Ordine di Malta, si scopre che Francesco vuole tutelarlo dalla massoneria

cavalieri ordine di maltaPer diverse settimane ci è stato raccontato che il “commissariamento” dell’Ordine di Malta da parte del Vaticano era un attacco al card. Raymond Burke. Oggi invece, gli stessi, ci dicono l’opposto: Bergoglio voleva evitare l’appartenenza dei membri alla massoneria e fermare i responsabili del comportamento contrario all’etica cattolica.

Lo afferma Riccardo Cascioli, direttore de La Nuova Bussola Quotidiana, sostenendo di aver potuto leggere ciò che Francesco ha scritto il 1 dicembre 2016 -dopo averlo incontrato personalmente- al patrono dell’Ordine di Malta, il card. Burke (che è anche uno dei firmatari dei Dubia verso l’esortazione apostolica Amoris Laetitia). Nella lettera Francesco invita Burke alla vigilanza sugli interessi spirituali dei membri, spiegando che «si dovrà evitare che nell’Ordine si introducano manifestazioni di spirito mondano, come pure appartenenze ad associazioni, movimenti e organizzazioni contrari alla fede cattolica o di stampo relativista». Il riferimento, scrive Cascioli, è all’infiltrazione della massoneria. «Qualora ciò dovesse verificarsi», ha proseguito il Papa, «si inviteranno i Cavalieri che eventualmente fossero membri di tali associazioni, movimenti ed organizzazioni a ritirare la loro adesione, essendo essa incompatibile con la fede cattolica e l’appartenenza all’Ordine».

Inoltre, per quanto riguarda la diffusione di contraccettivi nei paesi poveri, il Papa ha scritto: «Andrà inoltre particolarmente curato che nelle iniziative e opere assistenziali dell’Ordine non vengano impiegati e diffusi metodi e mezzi contrari alla legge morale. Se in passato è sorto qualche problema in questo ambito, mi auguro che possa essere completamente risolto. Mi dispiacerebbe sinceramente, infatti, se alcuni alti Ufficiali – come Lei stesso mi ha riferito – pur sapendo di queste prassi, concernenti soprattutto la distribuzione di contraccettivi di qualsiasi tipo, non siano finora intervenuti per porvi fine». L’intento iniziale di Francesco non era quello di dimissionare, ma invitava Burke a seguire «il principio paolino di “operare la verità nella carità” (Ef 4, 15)», così da poter «entrare in dialogo con loro ed ottenere le necessarie rettifiche».

Tuttavia le cose non sembrano andate come auspicava il Pontefice, il quale poche settimane fa ha accettato (o indotto, come qualcuno scrive) le dimissioni del Gran Maestro, Matthew Festing, e l’Ordine di Malta è stato commissariato. Cascioli ritiene tuttavia che vi sia qualcosa che non torna: Festing sarebbe proprio colui che ha contrastato uno dei responsabili della deriva non cattolica dell’Ordine, ovvero Albrecht Boeselager. Perciò, Cascioli scrive: «leggendo le chiare indicazioni di papa Francesco, non ci si può non stupire che il risultato finale sia che il responsabile oggettivo dei progetti condannati dal Papa sia oggi stato riabilitato e risulti il vincitore mentre coloro che hanno cercato di seguire le indicazioni del Papa sono stati silurati, umiliati e sottoposti alla gogna mediatica».

Ma quest’ultima è una ennesima ricostruzione personale del direttore de La Nuova Bussola Quotidiana, respinta dal diretto interessato. E’ attendibile? Oppure verrà a sua volta smentita tra qualche giorno? In fondo, dobbiamo far notare che Cascioli è lo stesso che il 26 gennaio informava i suoi lettori che l’intervento di Papa Francesco aveva come «obiettivo la testa del cardinale Raymond L. Burke», mentre il 29 gennaio scriveva che si è trattato di un «vero e proprio golpe», arrivando ad ironizzare sul «riferimento al “rinnovamento spirituale dell’Ordine” che richiede l’invio di un Delegato del Papa». Oggi lo stesso giornalista ha dovuto correggere il tiro, riconoscendo non solo che l’esigenza di questo rinnovamento spirituale (la vigilanza dalla massoneria e dalla deriva etica non cattolica) era la vera preoccupazione di Francesco, ma che l’intervento fin dall’origine non intendeva colpire il card. Burke. La cosa invece era stata data talmente assodata che per Antonio Socci«Bergoglio ormai da quattro anni sembra voler stravolgere ogni cosa che sia cattolica e che sia fedele a 2000 anni di magistero». L’adesione alla massoneria e ai contraccettivi di alcuni membri dell’Ordne di Malta sarebbe dunque cattolica e fedele al magistero per il noto giornalista di Libero? Ci auguriamo che prenda atto dell’errore.

