Incriminati i due grandi sponsor Lgbt: pedofilia, droga e omicidi

obama gayDue grandi finanziatori del mondo arcobaleno, Ed Buck e Terry Bean, sono stati arrestati per abusi sessuali su minori e omicidio di prostituti di colore. Entrambi appartengono alla ristretta cerchia di Barack Obama e Hillary Clinton e hanno finanziato la campagna a favore del matrimonio omosessuale.  

Terry Bean e Ed Buck. Chi sono? Il primo (a sinistra, nella foto) è un imprenditore e storico militante Lgbt, fondatore di numerose organizzazioni arcobaleno. Il secondo, Buck (a destra), è un businessman milionario e anche lui consigliere e attivista per i "diritti gay". Li accomuna anche essere, forse, i più grandi sponsor e finanziatori del movimento omosessuale statunitense, che hanno versato migliaia di dollari per la campagna elettorale di Barack Obama, di Hillary Clinton, del governatore della California, Jerry Brown, e di Eric Garcetti, sindaco di Los Angeles, in cambio della promessa della liberalizzazione delle nozze gay.

 

Secondo prostituto di colore morto per overdose a casa del milionario Lgbt

Qualche settimana fa a casa di Edward Buck ad Hollywood è morto il secondo prostituto di colore nel giro di 17 mesi. Nel luglio 2017, quando il corpo di Gemmel Moore venne ritrovato nel suo appartamento, i pubblici ministeri rinvennero nella sua casa un enorme equipaggiamento per la droga, tra cui 24 siringhe contenenti residui di colore marrone, cinque tubi di vetro con residui bianchi e segni di bruciatura, cannucce di plastica a profusione, sacchetti con polveri bianche di tutti i tipi e sostanza cristalline.

La morte dell'uomo...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 35 Commenti

Biodiversità in Etiopia, l’unica a salvaguardarla è la Chiesa

etiopia biodiversitàLe foreste in Etiopia resistono solo all'interno delle proprietà ecclesiastiche, lo annuncia la rivista "Nature" informando dell'impegno delle chiese cristiane nel curare il creato. Un tema centrale nel cristianesimo, pur lontano dall'ideologia ambientalista.  

Se vedi una foresta è molto probabile che ci sia una chiesa, lì nel mezzo. Così spiega Alemayehu Wassie, un'ecologista forestale che da dieci anni lavora per preservare e proteggere la biodiversità in Etiopia.

La Chiesa cattolica e quella ortodossa sono le uniche istituzioni che difendono la biodiversità, creando piccole e fertili oasi in tutto il paese africano. Si calcola siano almeno 35mila, le ultime tracce rimaste delle rigogliose foreste naturali che un tempo coprivano l'Etiopia, oggi quasi scomparse.

 

Le chiese contribuiscono a rallentare la deforestazione.

La rivista Nature ha pubblicato bellissime fotografie di queste riserve naturali in mezzo al deserto, ed effettivamente al centro si erge sempre un campanile. Le foreste sono state sacrificate all'agricoltura, così da poter sfamare la popolazione di oltre 100milioni di abitanti e far fronte alle carestie. La deforestazione è stata particolarmente incoraggiata durante il periodo comunista del paese, tra il 1974 e il 1991, quando il governo nazionalizzò tutti i terreni. Oggi solo il 5% del paese è coperto da foreste, in calo dal 45% all'inizio del XX secolo.

...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti nessun commento

Il Papa negli Emirati strappa all’Islam un’alleanza sui cristiani perseguitati

cristiani perseguitati papaIl viaggio di Francesco negli Emirati Arabi e l'incontro con il grande imam d'Egitto. Un viaggio storico per molti motivi, un Documento che firma un'alleanza sulla protezione dei luoghi di culto, sui valori non negoziabili, sui diritti delle donne, sull'opposizione al terrorismo religioso. E l'imam, per la prima volta, ha parlato a nome del mondo islamico.  

