La Corea del Nord attacca Seul: l’ateismo comunista torna a far tremare il mondo

Il comunismo ateo macina ancora oggi violenza e ideologia: la Corea del Nord ha attaccato la Corea del Sud, spaventando il mondo. L’attacco di Pyongyang, riporta  Il Corriere della Sera, è stato «intenzionale e pianificato» e costituisce una «chiara violazione dell’armistizio» tra le due Coree. Intanto è stata immediata la reazione dal principale partner economico della Corea del Nord, vale dire la Cina (anch’essa guidata ufficialmente dall’ateismo governativo), che si è detta «preoccupata» per la situazione venutasi a creare tra le due Coree. La questione è ancora più preoccupante poiché giorni fa Il Giornale aveva informato che la Corea del Nord ha costruito «rapidamente e in segreto» un nuovo impianto nuclerare dove, secondo i nordcoreani, sono già state installate 2.000 centrifughe. Totalitarismi atei alla riscossa e il mondo trema.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________