Purtroppo dobbiamo tornare al solito punto, sul quale ci sembra opportuno insistere. La confusione, da chi è realmente generata? Dal Papa oppure da alcuni giornalisti che -seppur in buona fede-, costruiscono preventivamente alcuni catastrofici e allarmanti scenari che loro stessi poi arrivano a smentire, generando nel frattempo diatribe, disagio e caos nei lettori? Questa vicenda mostra che occorre più prudenza prima di voler spiegare a tutti i costi “come stanno le cose”, sopratutto se si parla delle intenzioni del Pontefice e di quello che accade realmente nelle complesse e stratificate reti diplomatiche del Vaticano.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

40 commenti a Ordine di Malta, si scopre che Francesco vuole tutelarlo dalla massoneria

« nascondi i commenti

  1. Laura ha detto

    Praticamente i giornalisti antibergoglio se la cantano e se la suonano da soli. Intanto il Papa dal 1 dicembre ha dovuto sopportare tutte le loro illazioni sui siti cattolici, ormai peggio della “stampa di regime”.

  2. Fabio ha detto

    Io non credo, che in questi tempi di grave disorientamento spirituale per l’intero occidente – un disorientamento che viene da lontano, non certo con l’ascesa di Bergoglio al soglio pontificio – vi siano delle persone infallibili e guidate dallo Spirito Santo, in grado di guidare la comunità cristiana nella Verità, tanto meno assurgersi ad un ruolo superiore a quello del Pontefice, al punto di confutarlo nel suo operato, o peggio, di emettere sentenze di giudizio nel suoi confronti.

    Se c’è qualcuno che ritiene di non essere in errore nella Fede, o addirittura di sentirsi più savio e ispirato del Papa, allora lo scriva pubblicamente e poi lo dimostri coi fatti.
    Spodesti il Papa, oppure faccia definitivamente silenzio e impari l’umiltà e la prudenza!

    Non se ne può più, di certi vaticanisti, giornalisti, finti intellettuali, sedicenti veggenti e arroganti vari, i quali ogni giorno si mettono ad analizzare e a scandagliare ogni singola parola o gesto del Pontefice, alla ricerca di un eventuale indizio di eresia o apostasia che poi non trovano!
    Da notare, inoltre, che questi orgogliosi e superbi, sono soliti a pubblicare fotografie di Papa Bergoglio ritratto in momenti di stanchezza, preoccupazione, irritazione o cogitazione, con l’intento di farlo apparire quello che non è.
    Ognuno di noi vive dei momenti particolari, in cui se venisse fotografato a sua insaputa, potrebbe apparire agli altri per quello che di sua natura non è.

    Anche Stalin, nelle fotografie, appariva sorridente e affettuoso con la sua bambina Svetlana, ma dentro di se dimoravano le tenebre.

  3. Antonio ha detto

    Allora: il Gran Maestro dello SMOM ha dimissionato il Gran Cancelliere dell’Ordine (atto formalmente valido); l’ex Gran Cancelliere è stato reintegrato dal Papa, che ha preteso le dimissioni del Gran Maestro ed ha annullato le decisioni prese da quest’ultimo da dicembre in poi, riservandosi di nominare un delegato papale……..che dovrebbe affiancare gli organi di governo di un Ordine Sovrano. Con queste premesse ciascuno può trarre le proprie conclusioni.

    • Klaus B ha detto in risposta a Antonio

      Per trarre conclusioni occorrerebbe conoscere molti fatti che io per esempio ignoro, quindi non credo che ciascuno possa trarle. Per quanto riguarda un giornalista che dopo qualche giorno prende atto che le cose non stanno come aveva affermato, io non direi che si possa accusarlo di cantarsela e suonarsela da solo. Mi riferisco a Cascioli ovviamente, non all’altro chiamato in causa da qualcuno.

      • Antonio ha detto in risposta a Klaus B

        Credo che basti cliccare su “Ordine di Malta” per trovare, su moltissimi siti (uno dei più interessanti è “dagospia”) una quantità di fatti che non sono stati smentiti da nessuno e che, a mio avviso, consentono a ciascuno di poter formulare un’opinione personale su quanto accaduto. Dal punto di vista giuridico, poi, il comportamento del Vaticano nei confronti di quello che esso stesso considera un ordinamento sovrano mi sembra quanto meno non condivisibile.

