Se Dio è buono, perché permette il male? Risponde San Tommaso

dio teodiceaUn Dio buono, perché permette il male? La domanda è ineludibile, scuote l'anima di tanti credenti dubbiosi e non credenti. Eppure, a chi vive una fede profonda, l'esistenza del dolore e del male, anche quello cosiddetto ingiusto o innocente, non reca scandalo, non porta obiezione. Perché?

Ne abbiamo parlato tante volte, scindendo innanzitutto il male commesso per un uso sbagliato della libertà da parte dell'uomo da quello verso il quale l'uomo non ha apparenti colpe (disastri naturali, malattie ecc.). Se nel primo caso la responsabilità è umana ed è la conseguenza del peccato originale e del dono della libertà -di fare il bene, ma anche il male- che Dio ci ha donato, nel secondo caso si può dire che, è vero, Dio permette il male. Lascia una certa libertà alla natura, consente che gli uomini malvagi sbaglino, non impedisce le ingiuste avversità della vita.

Perché? Perché da esso trae sempre, misteriosamente, un bene maggiore. Ha dimostrato di agire così nell'evento centrale della storia umana: dopo l'immensamente ingiusta passione di Gesù Cristo, Dio ha usato la croce per il bene più grande della resurrezione, della vittoria sulla morte per tutti gli uomini. Dio ha permesso la croce come condizione di un bene superiore.

Un approfondimento di questo è arrivato recentemente dal teologo padre Angelo Bellon, quando...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 36 Commenti

Papa Ratzinger disse: «L’Islam contiene elementi di pace», ma nessuno si scandalizzò

bergoglio islam paceMa dov'era Samir Khalil Samir, ex consigliere (almeno così si dice) di Benedetto XVI sull'Islam, quando il Papa emerito disse: «certamente l'Islam contiene degli elementi in favore della pace»? Non solo era presente, ma fu lui stesso a riferire sui media queste parole di Papa Ratzinger.

Ed era lo stesso Samir Khalil Samir a commentare così: «Mi piace molto questo papa, il suo equilibrio, la sua chiarezza. Per il papa polacco il dialogo con l'Islam doveva aprirsi alla collaborazione su tutto, anche nella preghiera. Benedetto mira a punti più essenziali. Il pericolo non è l'islam in genere, ma una certa visione dell'Islam che non rinnega mai apertamente la violenza e genera terrorismo e fanatismo».

Eppure oggi è lo stesso gesuita a scandalizzarsi oggi se Papa Francesco dice lo stesso. In un'intervista odierna, infatti, ha dichiarato: «Bergoglio ha detto spesso che l’Islam è una religione di pace e questo è un errore. Papa Francesco viene dall’Argentina, non conosce l’Islam. Ha conosciuto a Buenos Aires un imam molto gentile e con lui ha avuto una buona relazione ma la sua ignoranza dell’Islam non giova al dialogo».

In realtà Francesco non ha mai detto apoditticamente che "l'Islam è una religione di pace" ma, semmai, che...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 29 Commenti

Medjugorje una truffa? Per ora è “luce nel mondo”, lo dice l’inviato del Papa

inviato speciale papaE' nota la determinata negazione di autenticità delle apparizioni di Medjugorje proclamata da sempre dal vescovo di Mostar, mons. Ratko Peric, sotto la cui giurisdizione si trova per il momento il piccolo paese della Bosnia-Erzegovina.

Poco tempo fa il vescovo ha ribadito la contrarietà della Curia dopo l'annuncio che Papa Francesco avrebbe inviato a Medjugorje un suo delegato per valutare la situazione a livello pastorale (senza entrare nel merito delle presunte apparizioni, quindi). La sua linea è identica a quella del precedessore, mons. Žanić, che seguì la vicenda dall'inizio, e dell'allora Conferenza episcopale jugoslava. Pochi sanno, però, che il predecessore di Peric, oggi defunto, fu inizialmente favorevole alle apparizioni ed iniziò a cambiare idea dopo che il servizio segreto comunista jugoslavo (SDB) intervenne con falsi rapporti sui fatti tentando di seminare confusione tra Curia e veggenti, riuscendo a far cambiare idea al vescovo. L'affaire è contenuto nel libro Misterij Medugorja (Evening Edition 2011), frutto dell'indagine di quattro giornalisti croati.