«Conosco bene la penisola arabica, momento storico, impensabile pensare di celebrare una S. Messa all'aperto con una grande croce in quei paesi solo un anno fa. Non solo i musulmani ci invadono, anche noi cristiani ci facciamo largo nel cuore dell'Islam». Questo uno dei commenti più lucidi che ci è arrivato riguardo al viaggio di Papa Francesco negli Emirati Arabi. La "cristianizzazione" dell'Islam è una bella immagine per comprendere il delicato e decennale lavoro della Santa Sede nel cercare un'alleanza con l'area moderata dei musulmani contro il terrorismo e la persecuzione dei cristiani.

Un obiettivo che non viene capito dai guerrafondai cristiani, che scambiano tutto questo per una resa -accuse che colpirono anche Benedetto XVI e Giovanni Paolo II, nel 2001- e non si sentiranno sazi finché non vincerà il pugno duro e l'equazione generalizzante Islam = terrorismo. Non capiscono, così, di mettere ancora più in pericolo le comunità cristiane in Medio Oriente, tanto che il vicario di Aleppo, mons. Georges Abou Khazen, ...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 25 Commenti

Quando la Pasionaria, simbolo antifascista, si convertì al cattolicesimo

Dolores IbárruriLa conversione di Dolores Ibárruri, definita la Pasionaria, leader indiscussa del comunismo spagnolo. L'amicizia con un sacerdote, che restò l'unico amico dopo che fu abbandonata dai "compagni".  

Senz'altro si tratta di una donna particolare: carismatica e simbolo mondiale dell’antifascismo, a quasi trent’anni dalla sua morte, Dolores Ibárruri, meglio nota come la Pasionaria, è ancora ricordata come «riferimento storico del comunismo spagnolo» e come «leader innata». Spesso, però, si omette un fatto molto rilevante della sua biografia: la sua conversione al Cattolicesimo.

 

Dolores Ibárruri, la conversione non ricordata sui siti web marxisti.

Evidentemente, è un fatto così scomodo, che siti web di ispirazione marxista (tra i tanti, homolaicus.com e marxists.org) non ne parlano minimamente, né fanno menzione del rapporto tra lei e la fede, così fornendo un quadro troppo riduttivo per una personalità così ricca e complessa. Eppure il dato della fede non fu mai irrilevante nella sua vita. Infatti, «Dolores fu una cattolica di gran devozione nella sua infanzia e nella sua gioventù», prima di allontanarsi dalla fede per aderire al comunismo. Tuttavia, si riporta che «la sua devozione la accompagnò in maniera almeno nominale nella sua militanza marxista». Fu lei, nel 1936, a pronunciare il famoso discorso intitolato No Pasaran!

 

Abbandonata...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 8 Commenti

Pakistan, i matrimoni cristiani saranno ufficialmente riconosciuti

pakistan corte supremaLa Corte Suprema del Pakistan, oltre alla definitiva assoluzione di Asia Bibi, si è pronunciata a favore del riconoscimento legale dei matrimoni celebrati nelle chiese cristiane. Due segnali concreti di cambiamento e di speranza.  

La definitiva assoluzione di Asia Bibi da parte della Corte Suprema del Pakistan, avvenuta pochi giorni fa, è stata un secondo atto storico dopo la prima sentenza dello scorso ottobre.

«La fine di un incubo» per la donna cristiana, ha scritto l'Osservatore Romano, condannata a morte per blasfemia nel 2010 nel paese più islamico che ci sia, dove il popolo è educato ad un credo fondamentalista, alimentato anche dalle scuole coraniche, finanziate dai sauditi con la benevolenza occidentale.

 

La Corte Suprema a favore dei matrimoni cristiani.