        • Katy ha detto in risposta a Antonio

          Se cerchi degli UFO apparsi sulla terra é altrettanto pieno di siti web che ne parlano e non sono mai stati smentiti ufficialmente. Nemmeno quelli che parlano di scie chimiche, e fantasmi che vengono fuori nella notte. Mai una smentita ufficiale.

  4. gian piero ha detto

    Un fatto che desta qualche curiosità, aumentata da un altro dettaglio finora non comunicato. La Santa Sede ha infatti deciso l’annullamento e l’invalidità di tutti gli atti del Gran Maestro e del Consiglio Sovrano dal 6 dicembre scorso. In questo modo viene resa nulla la destituzione di Boeselager ma anche – e sta qui il dettaglio – la nomina di una commissione d’inchiesta interna voluta dal Gran Maestro per indagare sul misterioso lascito di 120 milioni, depositati in Svizzera, di cui tanto si è parlato nelle scorse settimane e di cui il Gran Maestro era sostanzialmente all’oscuro. Informato (e interessato) pare invece lo fosse Boeselager. Ora questa commissione d’inchiesta non ci sarà più.

  5. Antonio Civitella ha detto

    Riccardo Cascioli???
    Parliamo dello stesso giornalista che il
    28 giugno 2016 sputtanava “giustamente” Bergoglio dicendo che ero solo un:
    vecchio rincoglionito?
    Allora vi piacciono i giornalisti anti-bergogliani!
    Quanta confusione che avete!!!
    Siete ridicoli!
    Può mai la massoneria andare contro la massoneria?
    Aprite i vostri occhi..

  6. Maurizio ha detto

    L’articolo della redazione sembra pro-papa e contro i suoi critici a prescindere dal merito. I fatti contraddicono lo zelo della redazione. Bergoglio viola il diritto internazionale, sostiene due potenti nobili tedeschi (uno allo Ior e l’altro all’ordine di Malta) e crede che basta dire che bisogna lottare contro la massoneria.
    Basterebbe questo proposito (sulla carta a quanto pare) per lodare il papa tappandosi gli occhi alla sua prepotenza nella direzione della Chiesa esemplificata in questo caso ma che è una costante sempre più incisiva nel “misericordioso” papato argentino?
    Venendo al suo protetto all’Ordine di Malta, adesso ne ha fatto una vittima. Ma non era lui ad aver sostenuto la distribuzione della pillola abortiva negli ospedali africani dell’Ordine? Non era sempre lui ad opporsi alla richiesta di dimissioni ricevute dall’Ordine verso cui ha obbligo di obbedienza? Quanto c’è di cristiano im queste scelte?

  7. Donato ha detto

    E’ solo un dato di fatto, un’evidenza innegabile che a seguito dell’intervento del Papa e del Segretario di Stato del Vaticano, il Gran Cancelliere Albrecht Boeselager, destituito per lo scandalo dei contraccettivi dal Gran Maestro, è stato reimmesso nella carica e il Gran Maestro costretto alle dimissioni! Riccardo Cascioli sostiene esservi le prove di quello scandalo (cfr. http://www.lanuovabq.it/it/articoli-ordine-di-malta-lo-scandalo-contraccettivi-esisteecco-le-prove-ma-il-responsabile-e-ancora-in-sella-18825.htm). L’UCCR è in grado di smentire ?

  8. enrico ha detto

    Buongiorno.
    Per prima cosa volevo scusarmi per la quantità di commenti nell’articlo precedente, anche se a mio avviso stiamo vivendo un periodo confuso, al di là dell’importanza di capire chi o cosa lo stia generando, se come succede il prefetto della congregazione della dottrina della fede dice una cosa e una conferenza episcopale ne fa un’altra.
    Anche il caso cavallieri di Malta mi sembra ingarbugliatissimo, e non voglio nemmeno esprimermi anche se una opinione ce l’ho.
    Ma non sarebbe meglio che UCCR si concentrasse su temi apologetici, che mancano così tanto nel mondo cattolico, che soffre la mancanza di un qualunque supporto logico-storico dopo la cresima?

    • Katy ha detto in risposta a enrico

      Troppo comodo chiedere a Uccr di occuparsi di altro cosí da lasciare campo libero ai militanti cattolici antipapisti!

