Australia: il premier ateo gioisce per la prima Santa della nazione

Benedetto XVI ha celebrato domenica in Piazza San Pietro, la solenne Messa di canonizzazione di 6 Beati. Tra di essi Mary MacKillop, la prima Santa australiana, fondatrice della Congregazione delle Suore di San Giuseppe del Sacro Cuore, la quale si impegnò in modo instancabile per i più poveri e in particolare per offrire educazione a tutti i bambini australiani. Appena si è saputa la notizia della sua canonizzazione, l’Australia ha dato avvio a molti festeggiamenti. Tra i più entusiasti della notizia il primo ministro australiano, dichiaratamente ateo, Julia Gillard. «Sarà una grande festa per la nazione», ha subito detto, aggiungendo che investerà 1,5 milioni di dollari per i festeggiamenti. Ha anche promeso che parteciperà ad una cena di raccolta fondi a Sydney, organizzata dall’arcidiocesi. «Mary MacKillop -ha detto la Gillard- è stata una grande pioniera australiana e ha fornito istruzione ai bambini che ne avevano bisogno». The Gazette, da cui abbiamo preso la notizia, continua dicendo che il cristianesimo è la religione dominante dell’Australia, con il 64% di cristiani nel più recente censimento. Il quotidiano australiano rivela anche che le sessioni in Parlamento cominciano solitamente con una preghiera e che il capo dell’opposizione, Tony Abbott, è un devoto cattolico ed ex-seminarista. Il Vaticano ha dichiarato che avrebbe canonizzato Mary MacKillop dopo aver riconosciuto la guarigione miracolosa di due donne malate terminali, guarite dopo essersi rivolte a lei. Il cardinale Pell ha detto al National Affaris: «Il Primo Ministro è un’amica della comunità cattolica. Riconosce la genuina bontà umana, dovunque essa si trovi».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________