Mons. Peric ha giustificato la sua contrarietà facendo riferimento alla trascrizione delle audiocassette contenenti i colloqui avvenuti tra il personale pastorale e i presunti veggenti nell'ufficio parrocchiale di Medjugorje, durante la prima settimana delle apparizioni. Da essi emergerebbero diverse contraddizioni...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 54 Commenti

Educazione sessuale a scuola? Inutile, lo dimostra un macrostudio

scuola programmi sessoMolto spesso i cosiddetti "programmi di educazione sessuale", generalmente promossi da organizzazioni sovranazionali come le Nazioni Unite (oltretutto in stretta collaborazione con organizzazioni Lgbt), non sono altro che un tentativo surrettizio di formare bambini ed adolescenti non ad una educazione affettiva ma alla mera sessualità genitale, accompagnata dall'ideologia gender, alla contraccezione e, quando va male, all'interruzione di gravidanza.

Non è una fissa dei comitati in difesa della famiglia, ma lo hanno ammesso gli stessi "educatori", lo hanno rivelato gli insegnanti, lo hanno scoperto i genitori e sono purtroppo quotidiane storie di cronaca (ecco alcuni casi di cui si è parlato in Italia a Forlì nel 2015, in Friuli Venezia Giulia nel 2015, a Massa Carrara nel 2015, a Milano nel 2016, nonché alcune immagini dei libri presentati nelle scuole ecc.)

Le famiglie possono oggi avvalersi anche di un...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 117 Commenti

Cristiani perseguitati, atei e islamici si contendono il triste primato

cristiani nello scavoIl nuovo libro del giornalista Nello Scavo si intitola semplicemente Perseguitati (Piemme 2017), documentatissimo reportage sui cristiani perseguitati nel mondo.

Il 75% delle violenze sulle minoranze colpisce i cristiani. Gli autori sono persone aderenti all'islam, al buddismo e all'indusimo. Ma non solo, secondo Open Doors International la Corea del Nord, guidata moralmente dall'ateismo di Stato, per il 15° anno di fila è il luogo peggiore al mondo dove essere cristiani. La Chiesa è interamente clandestina e continuamente perseguitata.

In Somalia, racconta l'autore, «gli islamici che si convertono al cristianesimo, se scoperti vanno incontro a morte certa. La Chiesa è pressoché totalmente clandestina o fortemente ostracizzata anche in Paesi come Afghanistan, Pakistan, Sudan, Iran ed Eritrea».

L'odio verso il cristianesimo risale agli albori della prima comunità cristiana nell'Impero romano, oggi, per quanto riguarda le ragioni, «possiamo dire che si tratta di scontri per difendere un interesse. Sia esso di tipo economico, culturale, sociale, o di “supremazia religiosa”. Il cristianesimo, infatti, non è mai privo di ricadute...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 5 Commenti

«Anche per me, matematico, la grande sfida è l’umiltà evangelica»

matematica vangelo    di Francesco Malaspina* *docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino

 

Il matematico non può che essere profondamente umile. Uscito dal liceo avevo certamente la percezione di conoscere parecchia matematica. Ora, dopo diciannove anni passati a studiarla intensamente mi pare davvero di saperne molto meno di allora. La sua bellezza e la sua vastità mi hanno riempito di meraviglia e stupore e hanno saputo dissolvere quei confini che credevo di intravedere.

Noi che la investighiamo possiamo solo sperare di scalfire l’immensità della matematica proprio come nessun teologo potrà mai penetrare completamente il Mistero di Cristo. Il kerigma del Cristo Risorto è un mistero talmente immenso che non finiremo mai di cercare di comprenderlo. Inoltre la fede non è qualcosa di acquisito una volta per tutte, non si vive di rendita. La fede va alimentata continuamente proprio come la ricerca scientifica ha bisogno di uno studio costante. Lo studioso di qualunque scienza non può che essere profondamente umile e fare proprio il motto di Socrate: “So di non sapere”.

La povertà non è intesa solo come non attaccamento a beni materiali ma anche alle nostre conoscenze o alle sicurezze che pensiamo di aver acquisito con la nostra esperienza: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 21 Commenti

In Argentina aumentano i seminaristi, si parla di “effetto Francesco”

crescono seminaristi argentinaDa due anni a questa parte è tornato a crescere il numero dei seminaristi in Argentina. Dal 2005 il calo è stato purtroppo quasi verticale, passando dai 1274 agli 827 del 2014, ma la discesa sembra essersi arrestata e, addirittura, si è invertito il processo.

