Risultati della ricerca



La scienza nasce nel Medioevo cristiano: analisi storica

Scienza, Medioevo e cristianesimo. Per molti un abbinamento eretico, ma non per gli storici che da anni hanno ormai certificato l'origine della scienza moderna e del metodo scientifico nel Medioevo cristiano, sotto l'ala della Chiesa cattolica.  

Le due grandi condizioni perché sia possibile l'esistenza della scienza sono, innanzitutto, che nell'universo regni l'ordine e non il caos e che le leggi regolatrici di quest'ordine siano intelligibili da parte dell'intelletto umano. Queste convinzioni sull'Universo nacquero solo e soltanto nell'Europa cristiana. Perché?

In questo dossier (continuamente aggiornato) affronteremo le risposte e scopriremo, facendoci guidare da importanti storici della scienza, che all'origine della scienza moderna c'è la visione cristiana del mondo.

 

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Il cristianesimo ha dato dignità alla donna e ai bambini

Gesù e un bambinoStoria delle donne e della donna nel cristianesimo, dignità e diritti. In questo dossier mostriamo -attraverso gli studi e i pensieri di storici, donne e femministe- quanto la civiltà cristiana ha fatto per modificare radicalmente la -concezione della donna e dei bambini nel corso della storia umana.

 

Tutti oggi consideriamo "naturale" che donne e bambini abbiano diritti inviolabili equiparabili a quelli degli uomini, che abbiano una dignità e che non possano essere proprietà di nessuno e da nessuno sacrificabili. Pochi sanno e tanti non vogliono sapere, tuttavia, che tutto questo è un dono della civiltà cristiana.

Uno dei più importanti sociologi delle religioni, Rodney Stark, docente di Scienze Sociali presso la Baylor University del Texas, ha concluso che uno dei motivi dell'incredibile aumento del numero dei cristiani dall’anno 40, in cui erano 1000, al 350 d.C. quando arrivarono a 32 milioni fu proprio l’attenzione, la s

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Fede e psicologia: cosa dice la scienza?

Psicologia e fede. Cosa dice la scienza sulla relazione tra religione, fede ed il benessere psicofisico? Una vita attivamente religiosa e cristiana produce un miglioramento qualitativo dell'esistenza misurabile oggettivamente? In questa analisi abbiamo interrogato la letteratura scientifica sul tema. [ultimo aggiornamento: marzo 2022]

     

Spesso di fronte ai numeri crescenti dei credenti nel mondo, si usa obiettare che sia meglio la “qualità” della “quantità”, sottintendendo che l'esistenza priva di religiosità sia più spensierata ed intellettualmente libera e più soddisfacente. Gli studi scientifici dimostrano invece il contrario, è l'uomo religioso a vivere una vita qualitativamente migliore dal punto di vista psicofisico.

Blaise Pascal avanzava questa scommessa: «Se Dio esiste, si ottiene la salvezza. Se ci sbagliamo, si è vissuta

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

L’aborto e la menzogna della bomba demografica

L'idea della bomba demografica sostiene che l'aumento della densità di popolazione inibisca la prosperità umana, sia per la non sufficiente quantità di cibo che di risorse naturali. Per questo i sostenitori ritengono moralmente accettabile l'aborto come metodo di controllo demografico. Ma si tratta di una tesi ampiamente smentita.


Negli anni '60 e '70 la teoria malthusiana regnava fra gli accademici, così come ogni libro di sociologia ammoniva che, in qualunque momento, ci si poteva aspettare una tragedia. Nel suo best seller The Population Bomb (La bomba demografica), Paul Ehrlich, docente alla Stanford University, pontificava: «La battaglia per nutrire tutta l'umanità è finita. Negli anni '70 il mondo sarà colpito da carestie, centinaia di milioni di persone moriranno di fame». Naturalmente non accadde nulla di tutto questo, tuttavia gli abortisti colsero l'occasione e iniziarono a parlare lo stesso linguaggio dei cata

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

L’aborto aumenta la mortalità della donna, altro che “pro-choice”!