Sempre la Corte Suprema pakistana si è pronunciata anche su un altro tema caro alla comunità cristiana, sentenza che è passata in secondo piano e non sufficientemente valorizzata in Occidente. I giudici, infatti, hanno ordinato all'Autorità nazionale di registrazione (Nadra) di riattivare il registro ufficiale dei matrimoni celebrati attraverso il rito religioso cristiano, dando loro valore ed effetti di carattere civile. Un riconoscimento che era stato subito sospeso dopo la sua introduzione nel 2013.

Dal 16 gennaio scorso 2019, invece, grazie al coraggio dei supremi...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti nessun commento

L’autocoscienza negli animali, un abbaglio scientifico?

autocoscienza animaliUn articolo di "Le Scienze" riapre la discussione su come indagare l'autocoscienza negli animali. Ma abbiamo scoperto veramente la coscienza di sé persino nei pesci o continuiamo a prendere abbagli rimanendo alla superficie del problema?

 

Pare che Alex Jordan, biologo evolutivo del Max-Planck-Institut abbia scoperto tracce di autocoscienza addirittura in un piccolo pesce pulitore: esso riconosce allo specchio una macchia creata ad arte sul suo corpo per somigliare ad un parassita, così cerca di strofinarsi sul fondale per liberarsene. «Significa che i primati non sono più così speciali», ha tuonato il ricercatore, e infatti stupisce che un tale fenomeno avvenga così "evolutivamente lontano" da noi, più di quanto ci si possa ragionevolmente immaginare.

 

La coscienza negli animali: un prodotto evolutivo?

Il primo ad utilizzare lo specchio come strumento per indagare l'autocoscienza negli animali fu il ricercatore Gordon Gallup, negli anni settanta. Si accorse che gli scimpanzé dapprima reagivano come se vedessero un estraneo, poi iniziavano a scrutarsi con curiosità. I macachi invece fallivano il test, ma col tempo la pattuglia delle specie che superavano il test divenne nutrita: elefanti, delfini e gazze ladre non fecero che anticipare il pesce pulitore di cui si parla oggi.

Ma tutti questi animali sono davvero autocoscienti? L'autocoscienza è un fenomeno di tipo matrioska, via...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 47 Commenti

Virgina, il governatore pro-infanticidio con maschera del KKK

virginia governatore kkkRalph Northam, governatore della Virginia e pupillo di Barack Obama, ha sostenuto un disegno di legge a favore dell'uccisione di bambini nati scampati all'aborto. Poche ore dopo è comparsa una sua foto con il cappuccio bianco del KKK. Una relazione per nulla casuale.

 

Scoppia lo scandalo nel Partito Democratico americano per una foto shock del governatore della Virginia, Ralph Northam. E' spuntata infatti una foto che ritrae uno dei pupilli di Barack Obama mascherato con l'uniforme del Ku Klux Klan, lo storico movimento statunitense che propugna teorie razziste e la superiorità della razza bianca.

Lo stesso governatore ha ammesso di essere lui l'uomo incappucciato di bianco, tipica "divisa" dei membri del KKK, nello scatto risalente al 1984. «Sono profondamente dispiaciuto per aver deciso di apparire in questa foto e per il male che ha causato allora e ora», ha commentato.

 

Il governatore a favore dell'uccisione di bambini scampati all'aborto.

La notizia è arrivata anche alle agenzie di stampa italiane ma ciò che i grandi media non stanno riferendo è che il motivo per cui questa fotografia è iniziata a circolare, diventando virale, è a causa della recente dichiarazione del governatore Northam a favore dell'infanticidio....

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 4 Commenti

La Prima Lettera ai Corinzi, fondamentale nel dibattito sul Gesù storico

gesù storico paolo di tarsoNella Prima Lettera ai Corinzi un resoconto risalente a due o tre anni dopo la morte di Gesù, attestato dai principali studiosi contemporanei. Ancora prima dei Vangeli, era di pubblico dominio il cuore dell'annuncio cristiano: la morte, la resurrezione e le apparizioni di Gesù di Nazareth.