Secondo i dati della Organización de Seminarios de la Argentina (OSAR), infatti, nel 2016 sono stati 850 i seminaristi argentini, 870 invece nel 2017. Questo lieve aumento, certificato dai numeri, collima con la testimonianza di don Diego Resentera, rettore del seminario di “Nuestra Señora del Rosario” dell'arcidiocesi di Mendoza e vicepresidente di OSAR: «c'è più vita, più entusiasmo, più voglia di portare Cristo agli altri nelle comunità parrocchiali e nei movimenti, nelle scuole». Lo stesso ha confermato il rettore del seminario maggiore “Jesús Buen Pastor” della diocesi di Río Cuarto, a Córdoba.

Il merito? Per entrambi i responsabili dei seminari argentini si tratta anche dell'influenza dell'argentino Papa Francesco, «uno dei fattori che hanno influenzato questo trend positivo». Egli, ha spiegato il rettore don Resentera, è diventato una figura positiva per tanti giovani che hanno accolto la vocazione di impegnare la loro vita al servizio...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 17 Commenti

Picchiarono le Sentinelle in Piedi, prime condanne per i militanti Lgbt

contestatori condannatiDue Sentinelle in Piedi massacrate di botte e finite all'ospedale solamente per essersi opposte alle nozze gay, è quanto accaduto nell'ottobre 2014 a Rovereto. Oggi è arrivata la condanna per i due attivisti arcobaleno: sei mesi di reclusione e duemila di euro di multa.

Notizia completamente censurata dai media, che si sarebbero giocati la prima pagina se fosse avvenuto il contrario. Ma il contrario non avviene mai, nessun manifestante pro-family ha mai aggredito, spintonato o difeso con la forza le sue idee. La caratteristica delle Sentinelle, infatti, è restare pacificamente compatte ed in silenzio, un geniale ed efficace modo di manifestare che manda e fa perdere ogni freno inibitorio al tetro mondo arcobaleno.

Tanto che, ad ogni evento (sul sito web delle Sentinelle le prossime date), l'associazionismo Lgbt manda in campo i suoi associati in combutta con i violenti dei centri sociali, che rispondono al silenzio con insulti, sputi, distruzione dei gazebo e, come in questo caso, aggressione fisica. Pestaggio, quello avvenuto in Trentino (ma anche...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 26 Commenti

I crociati salvarono l’Europa dall’invasione dell’islam turco

urbano ii crociate 

di Francesco Agnoli* *saggista e scrittore da La Verità, 28/03/17

 

Una delle balle spaziali più diffuse e utilizzate nelle più svariate circostanze (per attaccare la Chiesa cattolica, denigrare la civiltà europea e dare una certa lettura dei fatti odierni nel rapporto tra Occidente e islam) riguarda le crociate.

Ma che cosa furono queste benedette o maledette crociate, al di là di ideologie e qualunquismo? Anzitutto occorre analizzare ciò che le precede. Dopo la nascita dell'Islam (VII secolo d.C.), terre abitate dai cristiani come le costa dell'Africa, la Spagna, la Sicilia e numerose città appartenenti all'Impero romano d'Oriente, vengono attaccate, saccheggiate e devastate dai musulmani, che ovunque uccidono, imprigionano e fanno schiavi. Basta un qualsiasi atlante storico per comprendere la velocità con cui Maometto e i suoi eredi si impongono militarmente dove prima vivevano popolazioni cristiane o animiste.

Percorso dai pirati saraceni, in quegli anni il Mediterraneo diventa impraticabile, al punto che lo storico Henri Pirenne sostiene che è solo con l'espansione islamica che inizia il Medioevo, perché essa fu anche più traumatica delle invasioni barbariche. «I cristiani non possono far galleggiare sul mare neanche una tavola», scriveva lo storico arabo ibn Khaldun. Tra Seicento e Settecento la Sicilia è oggetto di scorrerie e razzie continue. Nell'846 si colloca il primo dei due sacchi di Roma:... Continua a leggere...

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 59 Commenti

Cannabis legale? In un mese sfatati tutti i miti antiproibizionisti

droga cannabis legaleNel giro di un mese tutti i principali cavalli di battaglia dei sostenitori della cannabis legale sono stati confutati dalla letteratura scientifica.

Nel marzo 2017, infatti, sono stati pubblicati diversi studi scientifici che, coincidenza vuole, hanno minato gli argomenti di Roberto Saviano e di coloro che si oppongono al sano principio sociale del vietare ciò che fa male, ovviamente nella proporzione in cui il suo utilizzo danneggia la salute. Andiamo per ordine.