      • Vincent Vega ha detto in risposta a Katy

        Ma non lo sai che ormai essere cattolici e antipapisti è la norma sul web? Poco importa che sia un ossimoro, evidentemente questi cattolici hanno divorziato dal principio di non contraddizione per risposarsi more uxorio con la coincidentia oppositorum. 😉

    • Katy ha detto in risposta a enrico

      Comunque nel tuo commento c’è una verità, oggi è pieno di siti web e blog cattolici ma quasi tutti sono quotidianamente occupati ad accusare il Papa di qualunque cosa. Nessuno più si impegna nell’apologetica, solo Uccr lo fa e gli tocca pure difendere il Papa dagli altri blog cattolici.

      • Vincent Vega ha detto in risposta a Katy

        ” solo Uccr lo fa”

        Anche Croce-via 😉 https://pellegrininellaverita.com/

        “e gli tocca pure difendere il Papa dagli altri blog cattolici.”

        E, ormai, anche dalla grande maggioranza dei suoi commentatori.

        Non che la cosa mi stupisca, abbiamo un Papa liberale, sebbene ortodosso, che ha una concezione della pastorale liberale e “more forgiving” di quella di molti dei suoi precedessori, perciò non stupisce che la grande maggioranza dei commentatori di Uccr, che sono in maggioranza conservatori, si trovi a disagio di fronte a questo Papa.

        Per chi, come me, Luca, Gianfranco e pochi altri, è liberale, questo papato è stato una boccata d’aria fresca. Non che gli altri fossero malvagi, ho grande ammirazione per il Santo GPII e per Benedetto XVI, ma diciamo che le mie “corde” sono diverse.

        Se è volontà di Dio che il prossimo Papa sia un conservatore che cancelli tutto quanto sta facendo Francesco, come dicevo ad Enrico nell’altro topic, che sia fatta la Sua volontà. Ma però penso almeno che sia legittimo pregare e sperare che la Sua volontà non sia quella.

        Cara Katy, abituati al fatto che non solo gli altri blogs cattolici, ma pure i commentatori di Uccr sono sempre su posizioni più conservatrici. Nella vita reale non è cosi, nel senso che la grande maggioranza di cattolici che conosco apprezzano il Papa e la sua pastorale, ma sul web tendono a scrivere in maggìoranza i cattolici conservatori, ecco spiegata la “predominanza internettiana” di questi.

        Sono nostri fratelli nella Fede anche loro.

        • enrico ha detto in risposta a Vincent Vega

          @ Vincent Vega

          Riguardo all’argomento precedente, io sono soddisfatto delle sue risposte, che dimostrano dove conducono i suoi ragionamenti.
          Lei è sempre libero di scrivere alla Congregazione della Fede esprimendo le sue perplessità sui concetti espressi dal Cardinal Mueller, si rimetta poi, se vuole, al giudizio della Chiesa e non alle sue personali interpretazioni.

          • Vincent Vega ha detto in risposta a enrico

            Il giudizio della Chiesa è quello espresso nel Magistero,, dove è spiegato chiaramente cosa serve perché un peccato sia mortale (ossia privi l’anima della Grazia santificante mettendola a serio rischio di dannazione). Non sarà un intervista di Müller in quanto dottore privato (perché si, Müller li ha parlato come dottore privato e non era un pronunciamento ufficiale come prefetto della congregazione per la dottrina della Fede) a cambiare il Magistero su questo punto.

            Al contrario, decidere se ammettere ai Sacramenti chi è in situazione irregolare ma non è reo di colpa mortale, fando quindi la precedenza al foro interno su quello esterno (la situazione pubblica) è nelle possibilità del Papa perché rappresenta un cambiamento disciplinare.

            Non ripetiamoci per l’ennesima volta.

      • enrico ha detto in risposta a Katy

        @ Katy

        Gentile Katy.
        Anche questo articolo da una lettura strana dei fatti, e le spiego perchè.
        Accusa Cascioli, utilizzando lui stesso come fonte e già questo è un paradosso logico, di affermare che Papa Francesco ha così agito per difendere l’ordine da una infiltrazione massonica, giustificando con questo il suo provedimento, mentre prima aveva utilizzato la decisione di Papa Francesco per criticare l’operato di governo del regnante pontefice.
        In questa vostra ricostruzione c’è un piccolo problema di logica.
        I documenti che attestano la preoccupazione del Pontefice per una infiltrazione massonica sono del 1 dicembre, poi sono avvenuti i fatti che conosciamo, e che sono successivi,con la defenestrazione di Boeselager, poi la defenestrazione di Festing e il ripristino di Boeselager annullando tutto ciò che era stato deciso dopo il 6 dicembre 2016.
        Provo a spiegarmi meglio, perchè comincio a pensare che ci sia un problema di interpretazione di un testo scritto.
        La vostra tesi sarebbe vera se fosse Festing in qualche modo connesso con la massoneria.
        Mentre se lo è Boeselager è vero proprio il contrario di quanto questo articolo sostiene.