 

Quando si tratta del Gesù storico, uno dei passaggi neotestamentari più importanti è certamente 1 Corinzi 15, 3-7. Ovvero, la Prima lettera ai Corinzi scritta da Paolo di Tarso, datata dalla comunità scientifica nel 50-55 d.C., circa vent’anni dopo la crocifissione del Cristo.

In particolare, a focalizzare l'attenzione è il versetto in cui l'apostolo delle genti confessa: «Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto: che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture, e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti. Inoltre apparve a Giacomo, e quindi a tutti gli apostoli. Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto» (1Cor 15,3-7).

Per quale motivo queste parole di San Paolo sono così determinanti? Perché tutti i più importanti studiosi del Nuovo Testamento, credenti o non credenti, concordano sul fatto che l'apostolo sta qui trasmettendo una tradizione risalente a pochissimi anni dopo la morte di Gesù. Oltre al fatto che...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 17 Commenti

Chi va a Messa è più felice dei cristiani nominali e dei non religiosi

credenti felicitàI cristiani praticanti sono più felici dei non praticanti e dei non religiosi, lo scopre il Pew Research Center in una nuova analisi basata su dati provenienti da diversi paesi del mondo. Chi va a Messa è anche più impegnato nella carità e in comportamenti sani.  

Si parla di "persone religiose", in realtà lo studio che presentiamo è svolto in Paesi a dominanza cristiana (e cattolica). Gli stessi autori precisano, infatti: «I paesi analizzati sono per lo più nazioni a maggioranza cristiana, in Europa e nelle Americhe, sebbene l'analisi includa anche alcuni paesi e territori africani e asiatici, come il Sud Africa, la Corea del Sud ed il Giappone».

La conclusione è che i fedeli praticanti, che partecipano attivamente alla Messa e alla vita parrocchiale, tendono ad essere più felici, più civicamente impegnati e meno attivi in comportamenti dannosi e anti-sociali, rispetto agli adulti non affiliati ad alcuna religione o ai credenti non praticanti.

E' una nuova, enorme, analisi pubblicata due giorni fa dal Pew Research Center, basata sui dati delle indagini svolte negli Stati Uniti e in molti altri paesi del mondo (tra cui Colombia, Ecuador, Australia, Brasile, Perù, Argentina, Germania, Cile, Spagna ecc.). Molti studi precedenti hanno trovato associazioni positive tra religiosità e benessere psico-fisico, qualità e longevità della vita, in gran parte li abbiamo...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 25 Commenti

Dopo la Gmg di Panama, 700 giovani scelgono il sacerdozio

gmg 2019 panamaGiornata Mondiale della Gioventù 2019, durante l'Incontro vocazionale organizzato dal Cammino Neocatecumenale, 700 ragazzi e 650 ragazze hanno manifestato il loro desiderio di iniziare una vita di dedizione a Cristo. Già raccolti i primi frutti di un evento storico.  

Da pochi giorni si è conclusa la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù, un immenso popolo di giovani cattolici che si è dato appuntamento a Panama per confermare la propria fede, uniti alla Chiesa e al Papa. E i primi frutti stanno già per essere raccolti.

Il giorno dopo, infatti, nello stadio panamense Rommel Fernández, si è svolto il tradizionale Incontro vocazionale del Cammino Neocatecumenale, il movimento cattolico fondato da Kiko Argüello. Vi hanno partecipato circa 25mila giovani provenienti da tutto il mondo, in particolare dall'America centrale e dai Caraibi, ed è stato presieduto dall'arcivescovo di Boston, il card. Sean O'Malley. Presenti anche molti vescovi e cardinali dell'America latina.

 

La decisione di 700 ragazzi e 650 ragazze nell'incontro del Cammino neocatecumenale.