 

1) MARIJUANA CONDUCE A DROGHE ANCORA PIU' PESANTI. Sull'importante JAMA Psychiatry, rivista scientifica dell'American Medical Association, è stato pubblicato uno studio che dimostra che lo spinello porta al passaggio a droghe anche peggiori. Il dott. Carlo Bellieni, docente di Terapia neonatale alla Scuola di Specializzazione in pediatria dell'Università di Siena, ha spiegato che l'indagine si è svolta su oltre 34mila adulti, evidenziando un rischio 6 volte maggiore di passare ad altre droghe tra le persone che usano cannabis rispetto a quelli che non la utilizzano.

 

2) CONSUMO MODERATO DI ALCOOL E' SALUTARE....

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 106 Commenti

Don Minutella, il santone dei cattolici protestanti si è separato da Roma?

vescovo lorefice palermoUn prete sedevacantista di Palermo, don Alessandro Minutella, ha ricevuto ordine dall'arcivescovo Corrado Lorefice di allontanarsi ed interrompere i suoi tentativi di separare i suoi seguaci dalla comunione ecclesiale con i vescovi e il Papa.

Il sacerdote ha risposto ieri con queste parole (più sotto il video), pronunciate durante l'omelia: «Corrado, vescovo di Palermo, consegnandomi questo decreto hai compiuto una vera profanazione di migliaia di anime! Hai fatto un passo falso, hai profanato tante coscienze, sei causa di tanto dolore e di tanta sofferenza! Ne risponderai a Dio».

Don Minutella ha quindi scomunicato la Chiesa cattolica: «Addio falsa Chiesa, i tuoi sforzi per riempire le chiese di gente resteranno inutili perché non hai la benedizione di Dio. Sei solo una multinazionale della menzogna e della falsità, prostituta indegna venduta ai poteri del mondo e hai scommesso sulla scomparsa del cattolicesimo». Sembrano citazioni di Lutero, ma non lo sono, anche se assomigliano molto alle parole usate dal padre della Riforma protestante, che giustificò così la sua denuncia verso la Chiesa romana: «Il papato è diventato infedele al Vangelo, il Papa è l’anticristo e la sua Chiesa la meretrice babilonese».

Il prete palermitano ha proseguito: «La polizia di regime ha individuato in me il vero nemico da eliminare, reo di essere costretto a denunciare la manomissione ereticale in alto per rendere la solenne sposa di Cristo ridicola concubina del mondo. Ho un risalto nazionale...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 98 Commenti

Goebbels, il braccio destro di Hitler voleva annientare il Vaticano

hitler cristianesimoLa figura di Joseph Goebbels è tornata recentemente sulla scena dell'opinione pubblica, fu tra i più importanti gerarchi nazisti e Ministro della Propaganda del Terzo Reich dal 1933 al 1945.

Innanzitutto se n'è parlato per la pubblicazione dell'opera a lui dedicata dallo storico inglese Peter Longerich, per il quale la decisione di seguire Hitler fino alla fine, nel bunker di Berlino arrivando a suicidarsi, dopo aver ucciso moglie e sei figli fu «l'opportunità per dimostrare al mondo di essersi votato a Hitler completamente, fino alle estreme conseguenze». Inoltre, poche settimane fa è morta anche la sua segretaria, Brunhilde Pomsel.

Sull'interessante sito web Storia e Chiesa sono apparse alcune sue citazioni tratte dai diari di Goebbels (Diario 1938, Mondadori 1993; Diari, Thule, 2012), in cui parla della Chiesa e della fede, confermando quanto odio provassero i gerarchi nazisti nei confronti del cattolicesimo.

Il 23/09/1936 il bracco destro di Hitler annotava la bellezza dell'acropoli ateniese, «felice antichità che poteva vivere e creare senza cristianesimo in eterna serenità». Il 07/04/1938 se la prendeva con il Vaticano: «Il vescovo di Berlino si oppone violentemente al voto. Non facciamo finta di niente. I neri non cambieranno mai. Prima o poi bisognerà togliere di mezzo anche...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 11 Commenti

L’Onu blatera, Bergoglio risponde: «Dio dice sì all’unione tra uomo e donna»

onu richiama italia, papa rispondeI burocrati dell'ONU hanno redarguito l'Italia per i troppi medici obiettori e per il divieto di adozione alle coppie dello stesso sesso. Da parte nostra una sonora pernacchia alla Alberto Sordi, da parte del Papa una più democratica replica indiretta, in cui ha ribadito la corretta posizione morale su vita e famiglia.

