qui, ci vogliono 10 click al giorno. Uniamo la rete, collaboriamo. Usiamo questo luogo come punto di partenza, come base.

              0
              • Francesco Santoni ha detto in risposta a Massimo Ponzoni

                Condivido quello che dici, ma devo precisare una cosa: nel mio messaggio non intendevo assolutamente attaccare “i preti” (usavo questa espressione per riferirmi e tutti i religiosi, Papa compreso, per rendere l’idea di quale sia l’atteggiamento di molte persone). Certamente ce ne sono molti criticabilissimi, ma quello che volevo dire è che in realtà la Chiesa non la ascolta più quasi nessuno solo perché è la Chiesa, indipendentemente da quello che dice. Basta sapere che a parlare è “un prete” e moltissima gente stacca il cervello. Le cause di questa perdita di autorevolezza sono molteplici e sarebbe lungo parlarne. Ma a prescindere da questo, appunto è importante che siano i laici a rendere testimonianza e a far in modo che la gente torni a ragionare serenamente, e allora sarà disposta pure ad ascoltare “i preti”.

                0
        • Piero ha detto in risposta a Francesco Santoni

          Di fronta alla documentazione valida non c’è niente che tenga

          Ultima cosa: ti “sfido” (bonariamente, ovviamente 😉 ) ad avere PIU’ DOCUMENTAZIONE di quella che hanno raccolto Crono911 e 11settembre (e alla sua qualita’) sulla tragedia dell’11 settembre e Undicisettembre, anche in considerazione del fatto che era un evento contemporaneo. Prova a leggere quello che e’ successo sui link che ti ho postato.

          Per me il tuo rimane un caso isolato.
          Mia opinione, ovviamente.

          0
          • Piero ha detto in risposta a Piero

            ERRATA CORRIGE
            Crono911 e 11settembre (e alla sua qualita’) sulla tragedia dell’11 settembre e Undicisettembre
            leggasi
            Crono911 , 11settembre e Undicisettembre (e alla sua qualita’) sulla tragedia dell’11 settembre

            0
        • Paolo Viti ha detto in risposta a Francesco Santoni

          Francesco, grazie per il tuo impegno.

          0
« nascondi i commenti