Kiko Argüello ha parlato, spiegando che «Dio ha bisogno dei cristiani per cambiare il mondo annunciando il Vangelo a tutte le nazioni, perché la cosa più importante per il mondo e per questa vita è conoscere il grande annuncio del Vangelo: la salvezza degli uomini dal nulla eterno». Si è quindi rivolto ai giovani presenti, invitandoli a chiedersi se Dio li stesse chiamando al sacerdozio o ad un ordine religioso. Dopo un momento di preghiera, 700 ragazzi...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 3 Commenti

Bambini transgender, lo sono per influenza sociale: nuovo studio

trangender bambiniSulla rivista scientifica PLOS ONE è stato pubblicato uno studio condotto da una docente della Brown's School of Public Health University, Lisa Littman, in cui si esaminano le ragioni per cui sempre più bambini ed adolescenti dicono di essere transgender, una condizione nota come "disforia di genere ad insorgenza rapida", e di come questo fenomeno sia oggettivamente in progressivo aumento rispetto al passato.

In particolare le adolescenti femmine, secondo i dati pubblicati dall'Economist. Nel 2009, meno del 41% degli adolescenti che accedevano alle "cliniche di genere" nel Regno Unito erano donne, ma nel 2017 quel numero è balzato a quasi il 70%.

 

Luxuria insegna ai bambini: "Sono così dalla nascita".

Qualche giorno fa il transessuale Vladimiro Guadagno (Luxuria) ha insegnato ad alcuni bambini di 9-12 anni, all'interno di un programma televisivo, di essere nato femmina nonostante il suo corpo biologico maschile. Si nascerebbe così, dunque, tanto che si moltiplicano gli appelli a bloccare immediatamente la pubertà dei bambini che "si dichiarano" trans, già a partire dai 10 anni.

Una decisione a dir poco controversa anche considerando che ...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti nessun commento

Un commento al “senso della morte” di chi non crede

significato morireSenso della morte. Un commento alle parole del filosofo non credente Salvatore Natoli, per il quale il senso della morte degli atei è lasciare se stessi in eredità a chi resta. Un rispettabile pensiero che però non ha la forza di reggere ad uno sguardo più attento.  

Da questa avventura che è la vita, nessuno di noi ne uscirà vivo. La morte è ciò che nega tutto quanto si è affannosamente costruito, è ciò che nega il senso, è l’assenza. Quale senso può avere questo enorme limite, se non una profonda ingiustizia che sminuisce ogni azione umana, resa inutile dalla ghigliottina di una data di scadenza che, prima o poi, la cancellerà?

 

"Il senso della morte è lasciare traccia di sé", dice il filosofo ateo. Ma non basta.

E' interessante leggere l'opinione del filosofo Salvatore Natoli, ordinario dell'Università Milano-Bicocca, un non credente "pensante", come direbbe il card. Carlo Maria Martini. All'avvio di un tour di incontri e letture sul tema "Il morire e la morte", ha spiegato che «il senso della morte è un darsi in eredità a chi è stato importante per noi nella vita, è fondamentale non morire soli, sapendo che la propria vita verrà ceduta, passerà, ad un altro, o ad altri, con cui si è stabilita una vera relazione durante la vita».

E' con profondo rispetto che ci accostiamo a queste parole, un tentativo onesto di sfidare l'insensatezza dell'esistenza....

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 8 Commenti

Twitter ignora la violenza dei giornalisti contro gli studenti cattolici

studenti cattolici nativiGli studenti della Covington School oggetto di insulti e minacce di morte a causa di un video male interpretato. Alcuni opinionisti si sono scusati, altri hanno cancellato i tweet ma il risultato è una settimana di pura violenza contro studenti minorenni da parte di giornalisti con la bocca piena di "diritti" e "rispetto".

 

Dopo la March for Life che si è svolta a Washington lo scorso 21 gennaio, un breve filmato ha diviso il popolo degli Stati Uniti. Sui social e sui principali quotidiani americani si è generata una macchina del fango contro un gruppo di adolescenti cattolici che vicino al Lincoln Memorial sono stati fronteggiati da alcuni uomini nativi americani, tra cui alcuni veterani di guerra. I giovani sono stati accusati di razzismo e bullismo verso i nativi.