A poche ore dal pronunciamento del Comitato dei diritti umani dell'Onu, scrivendo al card. Kevin Farrell, prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, Francesco ha infatti annunciato il prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie che si svolgerà a Dublino dal 21 al 26 agosto 2018. La sede dell'evento, la capitale dell'Irlanda, era stata decisa nel settembre 2015, pochi mesi dopo l'approvazione in quel Paese del matrimonio omosessuale. Pochi hanno notato la "coincidenza".

«La famiglia continua ad essere buona notizia per il mondo di oggi?», si è domandato il Pontefice. «Io sono certo di sì! E questo “sì” è saldamente fondato sul disegno di Dio. L’amore di Dio è il suo “sì” a tutta la creazione e al cuore di essa, che è l’uomo». La frase poteva terminare qui ed invece Francesco ha voluto precisare: «È il “sì” di Dio all'unione tra l’uomo e la donna, in apertura e servizio alla vita in tutte le sue fasi; è il “sì” e l’impegno di Dio per un’umanità tanto spesso ferita, maltrattata e dominata dalla mancanza d’amore. La famiglia, pertanto, è il “sì”...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 32 Commenti

In Giappone picco di suicidi: l’Oriente risponde al senso della vita?

suicidi giapponeSi parla molto del Giappone in questo periodo, in particolare per quanto riguarda il caso delle sempre più numerosi morti solitarie e dell'aumento dei suicidi.

Solitudine e disperazione sono fenomeni collegati tra loro, segno di una civiltà e di una cultura che non è riuscita ad offrire risposte al bisogno dell'uomo. «La solitudine e la rottura dei legami familiari», si legge, «sono ormai la cifra di una società, quella giapponese, sempre più frammentata». Sono numerose le persone anziane i cui corpi senza vita vengono scoperti spesso dopo settimane o addirittura mesi: 30mila all'anno.

Sono invece tra i 20.000 e 30.000 i suicidi. Secondo una recente ricerca governativa, solo il 20% è stato causato da motivi economici, il 60% è legato alla depressione. Quasi il 25% dei giapponesi adulti ha pensato seriamente a suicidarsi.  Non c'è un collante sociale, da un sondaggio del 2008 è risultato che il 39% riferisce di avere una fede religiosa, di cui il 34% segue il buddhismo, il 3% lo shintoismo, l'1% il cristianesimo (0,7% protestantesimo, 0,3 % cattolicesimo) e un altro 1% ha dichiarato di seguire altre religioni. Evidentemente, per esclusione,...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 31 Commenti

Femministe vogliono incendiare la cattedrale, solo un giovane eroe a difenderla

video argentina buenos airesL'8 marzo scorso le femministe argentine hanno ben pensato di festeggiare la donna vandalizzando le strade e i musei di Buenos Aires e cercando di incendiare la Cattedrale Metropolitana della città.

In un video (qui sotto), diventato virale, si osserva che a difendere la cattedrale c'è soltanto un giovane ragazzo cattolico con in mano la bandiera della Città del Vaticano. Ha incredibilmente resistito agli insulti, venendo aggredito, malmenato, ha mantenuto salda la bandiera nonostante i tentativi di strappargliela. Le femministe si sono accanite su di lui, sferrano calci, pugni e tirandolo per i capelli. Il ragazzo non reagisce, soltanto difende e mantiene la sua posizione.

Contro cosa protestavano femministe, gruppi Lgbt e militanti dell'estrema sinistra? Non si è capito, blateravano di soliti fanta-diritti negati, la polizia è poi intervenuta per disperdere i sedicenti illuminati esponenti del progresso. Venti le persone arrestate, i portavoce dei vandali hanno parlato di “caccia alle streghe”.

La coraggiosa, non violenta e solitaria difesa da parte del giovane simboleggia, nel suo piccolo, la resistenza civile, convinta e ragionata, che la Chiesa cattolica sta operando da anni rispetto all'imbarbarimento sociale a causa dei presunti diritti civili. Come scriveva Chesterton, «il compito della Chiesa è prendersi la responsabilità di mettere in guardia il suo popolo dalle mode, che altro non sono che vecchi errori, in cui è facile ricadere, ripetutamente, se le persone vengono abbandonate, sole, al proprio destino. Dogmaticamente...

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace
  • Commenti 13 Commenti
RSS | Feed dei commenti
Pagina 2 di 25112345...102030...Ultima »