Lombardia: sostegno economico alle mamme che rinunciano all’aborto

«Nessuna donna dovrà più essere costretta ad abortire in Lombardia a causa dei problemi economici. Vogliamo contribuire a eliminare qualunque ostacolo che renda difficoltoso fare una scelta a favore della vita. Si tratta di un provvedimento che conferma la nostra politica di tutela e promozione della maternità, della natalità e della famiglia». Queste le parole del presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. Ci spiace per Carlo Flamigni, ma il fondo Nasko è una realtà: le donne che rinunciano ad abortire riceveranno un assegno mensile di 250 euro al mese per alleviare le difficoltà economiche che le avrebbero spinte a rinunciare al bebè. L’annuncio del debutto ufficiale del fondo in una nota del Pirellone, ripresa da Adnkronos.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________