I giovani sono studenti della Covington Catholic High School del Kentucky e, dopo l'immediata valanga di insulti che hanno ricevuto, anche il vescovo della città, Roger Foys, ha condannato il loro atteggiamento. Salvo, poi, scusarsi per le sue poco prudenti parole dovute a false informazioni. E lo stesso hanno fatto tanti opinionisti, riconoscendo l'errata interpretazione del filmato, come l'editorialista del New York Times, David Brooks, ed il senatore democratico Rand Paul che ...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 3 Commenti

La verità sull’Ordine di Malta: ora si scuseranno con Papa Francesco?

bergoglio burkeOrdine di Malta, Bergoglio dittatore? Una lettera del Pontefice al card. Burke confuta le ricostruzioni dei blogger che dipinsero Francesco come un "oscuro devastatore" e un "dittatore sudamericano" per il commissariamento e le dimissioni chieste al Gran Sovrano Festing. Ecco come si svolsero davvero i fatti.

 

Il caso del commissariamento dell'Ordine di Malta lo conoscono in pochi, ma è un argomento di primo piano nella piccola galassia del cattolicesimo tradizionalista che lo usa per giustificare la sua quotidiana guerra al Pontefice regnante. Sul sito di WikiLeaks, organizzazione fondata da Julian Assange, è apparsa tuttavia una lettera di Papa Francesco risalente ai fatti, in cui chiedeva all'allora cardinale patrono, Raymond Leo Burke, di risolvere i numerosi problemi creatisi con umanità e un confronto interno, non con la vendetta, generando ulteriori cordate di nemici che si guerreggiano e si scomunicano a vicenda.

Ecco brevemente i fatti. Tra il 2016 e il 2017, l'allora Gran Maestro Matthew Festing, supportato dal card. Burke, tolse l'incarico al Gran Cancelliere Albrecht Freiherr von Boeselager, qualcuno ricondusse tale atto alla distribuzione di preservativi in Myanmar quando il tedesco era responsabile delle attività caritatevoli, accusa che Boeselager ha sempre respinto dicendosi fedele...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 26 Commenti

Lo scienziato agnostico che si è convertito a Medjugorje

medjugorjeLe conversioni a Medjugorje. Tra gli innumerevoli convertiti anche João Carlos Da Silva, ricercatore e ingegnere portoghese che ha raccontato la sua esperienza nel paesino della Bosnia Erzegovina.  

Arrivò incredulo ma, al suo ritorno in Portogallo, era già certo di quel che aveva sperimentato. Il suo nome è João Carlos Da Silva, ricercatore portoghese ed ingegnere di Biosistemi, docente presso l'Università Tecnica di Lisbona. Un uomo completamente secolarizzato, privo di credo religioso ma con la "casualità" di avere una moglie interessata ai fenomeni di Medjugorje, la cittadina della Bosnia Erzegovina dove dal 1981 alcune persone dicono di ricevere apparizioni quotidiane dalla Vergine.

 

La scienza e Medjugorje: apparizioni e sole pulsante.

Il caso delle apparizioni di Medjugorje è stato analizzato anche da alcuni medici e scienziati, che hanno escluso la "frode e l'inganno cosciente". Lo ha confermato Giorgio Gagliardi, psicofisiologo e psicoterapeuta alla Scuola Europea di Ipnosi e Psicoterapia Ipnotica di Milano e membro del Centro Studi Parapsicologici di Bologna. I fenomeni che lì avvengono rimangono un mistero e hanno generato enorme scetticismo, sia all'interno che all'esterno del mondo cattolico.

Uno studio del 2016 ha rilevato che...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 35 Commenti
RSS | Feed dei commenti