«Sono gay e contrario al matrimonio omosessuale»

Gay contro nozze gay. L’omosessuale Doug Mainwaring prende posizione contro il matrimonio tra persone dello stesso, rappresentando la voce di molte altre persone gay.

 

Un disegno di legge per legalizzare il matrimonio omosessuale nel Maryland (USA) è stato approvato dall’Assemblea Generale nel febbraio scorso, tuttavia contro tale decisione sono state raccolte ben 160.000 firme (ne sarebbero bastate 56.650) perché la decisione venga presa tramite un referendum popolare. Si voterà il 6 novembre 2012.

L’omosessuale Doug Mainwaring ha commentato tale “ribellione” popolare sul “Washington Post”, rivelando anche lo sgomento di molti omosessuali nello scoprire che anche i propri familiari avevano sostenuto la petizione, dato che i nomi dei firmatari sono stati resi pubblici.

Delle 109.313 firme certificate dal consiglio (avrebbero dovuto essere 160 mila ma ad un certo punto la commissione ha smesso di contarle), il 53% era di firmatari repubblicani (58.470), il 37% di democratici (40.046), e il restante 10% erano non aderenti a nessuno schieramento (10.645), libertari (112) e membri del Partito Verde (40). Mainwaring, che è anche co-fondatore del “National Capital Tea Party Patriots”, ha commentato: «tale risultato ha reso chiaro a tutti che non sono solo i repubblicani ad opporsi a tale legislazione. Si tratta di una preoccupazione comune».

In molti, ha proseguito l’omosessuale, «ritengono che i firmatari siano omofobi. In alcuni casi, questo può essere vero. Sono certo tuttavia che la stragrande maggioranza ritenga sufficiente, come me, visualizzare il “matrimonio” come un termine immutabile, che può essere applicato solo agli eterosessuali. E’ innegabile che, di epoca in epoca, il matrimonio è stato il più grande successo dell’umanità e fonte di prosperità, che attraversa tutte le culture e le religioni. Non dobbiamo pasticciare con esso». Ha comunque precisato: «Io sono gay. Qualche anno fa ero dall’altra parte della barricata su questo argomento. Ma più leggevo, pensavo, studiavo e tentavo di difendere la mia posizione, più mi rendevo conto che non potevo farlo. I rapporti omosessuali dovrebbero essere sostenuti dalla società, ma sono cresciuto convinto, tuttavia, che il termine “matrimonio” non deve essere modificato o regolato in alcun modo». Ha quindi concluso: «Ammettiamolo: non dovremmo tentare di forzare un qualcosa che non è mai stato pensato per le coppie dello stesso sesso. Le relazioni omosessuali sono diverse da quelle eterosessuali».

Anche Doug Mainwaring si è dunque accodato alle tante voci emerse recentemente di omosessuali contrari alle cosiddette “nozze gay”. Ci siamo già occupati di alcuni di loro: Richard Waghorne, Andrew Pierce, David Blankenhorn e Rupert Everett.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

43 commenti a «Sono gay e contrario al matrimonio omosessuale»