Origine dell’universo: nuova serie di documentari in risposta ad Hawking

In risposta alle dichiarazioni filosofiche di Stephen Hawking circa un universo autocreatosi dal nulla, è uscita in Spagna una serie audiovisiva di documentari intitolata: “L’Origine dell’Uomo”. L’intento è di indagare sullo sviluppo dell’universo, dal Big Bang ai primati, dagli ominidi e al trionfo dell'”Homo Sapiens, e risponde alle domande: “Com’è nato l’universo? Siamo nati per caso? C’è stata un’intelligenza che ha guidato l’evoluzione?”. La casa produttrice, Goya Producciones, afferma: «La serie metterà anche a nudo lo sfruttamento ideologico della scienza, e in particolare del darwinismo. Darwin è stato manipolato a favore del razzismo, sia da parte del marxismo che nella Germania nazista e negli Stati Uniti. La Chiesa cattolica, dal canto suo, non ha condannato Darwin. L’evoluzione potrebbe essere avvenuta all’interno della creazione». La notizia è riporta da Zenit.it e da Xornal Galicia.

Nei documentari sono anche intervenuti diversi famosi filosofi e scienziati. Fra essi molti hanno risposto a Stephen Hawking, accodandosi alle già innumerevoli critiche già ricevuto da molti suoi colleghi, riportate qui.

Il Premio Nobel Christian De Duve ha affermato che «la teoria per cui il mondo è eterno, inventata da Fred Hoyl, ha dimostrato di essere falsa, e ha avuto ragione il suo maestro Lemaitre a scoprire la teoria del “Big Bang”, l’esplosione che ha dato origine all’universo».

Il biologo premio Nobel Werner Arber ha affermato: «Nella Genesi, all’inizio dell’Antico Testamento, posso leggere che il mondo è stato creato in vari periodi, e per me questi vari periodi sono proprio un’evoluzione».

Il biofisico olandese Cees Dekker: «Il metodo della scienza di per sé non è cristiano né ateo. Scienza e religione non sono in conflitto, e la scienza in sé si inserisce molto bene nella visione cristiana del mondo».

Il filosofo della scienza, Michel Ghins, ha affermato che la teoria degli “universi multipli” sia stata ideata per sfuggire all’ipotesi che Dio ha creato il nostro mondo, ma questa «non è una via di fuga, perché si può benissimo immaginare che Dio Onnipotente abbia creato questa profusione di universi molteplici».

Il filosofo Evandro Agazzi, ha dichiarato che il caso non spiega l’esistenza del mondo. Chi vuole spiegare tutto a partire da qualche scienza positiva «cade in un atteggiamento riduzionista antiscientifico».

Il professore di storia della scienza moderna di Boston, Thomas Glick, crede che questi fondamentalisti del materialismo si fabbrichino una specie di religione o metafisica, «ma nessuno confonde questo con la scienza».

Il filosofo Juan Arana, dell’Università di Siviglia, ha dichiarato: «non c’è mai stata opposizione tra fede e ragione, ma c’è stata sempre opposizione tra due ‘fedi’: la fede scientista, per così dire, e quella religiosa».



Questo è il trailer (in spagnolo) della serie scientifica:

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________