        • enrico ha detto in risposta a enrico

          Mi spiego ancora meglio e poi su questo argomento taccio.
          Non avendo nè io nè voi i documenti in mano, siamo di fatto costratti ad affidarci a come i fatti ci vengono proposti.
          Io penso sia prematuro e poco prudente schierarsi per una o l’altra lettura dei fatti.
          Di fatto ad un ordine di un superiore è dovere obbedire.
          Questa è l’unica cosa che terrei ferma nella vicenda.
          Il mio era solo un consiglio di sospendere almeno temporaneamente un possibile giudizio sui fatti.

          • Katy ha detto in risposta a enrico

            Appunto, é proprio quello che ti sta dicendo la redazione UCCR. Senza documenti o fonti certe sarebbe meglio tacere, altrimenti si fa la figura di Cascioli!

            Hai capito che è prematuro schierarsi, e
            allora cosa ne pensi della miriade di articoli schierati dei vari Socci, Cascioli, Magister e Tosatti su questo argomento? Ai consigliato anche a loro di sospendere il giudizio o lo scrivi solo qui?

            • enrico ha detto in risposta a Katy

              @ Katy

              Scrivo qui perchè non so se gli altri che tu citi hanno blog in cui si può intervenire.
              A casa non uso il computer, non uso cellulare, non ho facebook, mi limito a scrivere dove so che si può fare.

        • Gianfranco ha detto in risposta a enrico

          Signor Enrico l’intervento di papa Francesco è stato inusuale. Su questo penso che siamo d’accordo. Siamo forse d’accordo anche sul fatto che lo SMOM è storicamente nato e sussiste per la difesa della cristianità.
          Soltanto questo mi fa pensare che l’intervento inusuale del Santo Padre ha una ragione di fondo molto grave che forse conosceremo tra molti anni, quando se ne potranno occupare gli storici. I cronisti sanno solo quello che alcuni diretti interessati vogliono far sapere, e se costoro ritengono di essere penalizzati, stia tranquillo che non ne parleranno bene. Come fedele cattolico sono sicuro che l’intervento del Santo Padre sia a favore della cristianità, mentre la massoneria ha sempre cercato di ostacolare il cammino della Chiesa.

        • Katy ha detto in risposta a enrico

          Enrico hai dato dimostrazione più di una volta di non essere in grado di formulare ragionamenti logici e attinenti ai fatti. A parte che io sono io e e non sono gli altri che commentano o tantomeno chi ha scritto l’articolo.

          Inoltre mi sembra che l’intento dell’articolo sia mostrare proprio l’inattendibilità delle ricostruzioni su quanto possa essere avvenuto, dato che Cascioli ha dovuto correggere il tiro delle sue stesse dichiarazioni.

          Inoltre due Cascioli censurate una parte importante della verità, cioé le stesse dichiarazioni di Boeselager che vi danno torto. Ancora una volta si capisce chi sta disinformando per poter vanitosamente avvallare le proprie tesi, tanto che deve censurare le cose scomode (le parole di Muller e ora quelle di Boeselager che tu e Cascioli avete giá deciso preventivamente che stia mentendo)
          https://www.google.it/amp/www.lastampa.it/2017/02/02/vaticaninsider/ita/vaticano/boeselager-allordine-di-malta-ora-torna-la-normalit-VYidHB2R9InORw0QHQwHvM/amphtml/pagina.amp.html?client=ms-android-huawei

          • enrico ha detto in risposta a Katy

            @ Katy

            Mi scusi, ma cosa voleva che dicesse Boeselager, mi hanno rimosso, poi sono stato reintegrato, però le accuse che mi sono state mosse sono fondate?

  9. Pippo ha detto

    quella della difesa dell’Ordine dalla massoneria mi sembra l’argomento di chi non ha argomenti. L’ordine di Malta o è “sovrano” o non lo è. Se lo è la rimozione del Gran Cancelliere era di competenza dell’Ordine stesso e non della Santa Sede.

    • Katy ha detto in risposta a Pippo

      A dirlo é Riccardo Cascioli, scarica il tuo odio esistenziale contro di lui.

