USA: sconfitta la parrocchia atea, il Pledge of Allegiance è costituzionale

Importante sconfitta per la religione atea negli Stati Uniti. La parrocchia degli atei Freedom From Religion Foundation ha infatti intentato con grande fervore e dispendio economico una causa nel 2007 contro la recita del Pledge of Allegiance -una sorta di giuramento di fedeltà alla bandiera e alla Nazione- nelle scuole pubbliche.Il testo infatti contiene l’espressione “sotto Dio” (under God) e la pronuncia di queste parole provocherebbe improvvisi malori e rigurgiti laicisti.

Ma la Corte d’Appello statunitense ha ovviamente confermato in questi giorni la piena costituzionalità della recita del Pledge of Allegiance. La legge tra l’altro consente a quei due o tre studenti contrari di rimanere in silenzio e stare seduti seduti e ovviamente impone di rispettare i diritti di quegli alunni che scelgono di parteciparvi.

Il The Christian Post rivela che quaranta membri del Congresso e più di 80.000 americani hanno presentato una memoria volontaria a sostegno della costituzionalità del Pledge. Il Centro americano per la Legge e la Giustizia (ACLJ) ha pubblicato un comunicato in cui afferma: «La decisione della Corte non solo conferma la costituzionalità del Pledge, ma respinge anche un altro tentativo infruttuoso della Freedom From Religion Foundation a distorcere la Costituzione con le sue difettose motivazioni». Ricordiamo che negli Stati Uniti, regno indiscusso della ricerca scientifica e della promozione di cultura sociale, in un recentissimo sondaggio -vedi Ultimissima 25/10/10-, il 95% delle persone ha affermato di credere in Dio (contro un 5% suddiviso tra atei e agnostici).

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________