Picchiarono le Sentinelle in Piedi, prime condanne per i militanti Lgbt

contestatori condannatiDue Sentinelle in Piedi massacrate di botte e finite all’ospedale solamente per essersi opposte alle nozze gay, è quanto accaduto nell’ottobre 2014 a Rovereto. Oggi è arrivata la condanna per i due attivisti arcobaleno: sei mesi di reclusione e duemila di euro di multa.

Notizia completamente censurata dai media, che si sarebbero giocati la prima pagina se fosse avvenuto il contrario. Ma il contrario non avviene mai, nessun manifestante pro-family ha mai aggredito, spintonato o difeso con la forza le sue idee. La caratteristica delle Sentinelle, infatti, è restare pacificamente compatte ed in silenzio, un geniale ed efficace modo di manifestare che manda e fa perdere ogni freno inibitorio al tetro mondo arcobaleno.

Tanto che, ad ogni evento (sul sito web delle Sentinelle le prossime date), l’associazionismo Lgbt manda in campo i suoi associati in combutta con i violenti dei centri sociali, che rispondono al silenzio con insulti, sputi, distruzione dei gazebo e, come in questo caso, aggressione fisica. Pestaggio, quello avvenuto in Trentino (ma anche a Bologna), che ha coinvolto anche un sacerdote preso a calci e pugni dagli stessi che hanno fatto della denuncia dell'(inesistente) omofobia la loro ragione d’essere, con l’obiettivo secondario di spingere il tasto emotivo per poter ottenere leggi scalfarottiane che introducano il reato d’opinione.

Pochi giorni fa a Washington, invece, esponenti della comunità Lgbt hanno vandalizzato a colpi di pennarello e martelli un autobus che pubblicizzava legalmente un’immagine raffigurante la differenza naturale tra un bambino e una bambina, ritenuta però una “campagna omofoba” da parte dei liberali. L’autista è stato a sua volta aggredito.

Vandalismo in passato anche contro i locali americani Chick-fil-A, dopo che il proprietario Dan Cathy ha dichiarato che l’azienda a conduzione familiare crede nei valori della famiglia tradizionale. Due anni fa in Germania è stato incendiato l’autobus delle “Sentinelle” tedesche e date alle fiamme anche le auto dei difensori della famiglia, nel 2013 invece, un attivista gay, Floyd Lee Corkins, è entrato armato all’interno del Family Research Council, ente a favore della famiglia naturale, sparando contro la guardia di sicurezza. Il militante omosessuale, una volta arrestato, ha dichiarato di avere in progetto di uccidere quanti più “bigotti omofobi” possibili.

L’unica volta che dei sostenitori della famiglia naturale si sono comportati come gli attivisti Lgbt, recandosi nel 2013 (in modo pacifico, però) al Gay Pride di Seattle (USA) con dei cartelli provocatori, sono stati brutalmente pestati. Il video qui sotto (pubblicato anche sul nostro canale Youtube):

Andrew Sullivan, leggendaria icona gay e giornalista inglese, intervenuto contro la lobby gay quando ha imposto il licenziamento di Brendan Eich, amministratore delegato di Mozilla -reo di aver donato mille dollari alla campagna referendaria per vietare i matrimoni gay-, ha dichiarato: «Un movimento per i diritti civili senza tolleranza non è un movimento per i diritti civili, è una campagna culturale per estirpare e distruggere i propri oppositori. Un movimento morale senza misericordia non è morale; è crudele».

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

26 commenti a Picchiarono le Sentinelle in Piedi, prime condanne per i militanti Lgbt

« nascondi i commenti

  1. Taigura Araphael ha detto

    be si…..molti di questi sono tali e quali alle bestie, c’è poco da dire.

    • Klaud ha detto in risposta a Taigura Araphael

      Li hanno condannati e hanno fatto bene.
      Ma che diritto avevano quelli di opporsi alle nozze di gay?
      Se tutti imparassero a stare al proprio posto saremmo tutti più felici.
      Prima che arrivi il solito benpensante amante dei pendii scivolosi dico:
      non mi interessa nulla di quello che fanno i gayz, non ammetto l’adozione ecc ecc.
      Ma dovrebbe essere proibito intromettersi in fatti che non ci riguardano quanto picchiare qualcuno.

      • Mari ha detto in risposta a Klaud

        Se questo commento è serio è completamente risibile, spero che tu stia scherzando

      • Gianfranco ha detto in risposta a Klaud

        Ti potresti spiegare meglio?

      • Taigura Araphael ha detto in risposta a Klaud

        voglio solo sottolineare che molti di costoro hanno un atteggiamento non poco aggressivo e che sicuramente non giova alla loro causa.
        In più credo che ognuno sia per lo meno libero di manifestare ed esprimere le proprie idee, sempre nel rispetto dell’altro e delle sue convinzioni.
        Capisco anche che molti siano incazzati e non li giudico, capisco che il peso dell’omofobia si sente, omofobia questa ben celata(forse ancora peggiore), ma alzare le mani e discriminare la gente che sta esprimendo legittimamente il proprio pensiero, solo perchè contrasta il proprio significa andare contro quel principio di libertà che queste stesse persone invocano e lo trovo assurdo e contraddittorio.
        Ma forse non colto il significato di ciò che volevi intendere….

      • Max ha detto in risposta a Klaud

        Il matrimonio e’ anche un’istituzione della societa’, non e’ soltanto degli individui.

      • Woody85 ha detto in risposta a Klaud

        Chi afferma che non c’è diritto ad opporsi alle nozze gay (vietate per costituzione) è il mandante morale dei pestaggi.

        • Klaud ha detto in risposta a Woody85

          Sbagliato totalmente: la costituzione non specifica, parlando di famiglia che debba essere composta da uomo e donna.
          Sono convinto che il motivo di questa lacuna sia il fatto che nei tempi in cui fu scritta si dava per scontato quale fosse una famiglia.

          Chi afferma che non c’è diritto ad opporsi alle nozze gay (vietate per costituzione) è il mandante morale dei pestaggi.
          Forse è vero il contrario: i mandanti di questi casini sono quelli che, come te, si basano su idee personali e informazioni errate (spiega come è possibile
          che una cosa vietata dalla costituzione sia permessa dalla legge: se non ricordo male è stato imposto ai sindaci, personalmente o per delega ad altri,
          di effettuare e registrare quelle pratiche). Quando la chiesa dice di non sposarsi tra uomini, non abortire, non suicidarsi ecc,
          lo dice a te in quanto cattolico di non sposarti tra uomini, non abortire, non suicidarti, non può pretendere di imporre ciò a tutti.
          Anche se molte delle cose che oggi si vogliono far passare come diritti io non le accetto.

          • Marco S. ha detto in risposta a Klaud

            Mr. Klaud ci dice al nostro valoroso Woody85 ” Quando la chiesa dice di non sposarsi tra uomini, non abortire, non suicidarsi ecc,lo dice a te in quanto cattolico di non sposarti tra uomini, non abortire, non suicidarti, non può pretendere di imporre ciò a tutti“.

            Invece, se il nostro Woody85 ritenesse che un costume e/o uno stato andassero per una strada sbagliata (la Storia ci ha dato purtroppo molti spunti anche di questo, tornando poi indietro con la coda tra le gambe) perche’ non potrebbe legalmente e democraticamente provare a cambiare queste leggi ?
            Una cosa sbaglia sarebbe una cosa sbagliata, anche se avesse tutti i crismi, o no ?

            Anche se molte delle cose che oggi si vogliono far passare come diritti io non le accetto.

            Si ma se Lei non si impegna contro certe cose che pare non accetti, ma di fatto lascia tranquillamente operare, e’ gia’ in partenza come se invece la accetta.

            E’ vero che oggi la maggioranza sembra essere in un’altra direzione, ma Lei sa certamente che sono state le minoranze a creare le idee, sia in un senso o che nell’altro, ne stia certo.
            Cerchi quindi di stare con loro e non con la folla volubile e irrilevante.

          • lorenzo ha detto in risposta a Klaud

            Spiegami una cosa: quando i cristiani,incuranti di quanto stabiliva la legge, nascondevano gli ebrei per salvarli dalla deportazione, sbagliavano?

          • Woody85 ha detto in risposta a Klaud

            Klaud lascia perdere, la Corte Costituzionale si è già espressa nel 2010 confermando il divieto costituzionale delle nozze gay: http://www.uccronline.it/2015/11/04/consiglio-di-stato-il-matrimonio-omosessuale-non-rispetta-lordine-naturale/

            E ribadisco: chi nega il diritto a rispettare la Costituzione è il mandate morale dei pestaggi.

          • Engy ha detto in risposta a Klaud

            Le chiacchiere comunque stanno a zero: chi vuole imbavagliare gli altri è un intollerante e deve mettersi d’accordo con se stesso a proposito di libertà di pensiero che, o riusciamo a concepirla sul serio, oppure diciamo che la dittatura è il nostro ideale.
            Libertà di pensiero significa anche essere contrari ai matrimoni/unioni omosessuali (e tra l’altro questo non significa automaticamente essere omofobi, giacchè l’omofobia si nasconde in maniera anche subdola, trasversalmente, e anche in chi si smania a favore dei gay) e significa anche prendersi su e andare nelle piazze a manifestare col silenzio e la preghiera come fanno queste sentinelle.
            Io non simpatizzo e nemmeno “antipatizzo” per questi gruppi, loro sono liberi di manifestare come vogliono e, finchè lo faranno pacificamente, sono liberissimi ovviamente di farlo (ovviamente, ma ormai anche le cose ovvie sembrano stravaganze)

  2. andrea g ha detto

    Ma non erano quelli che citavano il Voltaire di:
    “non condivido nulla di ciò che pensi, ma mi
    batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerlo”?

    Ora, a parte che questa affermazione non appartiene al
    noto razzista e antisemita Voltaire, qui siamo a:
    “se ti opponi alle nozze gay divento uno squadrista,
    e la colpa è solo tua”.
    Bah.

  3. Steve ha detto

    Beh qui non ci sono più nemmeno opinioni o modi di pensarla, si parla di criminali che vogliono imporre le loro idee con la violenza. Parlo degli esponenti lgbt ovviamente.

    E lo dico da acerrimo simpatizzante dei diritti del mondo omosessuale e da favorevole alle nozze gay, e pure al sacerdozio gay. Ma fin quando rimangono idee da esprimere pacificamente, ognuno può vederla come vuole.

  4. Fabio ha detto

    Questa è una comunità minoritaria nel contesto sociale, la quale dopo aver pianto vittimismo nei salotti televisivi, si è messa a strumentalizzare il Vangelo, non con l’intento di farsi accettare come persone, ma con la velleità di far accettare dalla maggioranza la propria ideologia priva di buon senso morale e fondamento scientifico, specie per quanto concerne l’affidamento dei bambini. Non riuscendo, quindi, a raggiungere il proprio scopo, ora alcuni appartenenti stanno dando via di senno, passando ad azioni di violenza, (mediatica, web e urbana), contro il mondo eterosessuale, ma soprattutto contro la Chiesa e il cattolicesimo, ritenuti i pilastri su cui si poggia il valore di famiglia, figli e matrimonio. Ma quel che è peggio, è che certi soggetti mirerebbero ad indurre il legislatore ad approvare una legge che risulterebbe poi anticostituzionale, volta a reprimere il diritto di pensiero e parola, a chi non la pensasse come loro.

  5. LUCA ha detto

    SPERO SOLO SIANO STATI ARRESTATI QUESTI OMOFOBI SCHIFOSI CHE HANNO PICCHIATO QUESTE DUE PERSONE INDIFESE. VERGOGNOSI

  6. Stefano ha detto

    Il nocciolo della questione e’: poiché queste unioni vanno in senso contrario a quanto la natura (non la Chiesa Cattolica!) ha stabilito da sempre, bisogna imporle anche con la violenza. Perché le ideologie sono fuori dalla Realtà……

    • SLAN ha detto in risposta a Stefano

      La Natura ha imposto anche le malattie, e gli idioti come lei, purtroppo…

      • Emanuele ha detto in risposta a SLAN

        …e cosa ci sarebbe di idiota o malato? Può spiegarcelo?

      • lorenzo ha detto in risposta a SLAN

        La natura ha stabilito che taluni esseri umani nascano con i cromosomi XX ed altri con i cromosomi XY.
        La matura ha stabilito che chi nasce con i cromosomi XX produca ovuli e chi nasce con i cromosomi XY produca spermatozoi.
        La natura ha stabilito che, per la prosecuzione della specie, chi produce ovuli sia sessualmente attratto da chi produce spermatozoi e viceversa.
        La natura ha stabilito che taluni non sono adatti per la prosecuzione della specie e fa in modo che chi produce spermatozoi sia sessualmente attratto da chi produce spermatozoi e chi produce ovuli sia sessualmente attratto da chi produce ovuli.

      • andrea g ha detto in risposta a SLAN

        Insulta, è l’unica cosa che puoi fare, essendo privo di qualsiasi argomento
        razionale.
        Cos’è sta rabbia che ti domina?

  7. Emanuele ha detto

    Rari nantes in gurgite vasto“…

    Ormai anche la constatazione dell’ovvio è appannaggio di pochi. Non mi riferisco alle minoranze violente o agli intellettualoidi politicanti salottieri che sbandierano nuovi diritti quotidiani, ma alla maggioranza silenziosa che silenziosamente china il capo e alza le spalle: “che male c’è?”

    Tolte delle sparute sentinelle in piedi in mezzo al gorgo, chi vigila? Chi si preoccupa della società in cui vivranno i nostri figli? Chi ostacola l’avanzare della mercificazione del corpo e dell’anima dalla provetta dove si nasce fino alla flebo con la quale si muore? Chia da voce ad ultimi e penultimi? “Rari nantes”, appunto.. pochi nuotano contro corrente.

    La grande marcia della distruzione intellettuale proseguirà. Tutto sarà negato. Tutto diventerà un credo. È una posizione ragionevole negare le pietre della strada; diventerà un dogma religioso riaffermarle. È una tesi razionale quella che ci vuole tutti immersi in un sogno; sarà una forma assennata di misticismo asserire che siamo tutti svegli. Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Noi ci ritroveremo a difendere non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l’erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio.” (Chesterton)

    …eppure più passa il tempo, sempre meno persone le vedo vestirsi di questo strano coraggio.

    • Marco S. ha detto in risposta a Emanuele

      Pienamente d’accordo Emanuele.
      Credo pero’ di continuare a essere tra i “rari nantes”, perche’ quei laici o quei religiosi cattolici, favorevoli alla LGBT o che, comunque, pur contrari, la ritengono nella sfera privata, nel tempo non credo avranno le ragioni della Storia.

  8. beppino ha detto

    I militanti LGBTXYZ (l’acronimo LGBT non si é ancora “stabilizzato” 🙂 lavori in corso… ) dovrebbero assimilare il fatto che la democrazia é contarsi, non pestarsi. E forse dovrebbero rispettare un poco di più l’etimologia del termine “matrimonio”, la valenza “giuridica” dello stesso e soprattutto la “libertà” ed i “diritti” di chi nasce e cresce (portatore inconsapevole ed innocente di esigenze non surrogabili).

« nascondi i commenti