      Non c’è stata alcuna violazione della sovranità dell’Ordine: https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/ordine-di-malta-lealta-e-fedelta-al-pontefice

      • Pippo ha detto in risposta a Katy

        Io non ce l’ho con nessuno, il Gran Maestro Festing ha pubblicamente fatto rilevare che la rimozione di Boeselager era affare interno all’Ordine sul quale la Santa Sede non ha alcun potere di intervento. Questa la dichiarazione “Il Gran Magistero del Sovrano Ordine di Malta ha appreso della decisione della Santa Sede di nominare un gruppo di cinque persone per far luce sulla sostituzione del precedente Gran Cancelliere. La sostituzione del precedente Gran Cancelliere è un atto di amministrazione interna al governo del Sovrano Ordine di Malta e di conseguenza ricade esclusivamente nelle sue competenze” Queste sono le regole dell’Ordine. l’Ordine di Malta è da secoli una istituzione sovrana (come uno stato) riconosciuta internazionalmente (per esempio emette passaporti): cosa che evidentemente Papa Francesco ignora. Pretendere di commissariarlo, è come se l’Italia commissariasse lo stato di San Marino. Il professor Roberto de Mattei, docente di storia del Cristianesimo sostiene che è “ un grave caso di ingerenza nel governo dell’Ordine. La Santa Sede dovrebbe limitarsi a vigilare sulla vita religiosa attraverso il Cardinale patrono, che è il cardinale Burke, nominato dallo stesso Papa Francesco. Il Papa ha tutto il diritto di informarsi in merito alle vicende interne dell’Ordine, ma è irrituale che ciò avvenga attraverso una commissione che scavalca il rappresentante pontificio, a meno di non voler porre quest’ultimo sotto accusa. Un cardinale però può essere giudicato solo dai suoi pari e non da burocrati vaticani” Poi possiamo inventarci di tutto, dalla massoneria agli alieni per giustificare l’intervento di Papa Francesco.

        • Panthom ha detto in risposta a Pippo

          “La Santa Sede dovrebbe…”, “Il Papa non ha il diritto…”, “Il celebre e prestigioso professor. De Mattei ha detto…”

          Tutti esperti questi sedevacantisti creazionisti, di cui il Pippo è l’esponente più colto, sono loro ad aver capito il mondo! Loro insegnano alla Chiesa cosa dire, cosa fare, come comportarsi, vorrebbero essere loro i pastori, questi quattro lefebriani si sentono i principi della Chiesa!! I lor signori tutti imbellettati con la loro preziosa cappa magna di puro ermellino! Ma fatemi il piacere va, tacete e cercate di sistemare la vostra vita, mica la CHiesa!!

          • Pippo ha detto in risposta a Panthom

            dire che lei non ha capito nulla sarebbe farle un complimento. Io ho solo fatto rilevare che le regole dell’Ordine sono state violate, se il Papa aveva qualcosa da dire chiamava il suo rapresentante Card. Burke e chiariva quello che c’era da chiarire, non nominava una “commissione” di cinque membri. Lei si inventa cose che non ho detto e situazione che non esistono se non nella sua fantasia. Un bel tacer non fu mai scritto

            • Panthom ha detto in risposta a Pippo

              Pippo mio, ma chi sei tu per dire che le regole sono state violate? Ti hanno mai nominato custode del regolamento dei Cavalieri di Malta? Qualcuno tra loro ha chiesto il tuo parere? Ma la piantiamo di fare i saputelli alla Cascioli dalla propria cameretta? Ma davvero il web vi fa credere di essere tanto potenti? Qualcuno ti ha mai invitato a fare il consigliere diplomatico del Vaticano? Dacci un taglio su, che si diventa ridicoli.

              • Pippo ha detto in risposta a Panthom

                ottimo consiglio che dovresti applicare a te stesso. Se poi tu non conosci le regole mi pare ovvio che non possa valutare se siano o meno state violate eppure non ci vuole molto a capire una situazione molto semplice.

  10. Liberato ha detto

    http://www.lepantoinstitute.org/knights-of-malta/knights-of-malta-remove-senior-member-amid-contraception-distribution-scandal/
    Se avete del tempo e conoscete l’inglese magari avrete modo di vedere documenti ufficiali dell’OMS, non di Cascioli o Socci. Poi magari riflettere su chi è stato reintegrato esu chi è stato dimissionato. Ma magari, per voi, anche questi sono documenti taroccati… altro che massoneria.

  11. Giovanna ha detto

    Quante parole… ma ogni tanto pregate?

« nascondi i commenti