L'unico cavallo di battaglia degli abortisti e dei "pro-choice" è quello della salute della donna: fra la donna e il bambino, precedenza alla donna. Peccato che, come riporta il bellissimo articolo su Libertà e Persona, la pratica abortiva è, in assoluto, quella più ostile alla salute delle donne. Lo dimostriamo.

1) La mortalità materna aumenta dove l'aborto è legale. Preziosi dati sono stati pubblicati, tra gli altri, dall’Unicef in un Rapporto del 2005. In Paesi dove l’aborto è limitato muoiono meno donne, a differenza in quelli dove, invece, l’interruzione volontaria di gravidanza risulta più de-regolamentata e accessibile. Ad esempio in Francia e Inghilterra si verificano 8 morti materne ogni 100.000 nativi vivi, mentre in Irlanda appena una. Uguale nei paesi più arretrati:

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Laicismo e pedofilia

Nasce su UCCR una prima scheda informativa sul problema degli abusi sessuali sui minori commessi da esponenti del laicismo e dell'ateismo nella storia moderna (e non). La pedofilia è un problema della secolarizzazione moderna e non solo della Chiesa. Purtroppo le notizie non sono facilmente reperibili poiché un senza dio che commette un abuso non fa notizia, al contrario di un cattolico e per di più riconoscibile come sacerdote.

Lungi dal voler difendere i preti che si sono macchiati di questo orribile atto, vogliamo sottolineare che il mondo laico (e anche noti affaristi, come riporta Il Foglio del 30/4/10), oggi scandalizzato, ha da sempre ha inneggiato la liberazione sessuale, bambini compresi. Gli stessi che oggi hanno usato i terribili atti pedofili di alcuni esponenti religiosi per creare una campagna anticlericale e ravvivare la propria ideologia (come hanno s

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Bioetica (archivio argomenti)

                      Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Fede e Storia (archivio ad argomenti)

   

INDICE ARGOMENTI Chiesa, Pio XII, ebrei, nazismo e fascismo| |Radici cristiane| |Crociate||Il "caso" Galileo||Giordano Bruno||Medioevo, secoli bui?| |Inquisizione||Colonialismo||Chiesa e franchismo| |Cristianesimo motore della civiltà| |Ipazia||Bufale e leggende anticlericali||Altre religioni|

     

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Johnny Cash, senza la sua fede in Cristo non ci sarebbero le sue canzoni

Non era certo un santo Johnny Cash, celebre cantante dichiarato uno dei i musicisti più influenti del 20° secolo (la sua completa biografia su WikiEnglish). Ha conosciuto la prigione ed ha rischiato la morte di overdose, ma ad un certo punto della sua vita, neel 1968, ha colto di essa un possibile Senso con la maiuscola, e delle sue canzoni sugli ultimi ha iniziato a fare dolenti, commossi inni all’uomo e a Dio.

Avvenire ne traccia una piccola biografia e parla di un libro a lui dedicato e appena uscito nelle librerie. Anni fa usc

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Embrione e feto sono persone umane, ecco cosa dice la scienza

Embrione e feto sono persone umane? Sono esseri umani in potenza o già si possono considerare persone? Con questo dossier abbiamo analizzato i principali testi universitari di embriologica medica e dato la parola a biologi, ginecologi, neurologi, medici e attivisti favorevoli all'aborto..

 

L’idea che feto ed embrione siano “grumi di cellule” ormai non può più essere sostenuta. I progressi dell'embriologia, della biologia e della genetica ci spiegano, lo vedremo qui sotto, che il feto ha organi funzionanti, prova sensazioni, sogna, soffre, anche prima dei limiti posti per l’interruzione di gravidanza “libera”. Limiti che, del resto, cambiano da Stato a Stato: quelli francesi sembra diventino esseri umani prima di quelli italiani, e quelli italiani prima di quelli belgi ecc.

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace